NAVIGA IL SITO

Banca Carige, i conti (preliminari) del 2020

di Edoardo Fagnani 23 feb 2021 ore 16:47 Le news sul tuo Smartphone

carige_2Banca Carige ha comunicato i risultati preliminari dell’esercizio 2020 post amministrazione straordinaria (da febbraio a dicembre 2020), periodo chiuso con una perdita netta (esclusa la quota di terzi) di 185,3 milioni di euro; il risultato ha risentito di rettifiche di valore nette su crediti verso banche e clientela per un ammontare di 85,2 milioni di euro, oltre a oneri operativi per 370,3 milioni. I proventi operativi sono stati pari 339,6 milioni di euro, beneficiando di un margine di interesse di 120,1 milioni di euro e di commissioni nette per 186,7 milioni.

 

A fine dicembre 2020 il Common Equity Tier1 era pari al 12,8% al di sopra della soglia minima dell’8,55% richiesti dalla BCE. Alla stessa data le attività ponderate per il rischio erano pari a 9,4 miliardi di euro.

Sempre a fine 2020 i crediti lordi verso la clientela erano pari a 12,49 miliardi di euro, in calo dai 13,34 miliardi di fine gennaio, per effetto sia della prosecuzione del derisking (perfezionamento della ristrutturazione dell’esposizione vantata nei confronti del Gruppo Messina e cessione di un portafoglio di sofferenze nel dicembre 2020), sia per la dinamica dei pronti contro termine. Alla stessa data i crediti deteriorati lordi erano pari a 0,6 miliardi di euro, in riduzione rispetto agli 1,1 miliardi di fine gennaio 2020; di conseguenza, la corrispondente incidenza dei crediti deteriorati lordi a clientela sul totale dei crediti alla clientela lordi per cassa (“NPE Ratio lordo”) si attestava al 5,1%. Banca Carige ha anticipato che i ratio sono destinati a migliorare ulteriormente in conseguenza della prevista cessione ad AMCO di circa 100 milioni di crediti in Leasing entro il primo trimestre 2021.

A fine dicembre 2020 il portafoglio titoli di Banca Carige era pari a 2,7 miliardi di euro, di cui circa 2,4 miliardi rappresentati da titoli di stato, con una duration di 0,7 anni.

 

Banca Carige ha segnalato che i target economici posticipati di un anno rispetto alle previsioni di piano strategico.

L’istituto ha ribadito che il Piano Strategico 2019-2023 approvato dai commissari straordinari il 26 luglio 2019 risulta confermato nelle proprie linee strategiche ed industriali. L’istituto ha precisato che i significativi scostamenti rispetto alle previsioni per il periodo di riferimento sono determinati principalmente dal forte deterioramento dello scenario macroeconomico e dalle variazioni normative intervenute a seguito della pandemia Covid-19, nonché dallo slittamento temporale di alcune operazioni previste nel piano per il 2019 finalizzatesi nel 2020 o in corso di finalizzazione. Senza dimenticare la necessità di contabilizzare poste non ricorrenti legate a rischi residui dei precedenti esercizi.

Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
Tutte le ultime su: banca carige , bilanci 2020

Guide Lavoro

Chi e per cosa si può utilizzare NoiPA

NoiPA è la piattaforma digitale per la gestione del personale e degli stipendi del settore pubblico.

da

ABCRisparmio

Cosa è e come si usa il cassetto fiscale

Cosa è e come si usa il cassetto fiscale

Il cassetto fiscale è un archivio online tramite il quale ogni contribuente può consultare qualsiasi informazione riguardante la propria posizione fiscale Continua »