NAVIGA IL SITO

Brillano i bancari: BPER +10,1%

di Edoardo Fagnani 22 feb 2016 ore 17:55 Le news sul tuo Smartphone

Ottima seduta per i bancari.
Molto bene il Monte dei Paschi di Siena. L’istituto toscano ha guadagnato il 4,59% a 0,5365 euro. Gli analisti di Goldman Sachs hanno tagliato da 2 euro a 0,8 euro il target price sulla banca senese, in seguito al peggioramento delle stime per il periodo 2016/2019; gli esperti hanno confermato il giudizio “Neutrale”. Intanto, dalle comunicazioni giornaliere fornite dalla Consob si apprende che il 19 febbraio Marshall Wace ha ridotto la posizione corta sul Monte dei Paschi di Siena, portandola dallo 0,57% allo 0,39%. Lo stesso giorno Capital Fund Management ha limato dallo 0,75% allo 0,69% lo “short” sull’istituto senese. La stessa Consob ha comunicato che il 18 febbraio People's Bank of China ha ridotto la partecipazione detenuta nel capitale del Monte dei Paschi di Siena, portandola dal 2,004% all’1,936%.
Molto bene anche Unicredit (+6,95% a 3,418 euro). Gli analisti di Goldman Sachs hanno tagliato da 6,5 euro a 5,2 euro il target price sull’istituto guidato da Federico Ghizzoni, in seguito al peggioramento delle stime per il periodo 2016/2019; gli esperti hanno confermato il giudizio “Neutrale”.
Sempre Goldman Sachs ha tagliato il prezzo obiettivo sul Banco Popolare (+8,05% a 8,05 euro) e su UBI Banca (+7,96% a 3,554 euro), portandolo rispettivamente a 12,5 euro e a 5,6 euro, in seguito al peggioramento delle stime per il periodo 2016/2019; gli esperti hanno confermato il giudizio “Neutrale” su entrambi gli istituti.
La stessa banca d’affari ha sforbiciato da 10,7 euro a 9,1 euro il target price sulla Popolare dell’Emilia Romagna (+10,1% a 5,095 euro), tuttavia, gli esperti hanno confermato l’istituto nella propria lista dei titoli da acquistare con convinzione.
Banca Carige ha recuperato il 2,22% a 0,475 euro. Dalle comunicazioni giornaliere fornite dalla Consob si apprende che il 19 febbraio Marshall Wace ha incrementato lo “short” su Banca Carige, portandolo dal 2,88% al 2,94%. Lo stesso giorno Oxford Asset Management ha incrementato dallo 0,82% allo 0,82% la posizione corta sull’istituto.

Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.