NAVIGA IL SITO

Le banche spingono il FTSEMib sui massimi di giornata

Si segnalano i progressi del BancoBPM e UBI Banca. Ancora in difficoltà Bio-ON dopo la correzione subita la scorsa settimana. Esordio brillante per Cyberoo all’AIM Italia

di Edoardo Fagnani 7 ott 2019 ore 17:50

I maggiori indici di Borsa Italiana e le principali borse europee hanno iniziato la settimana con discrete performance. Chiusura positiva per i titoli del settore bancario, in una seduta caratterizzata da forte volatilità: spiccano i rialzi messi a segno dal BancoBPM e UBI Banca. Ancora in difficoltà Bio-ON dopo la forte correzione subita la scorsa settimana. Esordio brillante per Cyberoo all’AIM Italia.

mercato-andamentoIl FTSEMib ha terminato la giornata con un progresso dello 0,85% a 21.652 punti, il massimo di giornata (minimo di 21.379 punti). Il FTSE Italia All Share ha recuperato lo 0,81%. Chiusura positiva anche per il FTSE Italia Mid Cap (+0,56%) e per il FTSE Italia Star (+0,8%). Nella seduta odierna il controvalore degli scambi è sceso a 1,5 miliardi di euro, rispetto agli 1,92 miliardi di venerdì; sono passate di mano 393.358.478 azioni (552.420.954 nella seduta di venerdì). Su 413 titoli trattati, 227 hanno registrato una performance positiva, mentre i ribassi sono stati 147; invariate le restanti 39 azioni.

L’euro si è riportato a 1,1 dollari, mentre il bitcoin è tornato oltre gli 8.000 dollari (circa 7.500 euro).

Lo spread Btp-Bund è salito a 143 punti.

 

Chiusura positiva per i titoli del settore bancario, in una seduta caratterizzata da forte volatilità.

Spiccano i rialzi messi a segno dal BancoBPM (+1,53% a 1,86 euro) e UBI Banca (+2,52% a 2,56 euro). Milano Finanza ha scritto che l’idea di un’integrazione tra i due istituti “non avrebbe ancora la consistenza di un progetto ma già raccoglie consensi tra alcuni soci storici” delle due banche.

 

Buone performance per i titoli del settore petrolifero.

In evidenza ENI (+0,8% a 13,652 euro). Il Cane a sei zampe ha lanciato un'emissione obbligazionaria a tasso fisso del valore nominale di 750 milioni di euro collocata sul mercato degli Eurobond nell'ambito del proprio programma di Euro Medium Term Note in essere. Il prestito obbligazionario ha scadenza 11 ottobre 2034, paga una cedola annua dell'1% e ha un prezzo di re-offer di 99,392%.

Performance migliore per Saipem (+2,98% a 4,118 euro).

 

Buona seduta per per la Juventus FC (+1,19% a 1,3135 euro). La squadra bianconera ha battuto per 2 a 1 l’Inter nello scontro al vertice della SerieA. Con la vittoria a San Siro la Juventus ha scavalcato i nerazzurri ed è passata al comando della classifica del campionato.

 

Ancora in difficoltà Bio-ON dopo la forte correzione subita la scorsa settimana. Il titolo dell’azienda, quotata all'AIM Italia e attiva nel settore dei biopolimeri di alta qualità, ha subito uno scivolone del 20,5% a 6,8 euro, dopo essere rimasto sospeso per eccesso di ribasso per tutta la mattinata. Secondo quanto riportato dal quotidiano La Stampa, la Consob avrebbe acceso un faro sulla società, in particolare sui risultati del primo semestre del 2019, che hanno visto un drammatico calo del fatturato. La commissione starebbe esaminando anche le joint-venture costituite per le applicazioni legate ai brevetti sviluppati dalla società. Pronta la risposta di Bio-ON; la società ha ricordato che a inizio agosto ha depositato un esposto contro il fondo Quintessential Capital Management per Market Abuse e relativi reati di manipolazione, portato anche a conoscenza della Consob.

 

Cyberoo in forte progresso nel giorno del debutto all’AIM Italia. Il titolo della società, specializzata in cyber security per le imprese, ha registrato un balzo del 51,5% a 4,333 euro, dopo essere rimasto sospeso per eccesso di rialzo per gran parte della mattinata. Le azioni Cyberoo sono state collocate a un prezzo di 2,86 euro; in base al prezzo di offerta, la capitalizzazione iniziale di Cyberoo è stata di 27,17 milioni di euro.

 

Safilo ha terminato la giornata con uno scivolone del 9,9% a 1,038 euro. La società e Kering Eyewear hanno annunciato il rinnovo dell'accordo per la produzione e la fornitura dei prodotti a marchio Gucci. La partnership, di durata triennale, entrerà in vigore a partire da gennaio 2021, garantendo piena continuità rispetto al precedente contratto in scadenza a dicembre 2020.

Tutte le ultime su: piazza affari
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
da

ABCRisparmio

Come si effettua il riscatto della laurea

Come si effettua il riscatto della laurea

Il riscatto della laurea consente di considerare validi per la pensione gli anni trascorsi all’università, come se si fosse lavorato anziché studiato Continua »