NAVIGA IL SITO

Piazza Affari positiva. Il FTSEMib chiude sui massimi

I titoli bancari sono rimasti sotto i riflettori: chiusura positiva per il Monte dei Paschi di Siena. Spicca il rialzo di Amplifon. In calo i petroliferi

di Edoardo Fagnani 8 gen 2024 ore 17:41

piazza-affari-positivaI maggiori indici di Borsa Italiana e le principali piazze finanziarie europee hanno terminato la giornata con progressi frazionali nella prima seduta della settimana. Pierre Veyret – analista tecnico di ActivTrades - ha segnalato che l'indice STOXX50 è ben al di sopra di 4.330 punti, il primo livello di supporto disponibile dopo il rimbalzo di venerdì. "Anche se la pressione ribassista diminuisce nel breve termine, è ancora difficile dire se l'attuale price action sia l'inizio di un'inversione di tendenza o solo un semplice pull-back prima di registrare un nuovo minimo. Sarà interessante osservare come il mercato potrà reagire alla zona 4.495/4.500 punti", ha puntualizzato l'esperto.

Il FTSEMib ha messo a segno un rialzo dello 0,42% a 30.570 punti, dopo aver oscillato tra un minimo di 30.201 punti e un massimo di 30.575 punti. Il FTSE Italia All Share ha guadagnato lo 0,48%. Segno più anche per il FTSE Italia Mid Cap (+1,11%) e per il FTSE Italia Star (+1,25%). Nella seduta dell'8 gennaio 2024 il controvalore degli scambi è sceso a 2,13 miliardi di euro, rispetto ai 2,28 miliardi di venerdì.

Alle ore 17.30 il bitcoin era tornato oltre i 45.000 dollari (poco più di 41.000 euro).

Lo spread Btp-Bund ha oscillato tra i 165 e i 170 punti, con il rendimento del Btp decennale che è tornato al 3,8%.

L’euro si è riportato oltre i 1,095 dollari.

 

I titoli del settore bancario sono rimasti sotto i riflettori, dopo le ottime performance messe a segno la scorsa settimana.

Buon rialzo per il Monte dei Paschi di Siena (+1,38% a 3,38 euro).

 

Chiusura positiva per Amplifon (+3,4% a 31,6 euro). Gli analisti di Morgan Stanley hanno aumentato il target price sulla società, portandolo a 35 euro; gli esperti hanno anche migliorato a “Overweight” (sovrappesare) il giudizio.

 

In flessione, invece, i titoli del settore petrolifero, dopo che il prezzo del greggio a New York (contratto con scadenza a febbraio 2024) è sceso a 70,5 dollari al barile.

Spicca il ribasso di ENI (-2,96% a 15,08 euro). In rosso anche Saipem (-3,86%) e Tenaris (-2,09%).

 

In ripresa le società del lusso. Brunello Cucinelli e Moncler hanno guadagnato rispettivamente il 2,29% e il 2,53%.

Tutte le ultime su: piazza affari
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.