NAVIGA IL SITO

CIR chiude in perdita il 2012: niente dividendo

di Edoardo Fagnani 11 mar 2013 ore 12:47 Le news sul tuo Smartphone
CIR ha chiuso il 2012 con ricavi pari a 5,06 miliardi di euro, in aumento dell’11,9% rispetto ai 4,52 miliardi di euro dell’esercizio precedente. Al contrario, il margine operativo lordo è sceso a 308,1 milioni di euro, in sensibile diminuzione (-34,3%) rispetto a 468,6 milioni del 2011. Di conseguenza, la marginalità è scesa dal 10,4% al 6,1%. Il risultato finale della holding è stato negativo per 33,1 milioni, rispetto all’utile di 9,7 milioni di euro del 2011, in conseguenza del risultato negativo della controllata Sorgenia che ha terminato il 2012 con una perdita di circa 197 milioni di euro.
L’indebitamento netto, a fine 2012, ammontava a 2,5 miliardi di euro, in aumento rispetto ai 2,36 miliardi di inizio anno.

Secondo il management, l’andamento del gruppo nel 2013 sarà influenzato dall’evoluzione del contesto macroeconomico, in particolare dall’andamento dell’economia italiana, caratterizzata da una perdurante recessione la cui intensità non è al momento prevedibile. In questo contesto tutte le principali controllate operative del gruppo proseguiranno le azioni di efficienza gestionale senza rinunciare alle iniziative di sviluppo delle attività.

Il consiglio di amministrazione proporrà di non distribuire dividendi per l’esercizio 2012 con l'obiettivo di preservare la solidità patrimoniale della società.
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
Tutte le ultime su: cir , bilanci 2012 , dividendi