NAVIGA IL SITO

ERG, i conti del primo trimestre 2021 e i target al 2025

di Redazione Soldionline 14 mag 2021 ore 08:21 Le news sul tuo Smartphone

erg_logoERG ha comunicato i risultati economici e finanziari relativi al primo trimestre del 2021.

La società energetica quotata al MidCap ha terminato periodo in esame con ricavi adjusted per 280 milioni di euro, in aumento rispetto ai 277 milioni ottenuti nei primi tre mesi dello scorso anno, principalmente a seguito delle maggiori produzioni dell’idroelettrico e dell’incremento del valore unitario dell’incentivo in Italia (da 99,0 a 109,4 €/MWh). Questi effetti sono stati in gran parte compensati dalla riduzione della produzione dell’eolico all’estero.

In crescita del 3% il margine operativo lordo adjusted, passato da 156,3 milioni a 160,8 milioni di euro; di conseguenza, la marginalità è salita al 56%.

ERG ha chiuso il primo trimestre del 2021 con un utile netto adjusted di 65 milioni di euro, in leggero peggioramento rispetto ai 53,4 milioni contabilizzati nei primi tre mesi dell’anno precedente; l’utile netto contabile è stato di 52,4 milioni.

 

A fine marzo 2021 l’indebitamento netto adjusted era sceso a 1,32 miliardi di euro, rispetto agli 1,44 miliardi di inizio anno, principalmente in seguito al positivo flusso di cassa del periodo (156 milioni).

Nell’intero trimestre gli investimenti sono stati pari a 33 milioni (61 milioni nel primo trimestre 2020) e si riferiscono principalmente a investimenti in immobilizzazioni materiali ed immateriali di cui l’80% nel settore eolico.

 

Alla luce dei risultati del primo trimestre ERG ha rivisto al rialzo di 10 milioni di euro la previsione del margine operativo lordo, in un intervallo ora compreso tra 490-510 milioni, così come la stima degli investimenti nell’intervallo ora compreso tra 285-325 milioni, per includere un’acquisizione in Svezia.

L’indebitamento finanziario netto è stimato tra gli 1,39 e gli 1,49 miliardi di euro, in aumento di 40 milioni rispetto alla previsione precedente.

 

Inoltre, il management di ERG ha esaminato e approvato il piano industriale per il periodo 2021-2025.

La strategia del gruppo continuerà ad essere focalizzata sulla crescita nelle rinnovabili attraverso una politica di diversificazione geografica e tecnologica e la progressiva securitizzazione dei ricavi.

Il margine operativo lordo è previsto in crescita da 481 milioni di euro nel 2020 a 550 milioni nel 2025, di cui il 70% realizzato in Italia e il 30% all’estero.

Nel periodo in esame ERG stima investimenti per 2,1 miliardi di euro, di cui il 90% dedicato alla crescita nelle rinnovabili secondo un modello di sviluppo sostenibile.

Parallelamente il management punta a mantenere una struttura finanziaria solida e sostenibile con un rapporto PFN/Ebitda pari a circa 3,5 nell’arco di piano. Il piano prevede un indebitamento a fine 2025 pari a 2 miliardi di euro rispetto agli 1,4 miliardi a fine 2020.

La politica dei dividendi prevede una cedola annuale stabile a 0,75 euro per azione.

Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
Tutte le ultime su: erg , primo trimestre 2021