NAVIGA IL SITO

BPM (-8,4%) tra i peggiori al FTSEMib

di Edoardo Fagnani 11 mag 2016 ore 12:16 Le news sul tuo Smartphone

Pioggia di vendite sulla Popolare di Milano (-8,36% a 0,51 euro, dopo uno stop per eccesso di ribasso). L’istituto ha chiuso il primo trimestre 2016, periodo chiuso con un utile netto di 48,31 milioni di euro, in contrazione del 28,5% rispetto ai 67,6 milioni ottenuti negli stessi mesi dello scorso anno, in conseguenza al minor contributo del risultato netto da attività finanziarie. I proventi operativi hanno registrato una contrazione dell’8,6% a 389,1 milioni di euro, principalmente in seguito al calo del risultato netto dell’attività finanziaria. A fine marzo il Common Equity Tier 1 era pari all’11,64% (12,32% fully phased), mentre il patrimonio netto del gruppo era pari a 4,68 miliardi di euro. Alla stessa data l’ammontare delle attività di rischio ponderate era pari a 34,6 miliardi. Sempre a fine marzo gli impieghi alla clientela erano scesi a 34,18 miliardi di euro, dai 34,19 miliardi di inizio anno. Alla stessa data il totale delle attività deteriorate era pari a 3,62 miliardi di euro, in flessione sia rispetto a marzo 2015 (-2,2%) che nel trimestre (-0,2%).
Dopo la diffusione dei risultati trimestrali gli analisti di Equita sim hanno tagliato da 1,09 euro a 0,83 euro il prezzo obiettivo sulla Popolare di Milano, in seguito ai parametri fissati per la futura fusione con il Banco Popolare; gli esperti hanno confermato l’indicazione di acquisto delle azioni. Per lo stesso motivo Kepler Cheuvreux ha tagliato da 0,82 euro a 0,63 euro il target price sulla banca; gli esperti hanno confermato l’indicazione di mantenere le azioni in portafoglio.

Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
Tutte le ultime su: banca popolare di milano