NAVIGA IL SITO

Il FTSEMib ha chiuso poco sotto la parità

Prese di beneficio su UniCredit. Saras ha consolidato il balzo messo a segno il giorno precedente. WIIT ha registrato uno scivolone dell'8%. Debutto spumeggiante per The Italian Sea Group.

di Edoardo Fagnani 8 giu 2021 ore 17:46

mercato-neutroI maggiori indici di Borsa Italiana e le principali piazze finanziarie europee hanno registrato variazioni frazionali. "La maggior parte degli indici sta ancora flirtando con i massimi storici e gli investitori hanno bisogno di nuovi catalizzatori rialzisti per spingere ulteriormente i prezzi e giustificare un rally più esteso", ha segnalato Pierre Veyret – analista tecnico di ActivTrades.

Il FTSEMib ha terminato la seduta con un calo dello 0,06% a 25.809 punti, dopo aver oscillato tra un minimo di 25.705 punti e un massimo di 25.927 punti. Il FTSE Italia All Share ha ceduto lo 0,04%. Variazioni minime anche per il FTSE Italia Mid Cap (-0,08%) e per il FTSE Italia Star (-0,11%): l'indice che raggruppa le società ad alti requisiti ha interrotto la striscia di 13 rialzi consecutivi. Nella seduta dell'8 giugno 2021 il controvalore degli scambi è stato pari a 2,58 miliardi di euro, rispetto ai 2,6 miliardi di lunedì; sono passate di mano 760.209.369 azioni (768.937.988 nella seduta di lunedì).

Alle 17.35 il bitcoin era scivolato a 31.500 dollari (meno di 26.000 euro).

Lo spread Btp-Bund si è ristretto sotto i 110 punti.

L’euro ha sfiorato gli 1,22 dollari.

 

In generale ribasso i bancari.

Prese di beneficio su UniCredit (-1,07% a 10,742 euro), dopo il forte rialzo messo a segno nella seduta di lunedì 7 giugno 2021.

 

Atlantia in calo di mezzo punto percentuale (-0,47% a 15,75 euro). L’agenzia Moody’s ha confermato a “Ba2” il rating sul debito a lungo termine della holding delle infrastrutture e ha migliorato l’outlook, portandolo a “positivo”, in seguito al via libera degli azionisti alla cessione della quota detenuta in Autostrade per l’Italia.

 

Da segnalare il forte rialzo di NEXI (+1,86% a 16,95 euro). Gli analisti di Jefferies hanno incrementato il target price sulla società, portandolo da 20 euro a 25 euro; gli esperti hanno confermato l’indicazione di acquisto delle azioni.

 

Saras ha chiuso la seduta con un frazionale progresso dello 0,44% a 0,8598 euro, consolidando il balzo messo a segno il giorno precedente.

 

WIIT ha subito uno scivolone dell'8,04% a 17,84 euro. La società ha annunciato il collocamento di collocamento di 2,1 milioni di azioni ordinarie, pari a circa il 7,9% del capitale (post aumento) effettuato tramite procedura di accelerated bookbuild offering a investitori istituzionali. In particolare, 1,5 milioni di azioni sono rinvenienti da un aumento di capitale riservato. Il collocamento è stato effettuato a un prezzo pari a 17 per azione, con uno sconto del 12,4% rispetto al prezzo di chiusura del titolo WIIT nella seduta del 7 giugno 2021.

 

Debutto spumeggiante per The Italian Sea Group a Piazza Affari. Le azioni della matricola hanno registrato un rialzo del 7,16% a 5,251 euro. Il titolo era stato collocato a 4,9 euro, con una capitalizzazione iniziale della società pari a 260 milioni di euro.

Tutte le ultime su: piazza affari
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.