NAVIGA IL SITO

Borse tranquille: MPS nervosa

Oggi è giornata di scadenze tecniche: scadono i contratti di opzione sulle azioni e sugli indici con termine a luglio. Tra alti e bassi i bancari. Avvio positivo per RcsMediagroup

di Edoardo Fagnani 19 lug 2013 ore 09:08
Indici senza scossoni a Piazza Affari e in Europa in avvio dell’ultima seduta della settimana. Oggi è giornata di scadenze tecniche: scadono i contratti di opzione sulle azioni e sugli indici con termine a luglio. Intanto, l’agenzia Moody’s ha migliorato le prospettive sul rating degli Stati Uniti, portandole da “negative” a “stabili”, sulle prospettive di una stabilizzazione della crescita economica. Il rating è stato confermato a “Aaa”.
Il FTSEMib registra un minimo ribasso dello 0,07%, mentre il FTSE Italia All Share scende dello 0,1%. Sulla parità il FTSE Italia Mid Cap (+0,05%) e il FTSE Italia Star (invariato).
Chiusura positiva per Wall Street. Il Dow Jones ha messo a segno un rialzo dello 0,5% a 15.548 punti, dopo aver fissato il nuovo massimo storico a 15.589 punti. Stessa performance per l’S&P500 (+0,5% a 1.689 punti, con il nuovo massimo storico a 1.693 punti). Più limitato il rialzo del Nasdaq, che ha recuperato lo 0,04% a 3.611 punti. In forte rialzo Morgan Stanley che ha guadagnato il 4,4%, dopo la diffusione dei risultati trimestrali. In forte ribasso, invece, eBay (-6,7%).
In forte ribasso la borsa di Tokyo nell’ultima seduta della settimana. L’indice Nikkei ha subito una flessione del ‘1,48% a 14.590 punti. 

Tra alti e bassi i bancari.
Partenza negativa per il Monte dei Paschi di Siena. Il titolo della banca toscana scende dell’1,4% a 0,2179 euro. L’assemblea degli azionisti dell’istituto ha approvato l’eliminazione al limite del 4% per la quota detenuta da un singolo azionista. Intanto, gli analisti di Goldman Sachs hanno peggiorato il giudizio su Monte dei paschi di Siena e ora consigliano di vendere le azioni, sulla base di un nuovo prezzo obiettivo di 0,19 euro.
Al contrario, la stessa banca d’affari ha migliorato il rating sulla Popolare di Milano (+5,19% a 0,3813 euro), portandolo da “Neutrale” a “Buy” (acquistare). Gli esperti hanno fissato un target price di 0,49 euro.

Avvio positivo per RcsMediagroup. Il titolo della società editoriale sale del 2,92% a 1,128 euro. Urbano Cairo ha comunicato che nei giorni scorsi, tramite la propria controllata U.T. Communications, ha proceduto all'acquisto di 11.989.643 azioni ordinarie di RcsMediagroup. Cairo ha precisato che l'investimento è stato effettuato a titolo personale.

Brunello Cucinelli balza del 3,29% a 20,73 euro. La società ha chiuso il primo semestre del 2013 con ricavi per 157,6 milioni di euro, in crescita del 16,5% (+17,2% a cambi costanti), rispetto ai 135,2 milioni ottenuti nei primi sei mesi dello scorso anno. I risultati sono piaciuti a Deutsche Bank, che ha alzato da 15,5 euro a 17,6 euro il prezzo obiettivo su Brunello Cucinelli. Gli esperti hanno confermato il giudizio “Hold” (mantenere).
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.