NAVIGA IL SITO

Borse boom: Milano la migliore!

I riflettori del mercato erano puntati sulle aste dei titoli di spagnoli: il collocamento è stato apprezzato dal mercato. Riflettori accesi sulla galassia Ligresti

di Edoardo Fagnani 17 apr 2012 ore 17:49

Giornata brillante per Piazza Affari e per le principali borse europee. I riflettori del mercato erano puntati sulle aste dei titoli di spagnoli con scadenza a 12 e 18 mesi. Il collocamento è stato apprezzato dal mercato: i tassi dei titoli sono saliti (come nelle aspettative), ma la domanda è stata sostenuta. Indicazioni positive anche dall’indice ZEW in Germania, risultato migliore delle attese. Riflettori accesi sulla galassia Ligresti: rialzi a due cifre per Fondiaria e Milano Assicurazioni. In forte ripresa anche i bancari. Positiva Tenaris, dopo essere arrivata a perdere il 5% in mattinata.
Il FTSEMib è salito del 3,68% a 14.942 punti, poco sotto al massimo di 14.957 punti. Il FTSE Italia All Share ha guadagnato il 3,53% a 15.959 punti. In forte progresso anche il FTSE Italia Mid Cap (+4,05%) e il FTSE Italia Star (+1,4%). Il controvalore degli scambi nella seduta odierna è salito a 2,21 miliardi di euro, rispetto agli 1,89 miliardi di ieri. Su 326 titoli trattati 231 hanno terminato la giornata con un rialzo, mentre i segni meno sono stati 80. Invariate le rimanenti 15 azioni.
L’euro è tornato sopra gli 1,31 dollari. L’oro si attesta a 1.655 dollari.

CONSULTA tutte le quotazioni dei titoli del FTSE MIB


Riflettori accesi sulla galassia Ligresti
. Fondiaria-SAI ha guadagnato il 38,9% a 1,15 euro, dopo essere stata sospesa per eccesso di rialzo. Unipol (+23,7% a 24,56 euro) ha comunicato che intende proseguire nel progetto di integrazione con la galassia Ligresti, qualora i consigli di amministrazione di Premafin (-5,85% a 0,2751 euro), Fondiaria-Sai e Milano Assicurazioni (+17,2% a 0,262 euro) condividano i termini economici fissati dalla compagnia assicurativa. Nel dettaglio, Unipol ha deliberato che il prezzo delle azioni, che dovranno essere emesse nell'ambito dell'aumento di capitale Premafin riservato non sia superiore a 0,195 euro e che la propria partecipazione nel nuovo soggetto assicurativo sia pari a 66,7%. Nel contempo, il management di Premafin ha deliberato un aumento di capitale per un importo complessivo massimo 400 milioni di euro da attuarsi mediante emissione di un numero di azioni non superiore a 2.051.282.051 riservate a Unipol o ad altri operatori del settore. Al contrario, l’operazione è stata contestata dal tandem Sator-Palladio, promotori di un’offerta concorrente su Fondiaria-SAI.

Seduta decisamente positiva per i bancari.
Unicredit ha registrato un progresso del 7,15% a 3,236 euro. Sono state presentate ieri le candidature per il futuro consiglio d'amministrazione dell’istituto. Tra i consiglieri figurano Luca Cordero di Montezemolo (espressione del fondo Aabar di Abu Dhabi) e Alessandro Caltagirone, figlio di Francesco Gaetano Caltagirone che ha raccolto l'1% in sede di aumento di capitale. IntesaSanpaolo è balzata dell’8,07% a 1,246 euro. Equita sim ha ridotto il prezzo obiettivo sull’istituto, portandolo da 2,1 euro a 1,9 euro, in seguito al taglio delle stime sull’utile per azione per l’esercizio in corso. Gli esperti hanno ribadito l’indicazione di acquisto delle azioni.
La Popolare dell’Emilia Romagna ha guadagnato l’11% a 4,892 euro. Kepler ha tagliato il prezzo obiettivo sull’istituto emiliano, portandolo da 5,9 euro a 5,6 euro. Tuttavia, gli esperti hanno migliorato il giudizio e ora consigliano l’acquisto delle azioni, in seguito al recente ribasso subito dal titolo.
Rialzo nell’ordine del 9% per il Banco Popolare (+9,34%) e la Popolare di Milano (+8,77%).


