NAVIGA IL SITO

Chiusura negativa per Enel (-1,6%)

di Edoardo Fagnani 21 dic 2015 ore 17:56 Le news sul tuo Smartphone

Enel ha subito una flessione dell’1,63% a 3,852 euro. Il colosso elettrico ha comunicato che la controllata Enel Produzione ha firmato con EP Slovakia (controllata da Energetický a průmyslový holding) il contratto relativo alla cessione della partecipazione detenuta da Enel Produzione in Slovenské elektrárne pari al 66% del capitale di quest’ultima. Il corrispettivo complessivo è pari a 750 milioni di euro ed è soggetto a un meccanismo di conguaglio, che verrà calcolato da esperti indipendenti. Inoltre, Enel ha comunicato che le assemblee straordinarie delle società controllate cilene Enersis, Empresa Nacional de Electricidad e Chilectra hanno approvato la prima fase della complessiva riorganizzazione societaria volta a separare le attività di generazione e distribuzione di energia elettrica svolte in Cile da quelle sviluppate negli altri Paesi dell’America Latina.
Intanto, gli analisti di Kepler Cheuvreux hanno tagliato da 4,3 euro a 4,1 euro il target price su Enel, in seguito alla revisione della valutazione della controllata Endesa. Gli esperti hanno confermato il giudizio “Hold” (mantenere).

Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
Tutte le ultime su: enel