NAVIGA IL SITO

Acea, i conti dei primi nove mesi del 2019. Stime aggiornate

di Edoardo Fagnani 13 nov 2019 ore 13:01 Le news sul tuo Smartphone

acea-logo_1Acea ha comunicato i risultati economici e finanziari dei primi nove mesi 2019. La società quotata al MidCap ha chiuso il periodo in esame con ricavi per 2,35 miliardi di euro, in aumento dell’8% rispetto ai 2,17 miliardi ottenuti nei tre trimestri del 2018; l’incremento è principalmente ascrivibile ai ricavi registrati dal sevizio idrico, in particolare a seguito del consolidamento integrale di Gori. Il margine operativo lordo è salito del 12%, passando da 685,22 milioni a 769,44 milioni di euro, attribuibile principalmente all’Area Idrico (+76 milioni di euro). Acea ha chiuso il periodo gennaio-settembre con un utile netto di 218,9 milioni di euro, in leggero aumento rispetto ai 214,77 milioni contabilizzati nei primi nove mesi del 2018.

 

A fine settembre l’indebitamento netto di Acea ammontava a 2,96 miliardi di euro, rispetto ai 2,57 miliardi di inizio anno, in seguito all’applicazione dei nuovi principi contabili.

Nei primi nove mesi del 2019 la società romana ha effettuato investimenti per 529 milioni di euro, di cui circa l’83% destinati ad attività regolate.

 

Acea ha rivisto alcuni target finanziari per il 2019.

Il management prevede un margine operativo lordo (a parità di perimetro di attività) in crescita di almeno il 10% (+7% la precedente stima), mentre gli investimenti dovrebbero incrementarsi di oltre il 10%. A fine 2019 l’indebitamento netto è previsto attestarsi tra i 2,85 e i 2,95 miliardi di euro.

Acea ha ribadito che resta ferma la volontà di realizzare importanti investimenti in infrastrutture.

Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
Tutte le ultime su: acea , terzo trimestre 2019