NAVIGA IL SITO

Piazza Affari positiva: le banche fanno salire il FTSEMib

La volatilità sui mercati è aumentata dopo la diffusione dei dati sull’occupazione negli Stati Uniti. Tonfo di Telecom Italia. È proseguito il rally di Maire

di Edoardo Fagnani 6 ott 2023 ore 17:43

mercato-azionario-crescitaI maggiori indici di Borsa Italiana e le principali piazze finanziarie europee hanno registrato performance positive nell'ultima seduta della settimana. La volatilità sui mercati è aumentata dopo la diffusione dei dati sull’occupazione negli Stati Uniti relativi al mese di settembre.

Il FTSEMib ha messo a segno rialzo dell'1,16% a 27.811 punti, dopo aver oscillato tra un minimo di 27.433 punti e un massimo di 27.840 punti; tuttavia, nell'intera settimana il principale indice di Borsa Italiana ha lasciato sul terreno l'1,53%. Il FTSE Italia All Share ha guadagnato l'1,12%. Segno più anche per il FTSE Italia Mid Cap (+0,78%) e per il FTSE Italia Star (+0,45%). Nella seduta del 6 ottobre 2023 il controvalore degli scambi è salito a 2,3 miliardi di euro, rispetto agli 1,78 miliardi di giovedì.

Il bitcoin è tornato sopra i 27.500 dollari (oltre 26.000 euro).

Lo spread Btp-Bund si è confermato oltre i 200 punti, con il rendimento del Btp decennale che è sceso al 4,9%.

L’euro è risalito a 1,06 dollari.

 

Ottime performance per i titoli del settore bancario.

In evidenza BPER Banca che ha guadagnato il 3% a 2,915 euro.

Performance brillanti anche per il Monte dei Paschi di Siena (+2,88%), per il BancoBPM (+3,46%) e per UniCredit (+2,86%).

IntesaSanpaolo è salita dell'1,59% a 2,4015 euro. L'istituto ha comunicato di aver investito in SpaceX, azienda privata attiva nel settore dell'esplorazione spaziale. IntesaSanpaolo ha precisato che l'operazione è coerente con la strategia delineata nel piano d'impresa 2022-2025.

 

In rialzo i titoli del settore petrolifero, nonostante il prezzo del greggio a New York (contratto con scadenza a novembre 2023) sia sceso a 82,5 dollari al barile.

ENI ha terminato la seduta con un progresso dell'1,39% a 14,64 euro.

Tenaris ha guadagnato l'1,53%.

 

Telecom Italia TIM ha chiuso la giornata con una flessione del 5,89% a 0,2654 euro.

 

Al MidCap è proseguito il rally di Maire: il titolo ha registrato un balzo del 14,2% a 4,414 euro. Alcune banche d’affari hanno rivisto al rialzo il target price sul titolo, dopo che la società ha firmato una lettera di aggiudicazione con ADNOC per l'impianto di trattamento onshore del progetto Hail e Ghasha ad Abu Dhabi. Il valore complessivo del contratto è di circa 8,7 miliardi di dollari.

Tutte le ultime su: piazza affari
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.