NAVIGA IL SITO

Borse, domina l'incertezza in avvio di giornata

Bancari sempre protagonisti: pertenza negativa per la Popolare dell’Emilia Romagna. Spiccano i forti rialzi, invece, di Maire Tecnimont e di CTI BioPharma

di Edoardo Fagnani 21 lug 2014 ore 09:11
Piazza Affari e le principali borse europee iniziano la settimana con gli indici in frazionale ribasso. Intanto, lo scorso venerdì l’agenzia Fitch ha confermato ad “AAA” il rating sul debito sovrano della Germania. Le prospettive sul giudizio per i prossimi trimestri rimangono “stabili”.
Il FTSEMib registra un calo dello 0,26%, mentre il FTSE Italia All Share perde lo 0,23%. In leggero rialzo, invece, il FTSE Italia Mid Cap (+0,12%) e il FTSE Italia Star (+0,1%).
Wall Street ha terminato la scorsa settimana con una seduta positiva. Il Dow Jones ha guadagnato lo 0,73% a 17.100 punti. In rialzo di un punto percentuale l’S&P500 (+1,03% a 1.978 punti). Performance migliore per il Nasdaq, che è salito dell’1,57% a 4.432 punti. Spicca il forte rialzo di Google (+3,72% a 595,08 dollari), dopo la diffusione dei risultati trimestrali.
Oggi la borsa di Tokyo è rimasta chiusa per festività.

milano_3Bancari sempre protagonisti. 
Avvio negativo per la Popolare dell’Emilia Romagna (-1,37% a 6,49 euro). L’istituto ha comunicato che la termine dell'aumento di capitale sono stati esercitati 332.615.536 diritti di opzione per la sottoscrizione di 145.519.297 nuove azioni, pari al 99,77% del totale delle azioni offerte, per un controvalore complessivo di 747,97 milioni di euro.

Maire Tecnimont registra un progresso del 4,39% a 2,14 euro. La società ha comunicato di aver firmato un accordo preliminare con Fatima Group Principals e Midwest Fertilizer Corportation con l'obiettivo di negoziare e finalizzare gli accordi per una collaborazione strategica volta alla realizzazione di un nuovo megacomplesso di fertilizzanti, situato a Mount Vernon, Posey County, Indiana (Stati Uniti).

In leggera flessione Fincantieri. Il titolo perde lo 0,07% a 0,74 euro. Oggi la società diffonderà i risultati del primo semestre del 2014.

CTI BioPharma balza del 5,32% a 2 euro. La società biotech ha comunicato che il Ministero della Sanità Israeliano ha approvato il farmaco PIXUVRI (pixantrone), come trattamento monoterapico per la cura di adulti affetti da linfoma non-Hodgkin (LNH) a cellule B, aggressivo, più volte recidivato o refrattario, che non siano già stati sottoposti in precedenza a più di tre trattamenti. La società biotech ha aggiunto che Neopharm Group, il secondo più grande distributore israeliano di prodotti farmaceutici e per la salute, si occuperà della distribuzione e della commercializzazione di Pixuvri in Israele.
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.