NAVIGA IL SITO

Brillano i petroliferi: ENI +4,2%, Saipem +5,4%

di Edoardo Fagnani 29 set 2016 ore 17:39 Le news sul tuo Smartphone

Giornata decisamente positiva per i titoli del settore petrolifero, in scia all’accordo raggiunto nel vertice dell’OPEC di Algeri: l’organizzazione dei paesi esportatori di petrolio, per la prima volta dal 2008, ha deciso di ridurre la produzione di greggio. Secondo Arnaud Masset, analista di Swissquote, il pre-accordo tra i membri dell’Opec potrebbe rappresentare il segnale che il mercato sta aspettando da mesi. “Ad un primo sguardo, sembra molto promettente ma noi continuiamo a nutrire perplessità poiché non vi è nulla di vincolante nel documento firmato, che non è nulla più di una dichiarazione di intenti”, ha precisato l’esperto.
ENI ha registrato un balzo del 4,2% a 12,92 euro.
Performance migliori per Saipem (+5,41% a 0,3665 euro) e Tenaris (+9,35% a 12,51 euro).

Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
Tutte le ultime su: eni , saipem , tenaris