NAVIGA IL SITO

Borse in rialzo: bene le aste dei titoli di stato italiani

I risultati dei collocamenti odierni sono stati soddisfacenti. Il rendimento ha registrato una contrazione, mentre la richiesta dei titoli è stata sostenuta

di Edoardo Fagnani 26 gen 2012 ore 12:36
Indici in territorio positivo a Piazza Affari e in Europa. Riflettori accesi sulle aste di alcuni titoli di stato italiani. I risultati dei collocamenti odierni sono stati soddisfacenti. Il rendimento ha registrato una contrazione, mentre la richiesta dei titoli è stata sostenuta.
Il FTSEMib sale dell’1,2%, mentre il FTSE Italia All Share è in progresso dell’1,12%. In rialzo anche il FTSE Italia Mid Cap (+1,06%) e il FTSE Italia Star (+0,66%).
L’euro ha superato gli 1,31 dollari, in attesa della diffusione di alcuni importanti dati macroeconomici negli Stati Uniti. L’oro è risalito a 1.710 dollari.

CONSULTA tutte le quotazioni dei titoli del FTSE MIB


Giornata positiva per Unicredit. Il titolo dell’istituto registra un progresso dell’1,58% a 3,86 euro.
Monte dei Paschi di Siena registra un balzo del 4,67% a 0,3069 euro. Dalle comunicazioni di Internal Dealing diffuse da Borsa Italiana si apprende che il 19 gennaio Francesco Gaetano Caltagirone ha venduto 70 milioni di azioni dell’istituto toscano a prezzi compresi tra gli 0,2081 euro e gli 0,2109 euro.
Mediolanum è in rialzo del 3,86% a 3,39 euro. Kepler ha ritoccato al rialzo il prezzo obiettivo sulla compagnia guidata da Ennio Doris, portandolo da 3,5 euro a 3,6 euro, in seguito all’incremento delle stime per i prossimi trimestri. Gli esperti hanno ribadito l’indicazione di acquisto delle azioni.

Petroliferi in generale rialzo. Eni sale dello 0,42% a 16,9 euro. Gli analisti di Cheuvreux hanno tagliato le stime sull’utile per azione del Cane a sei zampe per il 2011, mentre non hanno modificato quelle per il biennio 2012/2013. Gli esperti hanno ribadito il giudizio “Outperform” (farà meglio del mercato) e il prezzo obiettivo di 19 euro. Sulla stessa lunghezza d’onda Intermonte, che ha ridotto le stime per il 2011, mentre non ha modificato il target price di 22 euro e il giudizio “Outperform”. Performance simile per Saipem (+0,54% a 35,57 euro). In decisa flessione, invece, Tenaris (-1,79% a 14,82 euro). Mediobanca ha peggiorato il giudizio sulla società, portandolo da “Outperform” (farà meglio del mercato) a “Neutrale”, in seguito alle maggiori incertezze del mercato di riferimento. Gli esperti hanno confermato il prezzo obiettivo di 14,7 euro. In forte progresso Saras (+4,29% a 1,094 euro) ed Erg (+1,48% a 8,59 euro).
Enel Green Power recupera lo 0,46% a 1,535 euro. Gli analisti di ING hanno iniziato la copertura sulla società energetica con una valutazione di 1,5 euro per azione e un giudizio “Hold” (mantenere).
Edison è in rialzo dello 0,12% a 0,8275 euro. Il Consiglio di Amministrazione di Iren (+1,31%) non ha approvato la proposta di term sheet su Edipower pervenuta da A2A (+2,07% a 0,716 euro) in quanto la stessa non ha recepito punti essenziali della posizione espressa dalla municipalizzata.

Telecom Italia è in rialzo dell’1,82% a 0,783 euro. Equita sim ha sforbiciato da un euro a 0,86 euro per azione la valutazione sulla compagnia telefonica, in seguito alla riduzione delle stime sulla redditività e sul dividendo. Gli esperti hanno ribadito il giudizi “Hold” (mantenere).

Fiat Industrial guadagna l’1,07% a 8.025 euro. Gli analisti di Equita sim consigliano lo smembramento della società tramite lo spostamento delle controllate Case Hew Holland e Iveco sotto il controllo diretto di Exor.
Fiat registra un progresso del 2,1% a 4,66 euro. Gli analisti di Jp Morgan hanno limato da 4 euro a 3,9 euro il target price sulla società automobilistica. Gli esperti hanno ribadito il giudizio “Underweight” (sottopesare).

Stm registra un rialzo dell’1,35% a 5,245 euro. Oggi Nokia, uno dei maggiori clienti del gruppo italofrancese, ha comunicato i risultati del quarto trimestre del 2011. Intanto, gli analisti di Goldman Sachs hanno ridotto da 8,3 euro a 8 euro il prezzo obiettivo su Stm. Gli esperti hanno ribadito il giudizio “Neutrale”.

Finmeccanica sale dell’1,69% a 3,6 euro. La società aeronautica si è aggiudicata nuovi contratti per un valore complessivo di circa 120 milioni di euro attraverso la controllata SELEX Sistemi Integrati.

Atlantia perde lo 0,16% a 12,15 euro. Gli analisti di Nomura hanno tagliato da 17,2 euro a 14,8 euro il prezzo obiettivo sulla concessionaria autostradale. Gli esperti hanno confermato il rating “Neutral”. La stessa banca d’affari ha tagliato da 10,5 euro a 9,8 euro il target price su Sias (invariata a 5,5 euro), ribadendo indicazione di acquisto delle azioni.

Tod’s sale dell’1,5% a 67,5 euro. Dopo la diffusione dei risultati preliminari del 2011 gli analisti di Equita sim hanno limato le stime finanziarie per l’esercizio in corso. Gli esperti hanno confermato il giudizio “Hold” (mantenere) e il prezzo obiettivo di 74 euro. Kepler, invece, ha sforbiciato da 86,5 euro a 81 uro il prezzo obiettivo su Tod’s, in seguito alla riduzione delle stime sul fatturato e sulla redditività per il biennio 2012/2013. Gli esperti hanno ribadito l’indicazione di acquisto delle azioni.

Tutte le ultime su: piazza affari , ctz , monte dei paschi di siena
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.

Guide Lavoro

Chi e per cosa si può utilizzare NoiPA

NoiPA è la piattaforma digitale per la gestione del personale e degli stipendi del settore pubblico.

da

ABCRisparmio

Cosa è e come si usa il cassetto fiscale

Cosa è e come si usa il cassetto fiscale

Il cassetto fiscale è un archivio online tramite il quale ogni contribuente può consultare qualsiasi informazione riguardante la propria posizione fiscale Continua »