In generale rialzo i petroliferi. Bene Tenaris (+1,7% a 13,73 euro), dopo essere arrivata a perdere il 5% in mattinata. Gli addetti ai lavori hanno segnalato i timori per una possibile nazionalizzazione delle attività del gruppo in Argentina, dopo che il governo del paese sudamericano ha adottato una decisione simile sulle attività della spagnola Repsol. L’Argentina rappresenta il 18% della capacità di Tenaris. Eni ha guadagnato il 2,62% a 16,83 euro. Gli analisti di Jefferies hanno migliorato il giudizio sul Cane a sei zampe e ora consigliano l’acquisto delle azioni. Gli esperti hanno anche alzato da 19 euro a 20 euro il prezzo obiettivo. In rialzo di oltre due punti percentuali Saipem (+2,03% a 37,75 euro). Segno più anche per Saras (+3,54% a 0,906 euro) ed Erg (+0,62% a 5,725 euro).
Enel Green Power è salita del 2,93% a 1,336 euro. La società ha comunicato che sono entrati in esercizio in Sicilia due nuovi impianti fotovoltaici. Molto bene anche Enel (+2,96%).
A2A ha limitato il recupero allo 0,85% a 0,485 euro. L’agenzia Moody’s ha messo sotto osservazione il rating “Baa1” sul debito della municipalizzata milanese per un possibile taglio. Gli esperti hanno segnalato la possibilità un peggioramento della struttura finanziaria dell’azienda.

Tra le altre società a maggiore capitalizzazione, focus sulla galassia Fiat. Fiat Auto ha guadagnato il 3,67% a 4,178 euro. L’ACEA ha comunicato che nel mese di marzo le immatricolazioni di automobili in Europa hanno registrato una flessione del 6,6% rispetto al dato dello stesso periodo del 2011. Fiat ha faggio peggio del mercato, registrando una contrazione delle vendite del 25,8%. Di conseguenza, la quota di mercato del Lingotto è scesa al 5,4%, rispetto al 7,2% di febbraio e al 6,8% di marzo del 2011. Fiat Industrial ha messo a segno un rialzo del 3,28% a 8,665 euro. Dalle comunicazioni giornaliere diffuse dalla Consob si apprende che il 12 aprile Harris Associates è diventato uno dei maggiori azionisti della società automobilistica con una quota del 2,001% del capitale.
Pirelli è salita dell’1,16% a 9,13 euro. Il gruppo della Bicocca ha firmato un accordo con la famiglia Faria da Silva per l'acquisto del 60% del capitale sociale di Campneus, una delle principali catene distributive di pneumatici in Brasile. Il controvalore dell’operazione è stato fissato a 54 milioni di reais, pari a circa 22,5 milioni di euro.
Stm ha guadagnato l’1,63% a 5,29 euro. Il management del gruppo italofrancese ha proposto la distribuzione di un dividendo di 0,4 dollari per azione con riferimento al bilancio 2011. La cedola sarà staccata trimestralmente nei mesi di giugno, agosto, novembre e febbraio 2013. Il primo dividendo di 0,1 dollari sarà assegnato il 4 giugno, con data di stacco il 7 giugno.

Al segmento STAR ancora sotto i riflettori Mondo TV (-0,71% a 0,7695 euro), in una seduta caratterizzata da elevata volatilità. La società ha comunicato che sono stati venduti, nel corso della prima riunione dell'offerta in Borsa, tutti i 92.247 diritti di opzione rimasti non esercitati all'esito dell'aumento di capitale.
Cementir è balzata del 6,35% a 1,54 euro. Intermonte ha tagliato da 2 euro a 1,8 euro il prezzo obiettivo sulla società in seguito alla riduzione delle stime sulla redditività per l’esercizio in corso. Gli esperti hanno confermato il giudizio “Neutrale”.

Tutte le ultime su: piazza affari , fondiaria sai , premafin , unicredit , tenaris
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.

Guide Lavoro

Gli incentivi per l'assunzione di lavoratori

La legge riconosce sgravi contributivi per le assunzioni di persone in particolari condizioni. L’incentivo ha un’entità e una durata variabile. In questa guida tutti i bonus attualmente in vigore

da

ABCRisparmio

Come funziona la cedolare secca

Come funziona la cedolare secca

La cedolare secca consiste in un’imposta sostitutiva dell’Irpef e delle addizionali che si applica a redditi derivanti dalla locazione di immobili Continua »