NAVIGA IL SITO

Amplifon, i conti dei primi nove mesi del 2023

Per il 2023 il management prevede ricavi nell’ordine dei 2,29 miliardi di euro, mentre l’EBITDA ricorrente è stimato a circa 550 milioni di euro.

di Redazione Soldionline 30 ott 2023 ore 13:22

amplifon-logo_1Amplifon ha comunicato i risultati finanziari dei primi nove mesi del 2023 e ha rivisto indicazioni per l’anno in corso.

Per il 2023 il management prevede ricavi nell’ordine dei 2,29 miliardi di euro, mentre l’EBITDA ricorrente è stimato a circa 550 milioni di euro.

 

Nel periodo in esame la società ha realizzato ricavi netti di 1,65 miliardi di euro, in aumento del 6,8% rispetto agli 1,54 miliardi ottenuti nei primi tre trimestri dell’esercizio precedente; a cambi costanti il fatturato sarebbe salito del 9,7%. Amplifon ha segnalato che la performance è stata trainata da una crescita organica pari al 7,6% e dalle acquisizioni per il 2,1%, principalmente in Francia, Germania, Cina e Nord America. In aumento anche il margine operativo lordo (escluse le componenti non ricorrenti), che è passato da 369,53 milioni a 385,81 milioni di euro (+4,4%); tuttavia, la marginalità è peggiorata al 23,5%, per effetto della minore leva operativa dell’area EMEA (Europe, Middle East, and Africa) a causa di un mercato più debole rispetto alle attese, del mix geografico meno favorevole e dei forti investimenti nel personale specializzato di negozio (audioprotesisti) e nel marketing per sostenere il percorso di crescita futura. L’utile netto è stato pari a 103,44 milioni di euro, dai 115,48 milioni ottenuti nei primi nove mesi del 2022, per la minore leva operativa, i maggiori ammortamenti e l’incremento degli oneri finanziari.

 

Nel solo 3° trimestre il fatturato di Amplifon è salito da 502,49 milioni a 531,3 milioni di euro (+5,7%), mentre l’utile netto è sceso a 22,08 milioni.

 

A fine settembre 2023 l’indebitamento netto era salito a 917,63 milioni di euro, rispetto agli 829,99 milioni di inizio anno, dopo investimenti per capex, acquisizioni e pagamento dei dividendi per circa 250 milioni di euro. Nei primi nove mesi del 2023 le attività operative di Amplifon hanno generato un flusso di cassa di 69,77 milioni di euro, dopo aver sostenuto investimenti operativi per 99,83 milioni.

 

Il management di Amplifon ha rivisto i target finanziari per il 2023, assumendo che non vi siano ulteriori rallentamenti nelle attività economiche globali dovuti, fra l’altro, alle tematiche relative all’attuale situazione geopolitica e all’andamento dell’inflazione.

Per l’esercizio in corso il management prevede ricavi nell’ordine del 2,29 miliardi di euro (rispetto ai 2,12 miliardi di euro conseguiti nel 2022), corrispondenti ad una crescita dell’11% circa a cambi costanti rispetto al 2022, sostenuta dall’incremento delle quote di mercato, dalle positive azioni di pricing e dalle acquisizioni bolt-on; il dato sui ricavi, aggiornato con le più recenti assunzioni sui cambi, corrisponde a circa 2,32 miliardi di euro. L’EBITDA ricorrente è stimato nell’ordine dei 550 milioni di euro (corrispondente a circa 560 milioni di euro utilizzando le stesse assunzioni sui cambi dell’outlook precedentemente comunicato), per effetto dei forti investimenti nel personale specializzato di negozio (audioprotesisti) e nel marketing per sostenere il percorso di crescita futura della società.

Il management di Amplifon ha anticipato un forte avvio del quarto trimestre 2023 con ricavi in crescita a doppia cifra a tassi di cambio costanti nel mese di ottobre.

Tutte le ultime su: amplifon , terzo trimestre 2023
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.