NAVIGA IL SITO

Rally delle Borse europee: FTSEMib +3,1%

Seduta decisamente positiva per i titoli del settore bancario e petrolifero. Stellantis tra i migliori di giornata. Spicca il balzo di Isagro, che ha guadagnato oltre il 100%

di Edoardo Fagnani 8 mar 2021 ore 17:46

mercato-azionario-crescitaRialzi nell'ordine del 2-3% per i maggiori indici di Borsa Italiana e le principali piazze finanziarie europee nella prima seduta della settimana. Secondo Giacomo Calef - Country manager di Notz Stucki - in questa fase di mercato è estremamente importante avere un approccio di portafoglio ben equilibrato in termini di settori. "Ad oggi non sappiamo se i rendimenti continueranno ad aumentare oppure torneranno a diminuire, ma possiamo solo dire che la costruzione di un portafoglio di buone aziende, qualunque sia il loro settore, con un buon equilibrio tra Value/Growth e ciclici/difensivi, rappresenta sempre la migliore soluzione per ottenere dei risultati soddisfacenti nel lungo termine", ha precisato l'esperto.

Il FTSEMib ha messo a segno un progresso del 3,12% a 23.682 punti, dopo aver oscillato tra un minimo di 23.068 punti e un massimo di 23.730 punti. Il FTSE Italia All Share ha guadagnato il 2,98%. Segno più anche per il FTSE Italia Mid Cap (+1,99%) e per il FTSE Italia Star (+1,65%). Nella seduta dell'8 marzo 2021 il controvalore degli scambi è balzato a 3,71 miliardi di euro, rispetto ai 3,12 miliardi di venerdì; sono passate di mano 853.884.515 azioni (805.392.633 nella seduta di venerdì). Su 446 titoli trattati, 334 hanno registrato una performance positiva, mentre i ribassi sono stati 89; invariate le restanti 23 azioni.

Alle 17.30 il bitcoin si attestava a 51.000 dollari (circa 43.000 euro).

Lo spread Btp-Bund si è ristretto sotto i 105 punti.

L’euro è sceso a 1,185 dollari.

 

Rialzi generalizzati per i titoli del settore bancario.

In evidenza UniCredit (+4,47% a 9,348 euro). Secondo quanto riportato da Il Sole24Ore nel week-end il fondo attivista Bluebell sarebbe entrato con una quota minima nel capitale dell’istituto e avrebbe subito espresso parere contrario alla nomina di Pier Carlo Padoan alla presidenza e della banca e all’ipotesi di un’integrazione con il Monte dei Paschi di Siena (+1,83%).

Il BancoBPM ha registrato un progresso del 4,04% a 2,293 euro. L’istituto ha raggiunto un accordo con Cattolica Assicurazioni (+1,89%) con il quale sono definiti i termini e le modalità di adeguamento e di prosecuzione della partnership nel settore della bancassurance e dei relativi diritti di uscita.

 

Giornata positiva per i titoli del settore petrolifero, dopo che a New York il prezzo del greggio (future con scadenza ad aprile 2021) è arrivato a sfiorare i 68 dollari al barile, per poi scendere a 65,5 dollari.

ENI ha guadagnato l'1,17% a 10,18 euro.

Performance migliore per Saipem (+2,63% a 2,419 euro). Dalle comunicazioni diffuse dalla Consob il 5 marzo 2021 si apprende che dal 1° marzo tra gli azionisti della società di ingegneristica figura UniCredit, con una quota dell’1,001% del capitale.

 

Stellantis ha registrato un balzo del 5,86% a 14,484 euro. L'assemblea straordinaria degli azionisti del colosso automobilistico ha approvato la già annunciata distribuzione condizionata (a seguito di una riduzione di capitale) ai detentori di un massimo di 54.297.006 azioni ordinarie di Faurecia e di un massimo di 308 milioni di euro in contanti, che rappresentano i proventi ricevuti da Peugeot per la vendita di azioni ordinarie di Faurecia nell’ottobre 2020.

Performance migliore per CNH Industrial (+7,56% a 13,16 euro).

 

Enel si è allineata al trend positivo del mercato (+2,68% a 8,084 euro). Il colosso elettrico e la controllata di diritto olandese Enel Finance International hanno sottoscritto una linea di credito revolving “sustainability-linked” per un ammontare di 10 miliardi di euro e una durata di cinque anni.

 

Isagro ha registrato un balzo del 112% a 2,65 euro. L’azienda ha comunicato che è stato raggiuto un accordo per l’acquisizione da parte di Gowan dell’intero capitale di Piemme, società che controlla indirettamente Isagro. Al closing dell’Operazione, Gowan acquisirà il controllo di Piemme e Holdisa e, di conseguenza, lancerà un’offerta pubblica d’acquisto obbligatoria. Il prezzo di acquisto dell’OPA sarà pari a 2,76 euro per ciascuna azione ordinaria Isagro e rappresenta un premio del 118% rispetto al relativo prezzo ufficiale di negoziazione (1,245 euro) alla data del 5 marzo 2021. L’operazione valorizza l’equity di Isagro in 106,9 milioni di euro.

 

Seduta brillante per Cerved Group (+14,6% a 8,015 euro). La società ha confermato che, nell’ambito delle valutazioni relative alla valorizzazione della divisione Credit Management, sono in corso trattative - senza vincolo di esclusiva - con fondi di private equity per la cessione della controllata Cerved Credit Management Group.

Tutte le ultime su: piazza affari
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.