NAVIGA IL SITO

Brembo, i conti 2020 e il dividendo 2021

di Mauro Introzzi 4 mar 2021 ore 14:04 Le news sul tuo Smartphone

brembo_7Brembo, società leader mondiale nella produzione di impianti frenanti, ha chiuso il 2020 con ricavi netti consolidati pari a 2,21 miliardi di euro, in calo del 14,8% (-13,3% a parità di cambi) rispetto al 2019.

Il margine operativo lordo è stato pari a 388,7 milioni, il 17,6% dei ricavi, e si confronta con i 515,2 milioni del 2019, il 19,9% dei ricavi. Dedotti ammortamenti e svalutazioni per 207,6 milioni, il margine operativo netto si è attestato a 181,1 milioni, l'8,2% dei ricavi, dai 318,5 milioni (il 12,3% dei ricavi) dell'anno precedente.

Il periodo si è così chiuso con un utile netto di 136,5 milioni, in calo di circa il 40% rispetto ai 231,3 milioni del 2019.

 

A fine 2020 l’indebitamento finanziario netto era pari a 384,7 milioni, in calo di 121 milioni rispetto al 30 settembre 2020 (505,7 milioni). Al netto dell’effetto del principio contabile IFRS 16 l’indebitamento netto ammonta a 175,8 milioni, in riduzione di 144,3 milioni rispetto al 30 settembre 2020.

 

Sulla base di questi conti il board propone all'assemblea lo stacco di un dividendo ordinario lordo di 0,22 per ognuna delle azioni ordinarie in circolazione. Se approvato il dividendo sarà messo in pagamento a partire dal 26 maggio 2021, con stacco della cedola il giorno 24 maggio 2021.

 

Sulle stime per l'anno in corso i vertci di Brembo indicano che il livello degli ordinativi e la saturazione della capacità produttiva con cui è iniziato l’anno rendono il gruppo ottimista per il 2021, nonostante permanga l’incertezza sul fronte degli sviluppi della pandemia.

Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
Tutte le ultime su: brembo , bilanci 2020 , dividendi