NAVIGA IL SITO

A2A, i conti del 2020. Dividendo 2021 di 0,08 euro

La cedola è in crescita del 3,2% rispetto all’esercizio precedente.

di Edoardo Fagnani 18 mar 2021 ore 12:41

a2a_6A2A ha esaminato i risultati finanziari del 2020.

La società ha terminato l'esercizio con ricavi per 6,86 miliardi di euro, in flessione del 6,3% rispetto ai 7,32 miliardi ottenuti l'anno precedente. La riduzione ha riguardato prevalentemente il mercato energetico all’ingrosso, a seguito dei minori prezzi dell’energia elettrica e del gas e della diminuzione dei volumi venduti del portafoglio industriale gas, i mercati retail gas e teleriscaldamento, per il calo dei prezzi unitari e per le minori quantità vendute ai grandi clienti gas e i ricavi relativi alla cessione/gestione dei titoli di efficienza energetica (TEE).

L’Ebitda ordinario è stato pari a 1,19 miliardi di euro ed è risultato in linea con il dato dell’anno precedente. A2A ha precisato che la contrazione della Business Unit Energia, verificatasi nella prima parte dell’anno - dovuta principalmente ad uno scenario energetico molto debole e mitigato, solo parzialmente, da accorte politiche di copertura – è stata seguita da un deciso recupero nel Q4 sia nel segmento Generazione sia nel Retail. Includendo le poste positive non ricorrenti (particolarmente significative nel 2019) l’Ebitda si è attestato a 1,2 miliardi di euro (1,23 miliardi di euro nel 2019).

A2A ha terminato il 2020 con un utile netto di 364 milioni di euro, rispetto ai 389 milioni contabilizzati nel 2019.

 

A fine 2020 l'indebitamento netto di A2A era aumentato a 3,47 miliardi di euro (3,15 miliardi di euro al 31 dicembre 2019). Al netto delle variazioni di perimetro del 2020, lo scostamento è risultato contenuto a circa 0,17 miliardi di euro, nonostante l’incremento rispetto al 2019 sia degli investimenti che dei dividenti distribuiti (241 milioni di euro nel 2020; 218 milioni di euro nel 2019). Alla stessa data il rapporto PFN/Ebitda risultava pari a 2,9x (2,6x nell’esercizio 2019).

Nell'intero esercizio gli investimenti sono stati pari a 738 milioni di euro, in crescita di 111 milioni rispetto ai 627 milioni di euro del 2019. L'incremento è dovuto principalmente a interventi di sviluppo, in particolare relativi all’economia circolare finalizzati al recupero di energia e materia nella BU Ambiente, alla rete di distribuzione di energia elettrica e agli impianti di depurazione del Ciclo Idrico nella BU Reti e al progetto di aggiornamento dei sistemi informativi in vista del superamento del mercato tutelato dell’energia e all’efficienza energetica nella BU Energia (segmento Mercato).

 

Il management di A2A ha proposto la distribuzione di un dividendo 2021 (relativo all’esercizio 2020) di 0,08 euro per azione, (corrispondente ad un monte dividendi pari a circa 249 milioni di euro), in crescita del 3,2% rispetto all’esercizio precedente. La cedola sarà staccata lunedì 24 maggio 2021 e messa in pagamento il 26 maggio.

Tutte le ultime su: a2a , bilanci 2020 , dividendi
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
da

ABCRisparmio

Cosa è e come si usa il cassetto fiscale

Cosa è e come si usa il cassetto fiscale

Il cassetto fiscale è un archivio online tramite il quale ogni contribuente può consultare qualsiasi informazione riguardante la propria posizione fiscale Continua »