NAVIGA IL SITO

Piazza Affari anche oggi maglia nera!

Ancora una giornata all’insegna delle vendite per i bancari, dopo che lo spread tra Btp e bund tedeschi ha superato i 300 punti. Rialzo a due cifre per Astaldi

di Edoardo Fagnani 8 ott 2018 ore 17:50

Piazza Affari ha trascinato al ribasso le principali borse europee nella prima seduta della settimana: Borsa Italiana è stata la peggiore nel Vecchio Continente, dopo che lo spread tra Btp e bund tedesco con scadenza a 10 anni ha superato i 300 punti. Resta in primo piano la politica italiana. La Commissione Europea ha dato parere negativo alla Nota di aggiornamento al DEF, contestando l’aumento dei target sul deficit per il triennio 2019/2021. Secondo gli analisti di IntesaSanpaolo la lettera è un primo avvertimento che la proposta di budget 2019 sarà respinta, se non sarà rivista in modo da includere una correzione strutturale del deficit. Parallelamente Generali Investments ritiene che la pressione del mercato sulle attività italiane – e in particolare i BTP – nel breve termine rimarrà elevata. "La Commissione Europea respingerà il bilancio italiano, mentre entro la fine di ottobre dovrebbero arrivare le revisioni al ribasso nel giudizio delle agenzie di rating", hanno sottolineato gli esperti. Ancora una giornata all’insegna delle vendite per i bancari. È proseguito il recupero di Astaldi, oggi sospesa al rialzo per gran parte della giornata.

Il FTSEMib ha terminato la seduta con un ribasso del 2,43% a 19.851 punti, dopo aver oscillato tra un minimo di 19.812 punti e un massimo di 20.175 punti. Il FTSE Italia All Share ha lasciato sul terreno il 2,47%. Performance peggiori per il FTSE Italia Mid Cap (-2,68%) e il FTSE Italia Star (-3,01%).

L’euro è sceso sotto gli 1,15 dollari; alle 17.30 il bitcoin si confermava sopra i 6.500 dollari (oltre i 5.500 euro).

 

CONSULTA le quotazioni dei titoli del SOLMib40

 

crollo-borsaAncora una giornata all’insegna delle vendite per i bancari, dopo che lo spread tra Btp e bund tedeschi ha superato i 300 punti.

Il Monte dei Paschi di Siena ha lasciato sul terreno il 4,54% a 1,9245 euro. Secondo quanto su scritto su Il Sole24Ore di sabato nei prossimi giorni l’istituto senese dovrebbe avviare la cessione di un portafoglio immobiliare per un ammontare di circa 500 milioni di euro. Il quotidiano finanziario ha aggiunto che entro il 12 ottobre potrebbero arrivare le offerte non vincolanti per il portafoglio di NPL da 2,4 miliardi di euro, denominato “Progetto Merlino”.

Giornata decisamente negativa anche per Unicredit (-3,56% a 11,97 euro) e per IntesaSanpaolo (-3,26% a 2,03 euro).

Performance peggiore per il BancoBPM (-6,47% a 1,851 euro). Dalle comunicazioni giornaliere diffuse dalla Consob si apprende che il 5 ottobre Marshall Wace ha incrementato dal 3,98% al 4,09% la posizione corta sull’istituto. Anche AQR Capital Management e RENAISSANCE TECHNOLOGIES hanno aumentato lo "short" sulla banca, portandolo rispettivamente allo 0,90% e allo 0,51%. Indicazione simile da AHL Partners che ha incrementato dallo 0,94% all'1,05% la posizione corta sul BancoBPM.

Da segnalare anche lo scivolone subito da Banca Ifis (-12,6% a 17,05 euro).

 

Leonardo ha ceduto l’1,74% a 10,185 euro. Secondo quanto su scritto su L’Economia, l’inserto del lunedì del Corriere della Sera, alcune banche di investimento starebbero studiando il progetto di un’aggregazione con Fincantieri, con l’obiettivo di creare un unico soggetto nel settore della difesa e della cantieristica.

 

Astaldi ha terminato la seduta con un balzo del 12,8% a 0,6995 euro, dopo essere rimasto sospeso per eccesso di rialzo per gran parte della giornata. Il Sole24Ore di sabato ha anticipato quali potrebbero essere le operazioni necessarie a riportare in equilibrio finanziario l’azienda. Nel dettaglio, il management starebbe studiando una ricapitalizzazione da 400 milioni di euro, suddivisa equamente in un aumento di capitale e in una conversione parziale del bond con scadenza nel 2020. A queste operazioni dovrebbero aggiungersi l’amissione di strumenti finanziari per 100 milioni di euro destinati alle banche creditrici e un taglio dell’esposizione debitoria per il restante miliardo di euro (40% dell’esposizione complessiva).

Tutte le ultime su: piazza affari
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.

Guide Lavoro

Gli incentivi per l'assunzione di lavoratori

La legge riconosce sgravi contributivi per le assunzioni di persone in particolari condizioni. L’incentivo ha un’entità e una durata variabile. In questa guida tutti i bonus attualmente in vigore

da

ABCRisparmio

Come funziona la cedolare secca

Come funziona la cedolare secca

La cedolare secca consiste in un’imposta sostitutiva dell’Irpef e delle addizionali che si applica a redditi derivanti dalla locazione di immobili Continua »