NAVIGA IL SITO

Borse, prevalgono gli acquisti (aspettando Bernanke…)

I mercati sono in attesa delle decisioni della FED. Previsto un calo degli acquisti di titoli di stato, mentre i tassi di interesse dovrebbero restare invariati

di Edoardo Fagnani 18 set 2013 ore 12:32

Piazza Affari e le principali borse europee si portano in territorio positivo, in attesa delle decisioni della FED in materia di politica monetaria. Previsto un calo degli acquisti di titoli di stato, mentre i tassi di interesse dovrebbero restare invariati.
Il FTSEMib registra un progresso dello 0,61%, mentre il FTSE Italia All Share sale dello 0,53%. Variazioni positive anche per il FTSE Italia Mid Cap (+0,12%) e del FTSE Italia Star (+0,35%).
L’euro oscilla tra gli 1,335 dollari e gli 1,34 dollari. L’oro è sceso a 1.300 dollari.

CONSULTA tutte le quotazioni dei titoli del FTSE MIB

Mediobanca registra un rialzo del 2,64% a 5,25 euro. Non si sono fatti attendere i giudizi degli analisti dopo i dati di bilancio. Citigroup ha alzato da 5,6 euro a 6 euro il prezzo obiettivo sull’istituto di Piazzetta Cuccia, in seguito al miglioramento delle stime sull’utile per azione per i prossimi esercizi. Gli esperti hanno confermato l’indicazione di acquisto delle azioni. Stessa indicazione da Equita sim e Kepler Cheuvreux, che hanno incrementato la valutazione su Mediobanca rispettivamente a 6,5 euro e a 5,6 euro per azione. Entrambe le banche d’affari hanno confermato il giudizio “Buy” (acquistare) e hanno migliorato le stime sull’utile per azione per i prossimi due esercizi.

Seduta positiva per Telecom Italia. Il gruppo telefonico sale dello 0,67% a 0,6005 euro. Il Sole24Ore ha scritto che Telecom Italia avrebbe pronto il documento sullo scorporo della rete da presentare al Consiglio Agcom del prossimo 30 settembre. Il tema è solo scivolato in secondo piano, oscurato dalle manovre sui destini dell'assetto azionario, ma non si sarebbe assolutamente fermato nei mesi estivi. Intanto, gli analisti di Equita sim hanno ritoccato al rialzo il prezzo obiettivo sulle azioni ordinarie Telecom Italia, portandolo da 0,6 euro a 0,65 euro, mentre hanno limato da 0,54 euro a 0,52 euro il target price sui titoli di risparmio. Gli esperti hanno confermato il giudizio “Hold” (mantenere).

Enel perde lo 0,21% a 2,818 euro. Il bond ibrido lanciato nelle scorse ore dal colosso elettrico ha una durata di 60 anni e un ammontare di 1,25 miliardi di dollari. Il rendimento iniziale del titolo, che ha un’opzione di riacquisto al decimo anno, sarebbe stato fissato al’8,875%.

Tod’s in rialzo dell’1,02% a 139,1 euro. Société Générale ha ritoccato al rialzo il prezzo obiettivo sulla società, portandolo da 100 euro a 105 euro. Tuttavia, gli esperti hanno ribadito l’indicazione di vendita delle azioni.


Avvio di giornata in rosso per CIR (-1,55% a 1,206 euro), dopo il forte rialzo messo a segno ieri. La holding ha precisato che a seguito della sentenza della Corte di Cassazione sul Lodo Mondadori, l’importo definitivo del risarcimento riconosciuto alla società ammonta a circa 494 milioni di euro. Alcuni operatori non escludono che i vertici di CIR possano assegnare un dividendo straordinario ai propri azionisti. Gli analisti di Kepler Cheuvreux hanno ritoccato al rialzo il prezzo obiettivo sulla holding, portandolo da 1,3 euro a 1,35 euro. Gli esperti hanno confermato l’indicazione di acquisto delle azioni. Secondo Kepler Cheuvreux i soldi incassati dal Lodo Mondadori potrebbero essere utilizzati per la distribuzione di un dividendo straordinario oppure per l’acquisto di azioni proprie, senza escludere la possibilità di procedere con la fusione con Cofide (-0,83%). Indicazione simile da Mediobanca, che ha incrementato da 1,15 euro a 1,44 euro il prezzo obiettivo su CIR. Gli esperti hanno confermato il giudizio “Neutrale”.

Buzzi Unicem balza del 5,47% a 11,95 euro. Goldman Sachs ha migliorato il giudizio sulla società e ora consiglia l’acquisto delle azioni, sulla base di un miglioramento delle stime finanziarie per il biennio 2014/2015. Gli esperti hanno anche incrementato da 11,7 euro a 13,3 euro il prezzo obiettivo, sull’ipotesi di un aumento dei prezzi del cemento dove l’azienda è maggiormente attiva.
Sempre Goldman Sachs ha incrementato il prezzo obiettivo di Italcementi (+1,75% a 5,515 euro), portandolo da 4,9 euro a 5,1 euro, in seguito al miglioramento delle stime sull’utile per azione per il triennio 2013/2015. Tuttavia, gli esperti hanno ribadito l’indicazione di vendita delle azioni.

TamburiIP sale del 3,89% a 1,898 euro. Gli analisti di Intermonte hanno iniziato la copertura sulla società con un prezzo obiettivo di 2,4 euro e l’indicazione di acquisto delle azioni. Gli esperti apprezzano la capacità del management di gestire le partecipazioni in portafoglio.

Cell Therapeutics registra un balzo dell’8,7% a 1,024 euro. La società biotech ha comunicato che il 15 settembre il capitale sociale è salito, passando da 112.631.611azioni a 114.564.691 azioni.

Tutte le ultime su: piazza affari , mediobanca , telecom italia , cir
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.