NAVIGA IL SITO

FTSEMib, chiusura di seduta (e di settimana) positiva

Sotto i riflettori il BancoBPM, Enel e Leonardo, dopo la diffusione dei risultati finanziari del primo trimestre 2021. Seduta incerta per Telecom Italia TIM

di Edoardo Fagnani 7 mag 2021 ore 17:44

borsa-positiva_1I maggiori indici di Borsa Italiana e le principali piazze finanziarie europee hanno chiuso l'ultima seduta della settimana in territorio positivo. In evidenza Francoforte che ha guadagnato oltre un punto percentuale. Mark Dowding, CIO di BlueBay - ha segnalato che un clima da risk-off nei primi giorni di maggio ha visto i mercati azionari e i rendimenti dei titoli di Stato scambiare leggermente al ribasso, sebbene con volumi modesti e senza troppa convinzione. "Con poche nuove notizie rilevanti, la dinamica sell in may and go away potrebbe essere stata in parte responsabile di questo movimento dei prezzi, in seguito al recente rally delle azioni", ha ipotizzato l'esperto.

Il FTSEMib ha registrato un progresso dello 0,48% a 24.612 punti (minimo di 24.420 punti, massimo di 24.641 punti) e ha terminato la settimana con un rialzo complessivo dell'1,95%. Il FTSE Italia All Share ha guadagnato lo 0,57%. Performance migliori per il FTSE Italia Mid Cap (+1,56%) e per il FTSE Italia Star (+1,26%). Nella seduta del 7 maggio 2021 il controvalore degli scambi è sceso a 2,49 miliardi di euro, rispetto ai 3,15 miliardi di giovedì; sono passate di mano 640.654.723 azioni (1.049.291.398 nella seduta di giovedì). Su 440 titoli trattati, 270 hanno registrato una performance positiva, mentre i ribassi sono stati 137; invariate le restanti 33 azioni.

Alle 17.30 il bitcoin era risalito oltre i 57.000 dollari (circa 47.000 euro).

Lo spread Btp-Bund ha sfiorato i 115 punti.

L’euro ha toccato gli 1,215 dollari.

 

Seduta contrastata per i titoli del settore bancario.

In rosso il BancoBPM (-0,04% a 2,461 euro), dopo la diffusione dei risultati finanziari del primo trimestre 2021. Con riferimento all’andamento operativo nel 2021, il management del BancoBPM ha segnalato che il contesto esterno continuerà inevitabilmente a costituire un fattore di condizionamento rilevante. Il management ha puntualizzato che allo stato le “core revenues”, rappresentate da margine di interesse e commissioni nette, sono attese in significativa crescita rispetto ai valori dell’esercizio precedente.

UniCredit ha registrato un progresso dello 0,67% a 9,35 euro. Nel corso della conference call a commento dei risultati del primo trimestre 2021 il nuovo numero uno della banca, Andrea Orcel, non ha escluso possibili acquisizioni,  strategia che potrebbe accelerare la crescita dell’istituto.

 

Enel ha messo a segno un minimo rialzo dello 0,01% a 8,268 euro. Il colosso elettrico ha comunicato i risultati finanziari del primo trimestre del 2021, periodo che ha visto un calo dei ricavi e della redditività, a cui ha fatto da contraltare l’aumento degli investimenti. Il management di Enel ha confermato i target finanziari relativi all’esercizio 2021, comunicati a novembre 2020, in occasione della presentazione del piano strategico per il triennio 2021-2023.

 

Leonardo ha terminato la giornata in territorio negativo (-1,03% a 6,908 euro). La società aerospaziale ha comunicato i risultati finanziari del primo trimestre del 2021, periodo chiuso con ricavi in crescita e redditività in miglioramento. Inoltre, il management ha confermato le stime finanziarie per il 2021, elaborate in occasione della predisposizione del bilancio del 2020.

 

Seduta incerta per Telecom Italia TIM (-0,64% a 0,4183 euro), dopo il forte ribasso registrato il giorno precedente. La compagnia telefonica ha segnalato che risultano del tutto inappropriate e prive di riscontri oggettivi le interpretazioni, riportate dagli organi di stampa, relative ai contenuti del PNRR (Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza) che ha come scopo la digitalizzazione del Paese e il completamento delle reti nelle aree in cui gli investimenti privati non sono sufficienti. Telecom Italia TIM ha registrato la peggiore performance della settimana al FTSEMib: tra il 3 e il 7 maggio il titolo ha perso complessivamente l'8,33%.

 

E' proseguito il rally di CNH Industrial (+1,93%), che ha registrato la migliore performance della settimana al FTSEMib: tra il 3 e il 7 maggio il titolo ha guadagnato complessivamente l'11%

Tutte le ultime su: piazza affari
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.