NAVIGA IL SITO

Seduta poco mossa per la Borsa Italiana

Giornata senza una direzione ben precisa per Piazza Affari, con il FTSEMib che è rimasto fermo sulla parità per quasi tutta la seduta. Ancora in rialzo Atlantia, grazie al nuovo esecutivo. Vendite sugli energetici

di Mauro Introzzi 6 set 2019 ore 17:40

borsa_milanoGiornata senza una direzione ben precisa per Piazza Affari, con il FTSEMib che è rimasto fermo sulla parità per quasi tutta la seduta. Ancora in rialzo Atlantia, grazie al nuovo esecutivo. Vendite sui titoli del comparto degli energetici. Poco mosse anche le altre borse del Vecchio Continente e le prime ore di contrattazioni di Wall Street.

In serata Moody’s aggiorna il suo rating sul debito sovrano italiano, attualmente giudicato "Baa3" con un outlook stabile. In Europa sarà diffusa poi la lettura del Pil (finale) del secondo trimestre 2019 mentre negli Usa occhi sul report sull'occupazione del mee di agosto.

Novità dalla guerra commerciale dei dazi tra Usa-Cina. Nelle scorse ore sono ricominciati i colloqui tra i due paesi: Washington e Pechino hanno annunciato ufficialmente la ripresa dei colloqui all’inizio di ottobre.

 

Così in chiusura il FTSEMib ha registrato un calo dello 0,04% a 21.947 punti rimanendo vicino alla soglia dei 22mila punti. In seduta il paniere dei maggiori titoli di Piazza Affari ha oscillato tra un minimo di 21.857 punti e un massimo di 22.010 punti. Sulla stessa linea l'All Share, in progresso di un minimo 0,03%. A velocità diverse Mid Cap (-0,19%) e lo Star (+0,28%).

 

CONSULTA le quotazioni dei titoli del SOLMib40

 

Al FTSEMib spicca l'ennesimo progresso di Atlantia (+1,4%). Gli acquisti sul titolo della holding della famiglia Benetton sono sempre legati alla posizione del Governo entrante, diversa rispetto a quella dell'esecutivo uscente, sulle concessioni.

Bene anche Telecom Italia (+0,98%).

 

Tra le utility qualche vendita. In calo Snam (-0,99%). Il gruppo ha concluso il lancio di un’emissione obbligazionaria in due tranche con scadenza, rispettivamente, a 5 anni e 15 anni, a tasso fisso, per un ammontare complessivo di 1,1 miliardi di euro. L’operazione ha fatto registrare complessivamente una domanda pari a circa 2,7 miliardi di euro, con un’elevata qualità e un’ampia diversificazione geografica degli investitori istituzionali. Grazie a questa operazione a fine 2019 la maturity media del debito a medio-lungo termine di Snam crescerà di circa 0,7 anni a oltre 5,5 anni.

In rosso anche Enel (-0,68%) ha collocato ieri sul mercato statunitense e sui mercati internazionali un’emissione obbligazionaria sostenibile single-tranche destinata a investitori istituzionali per un totale di 1,5 miliardi di dollari USA, pari a un controvalore complessivo in euro di circa 1,4 miliardi di euro. L’emissione ha ricevuto richieste in esubero per quasi tre volte, totalizzando ordini per un ammontare pari a circa 4 miliardi di dollari. L’operazione è strutturata in una singola tranche di 1,5 miliardi di dollari USA a tasso 2,65% con scadenza 10 settembre 2024. Il prezzo di emissione è stato fissato in 99,879% ed il rendimento effettivo a scadenza è pari a 2,676%.

Nel settore delle società di pubblica utilità in flessione pure Terna (-1,52%).

 

In territorio misto i bancari. BancoBPM ha perso lo 0,48%, UBI Banca lo 0,71% e Unicredit lo 0,54%. In rialzo IntesaSanpaolo (+0,54%) e BPER Banca (+0,48%).

 

Fuori dal FTSEMib in rialzo Salini Impregilo (+0,67%). Intervenendo a margine dell'Italian Equity Week il numero uno della società, Pietro Salini, ha dichiarato che il gruppo punta a crescere all'estero, con un particolare focus su Australia e Usa. Secondo quanto indicato dal quotidiano MF il manager ha anche dichiarato che, riguardo agli ordini, il 2019 potrebbe essere un anno record. Il gruppo è poi pronto all'aumento di capitale necessario per servire l'offerta su Astaldi (-0,23%) e dare il via a Progetto Italia.

Tutte le ultime su: piazza affari Quotazioni: ENEL SNAM TERNA TELECOM ITALIA ATLANTIA UNICREDIT
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.

Guide Lavoro

LinkedIn: sei regole d’oro per farsi notare (e trovare lavoro)

L’autunno è un ottimo periodo per la ricerca di un nuovo lavoro, anche attraverso LinkedIn, il più grande network professionale online del mondo. Ecco alcune regole da seguire per farsi notare

da

ABCRisparmio

Lotteria degli scontrini: come si partecipa (e si vince)

Lotteria degli scontrini: come si partecipa (e si vince)

La lotteria degli scontrini è una delle manovre che secondo l’attuale esecutivo dovrebbe favorire il riemergere di una certa parte di sommerso. Vediamo cos’è e come funziona Continua »