NAVIGA IL SITO
Home » Ultime » Azioni Italia » Bio-ON, aumenta la perdita nel primo semestre 2017

Bio-ON, aumenta la perdita nel primo semestre 2017

di Edoardo Fagnani 29 set 2017 ore 07:51 Le news sul tuo Smartphone

bio-on-logoBio-ON, società quotata all’AIM Italia, ha chiuso il primo semestre del 2017 con ricavi per 622mila euro, il 46,8% in meno rispetto agli 1,17 milioni ottenuti nella prima metà dello scorso esercizio. Il giro d’affari ha risentito dello slittamento dell’entrata in vigore di una serie di licenze già concesse. Bio-ON ha terminato lo scorso semestre con una perdita netta di 2,12 milioni di euro, rispetto al rosso di 1,12 milioni dei primi sei mesi del 2016. A fine 2016 la posizione finanziaria netta era positiva per 30 milioni di euro, grazie principalmente alla chiusura del terzo ed ultimo periodo di esercizio dei “Warrant Bio-On 2015-2017”.

La società ha segnalato che il prossimo anno avvierà il suo impianto produttivo aprendo nuove opportunità di crescita, prosegue il progetto di analisi e valutazione per la definizione del passaggio a un altro mercato la cui decisione sarà presa il prossimo anno in concomitanza con l’entrata in produzione del proprio impianto industriale.

Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
Tutti gli articoli su: bio on , primo semestre 2017 Quotazioni: BIO ON
da

SoldieLavoro

Smart working: cos'è e come funziona il lavoro agile

Smart working: cos'è e come funziona il lavoro agile

Per legge italiana è il lavoro agile. Per quasi tutti è lavorare da casa. Vediamo cos'è lo smart working, il modo di lavorare che può cambiare la vita Continua »

da

ABCRisparmio

Come detrarre asilo, scuole e università dal modello 730

Come detrarre asilo, scuole e università dal modello 730

Nella dichiarazione dei redditi è possibile detrarre le spese per istruzione. Tra queste ci sono quelle per l'asilo, le scuole e l'università. Continua »