NAVIGA IL SITO

Buone notizie dagli USA e le borse mettono il turbo

I mercati hanno beneficiato delle dichiarazioni concilianti del presidente degli Stati Uniti, Barack Obama sul fiscal cliff. Spicca l'ottima performance di STM

di Edoardo Fagnani 19 nov 2012 ore 16:39
Piazza Affari e le principali borse europee hanno iniziato la settimana con gli indici in territorio positivo. I mercati hanno beneficiato delle dichiarazioni concilianti del presidente degli Stati Uniti, Barack Obama sul fiscal cliff. Il numero uno della Casa Bianca ha parlato di buone possibilità di raggiungimento di un compromesso tra democratici e repubblicani sul budget federale.
Il FTSEMib sale del 2,5%, mentre il FTSE Italia All Share è in rialzo del 2,39%. Segno più anche per il FTSE Italia Mid Cap (+1,49%) e il FTSE Italia Star (+0,81%).

CONSULTA tutte le quotazioni dei titoli del FTSE MIB


STM balza del 6,55% a 4,522 euro. Gli analisti di UBS hanno migliorato il giudizio sul gruppo italo francese, portandolo da “Sell” (vendere) a “Neutrale”, in seguito a una visione maggiormente positiva sul settore di riferimento. Gli esperti hanno anche incrementato da 4,2 euro a 4,3 euro il prezzo obiettivo.

Unicredit guadagna il 3,04% a 3,456 euro. Gli analisti del Credit Suisse hanno tagliato da 3,6 euro a 3,35 euro per azione la valutazione sull’istituto. Gli esperti hanno confermato il giudizio “Neutrale”.
Monte dei Paschi di Siena sale del 3,19% a 0,2035 euro. Nel corso di un’intervista pubblicata su Il Sole24Ore nel week-end, il numero dell’istituto toscano, Fabrizio Viola, ha dichiarato che punta a riportare la banca in pareggio nel 2013. Intanto, gli analisti del Credit Suisse hanno tagliato il prezzo obiettivo sull’istituto toscano, portandolo da 0,16 euro a 0,15 euro. Gli esperti hanno confermato il giudizio “Underperform” (farà peggio del mercato). Sulla stessa lunghezza d’onda Kepler, che ha limato da 0,2 euro a 0,19 euro il prezzo obiettivo su Monte dei Paschi di Siena, in seguito alla riduzione delle stime sull’utile per azione per il triennio 2013/2015. Gli esperti hanno confermato il giudizio “Hold” (mantenere).

Atlantia perde l'1,91% a 12,32 euro. Oggi ha preso il via l’offerta del bond da 750 milioni di euro destinato alla clientela retail. Inoltre, la concessionaria autostradale ha assegnato l’acconto sul dividendo dell’esercizio 2012, pari a 0,355 euro.

Seduta sull’ottovolante per Maire Tecnimont (+0,23% a 0,3438 euro). Gli esperti di Mediobanca hanno deciso di peggiorare da "neutrale" a "underperform" (farà peggio del mercato) la raccomandazione sulla società. Gli esperti hanno anche tagliato da 0,98 euro a 0,25 euro il target price.

Tutte le ultime su: piazza affari , stm
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.