NAVIGA IL SITO

FTSEMib (di poco) positivo dopo BCE e Draghi

La banca centrale non ha modificato la proprie politica monetaria, lasciando invariati i tassi di interesse. In ribasso i bancari. In deciso calo Azimut Holding

di Edoardo Fagnani 6 giu 2019 ore 17:48

Piazza Affari e le principali borse europee hanno chiuso la seduta del 6 giugno con variazioni frazionali. Nessuna sorpresa dalla riunione della BCE. La banca centrale ha confermato i tassi di interesse, segnalato che il saggio di riferimento dovrebbe mantenersi su livelli pari a quelli attuali almeno fino alla prima metà del 2020 e in ogni caso finché sarà necessario per assicurare che l’inflazione continui stabilmente a convergere su livelli inferiori ma prossimi al 2% nel medio termine.

mercato-positivo_2Il FTSEMib ha terminato la seduta con un rialzo dello 0,11% a 20.178 punti, dopo aver oscillato da un minimo di 20.079 punti e un massimo di 20.396 punti. Stessa performance per il FTSE Italia All Share (+0,11%). Variazioni frazionali per il FTSE Italia Mid Cap (+0,15%) e per il FTSE Italia Star (-0,41%). Nella seduta odierna il controvalore degli scambi è salito a 2,27 miliardi di euro, rispetto ai 2,09 miliardi di mercoledì; sono passate di mano 559.450.692 azioni (578.559.795 nella seduta di ieri). Su 391 titoli trattati, 179 hanno registrato una performance negativa, mentre i rialzi sono stati 175; invariate le restanti 37 azioni.

L’euro ha sfiorato gli 1,13 dollari, mentre il bitcoin si è portato poco sopra i 7.500 dollari (meno di 7.000 euro).

Lo spread tra Btp e Bund si è attestato poco sopra i 270 punti

 

CONSULTA le quotazioni dei titoli del SOLMib40

 

In ribasso i bancari dopo le indicazioni della BCE e di Mario Draghi

In calo di oltre un punto percentuale UniCredit (-1,11% a 9,958 euro) e IntesaSanpaolo (-1,28% a 1,8264 euro).

La Popolare di Sondrio ha lasciato sul terreno il 3,33% a 2,034 euro. Fitch Ratings ha peggiorato di un livello il rating a lungo termine dell’istituto, portandolo a “BB+” da “BBB-”, in seguito alla riduzione più lenta del previsto degli incagli.

 

Azimut Holding ha subito una flessione del 3,06% a 14,905 euro e ha registrato la peggiore performance di giornata al FTSEMib. Gli analisti di UBS hanno tagliato da 14,5 euro a 12,2 euro il target price sulla compagnia, in seguito alla riduzione delle stime sull’utile per azione per i prossimi esercizi. Gli esperti hanno anche peggiorato il giudizio e ora consigliano di vendere le azioni. Al contrario, Banca IMI ha incrementato da 15,2 euro a 16,2 euro il prezzo obiettivo su Azimut Holding, in seguito al miglioramento delle stime sull’utile per azione per il triennio 2019/2021; gli analisti hanno confermato il rating “Hold” (mantenere).

 

Fiat Chrysler Automobiles ha terminato la giornata con un minimo rialzo dello 0,09% a 11,71 euro. Il consiglio di amministrazione dell’azienda ha deciso di ritirare con effetto immediato la proposta di integrazione avanzata a Renault. Fiat Chrysler Automobiles ha precisato che non vi sono attualmente in Francia le condizioni politiche perché una simile fusione proceda con successo. Dopo la decisione di interrompere le trattative con Renault gli analisti di Equita sim hanno tagliato da 16,8 euro a 14,5 euro il prezzo obiettivo su Fiat Chrysler Automobiles; tuttavia, gli esperti hanno confermato l’indicazione di acquisto delle azioni. Bocciatura completa da Mediobanca, che ha sforbiciato da 17,5 euro a 13,7 euro il target price sulla società e ha peggiorato da “Outperform” (farà meglio del mercato) a “Neutrale” il giudizio. Anche Banca Akros ha ridotto rating e valutazione su Fiat Chrysler Automobiles: gli esperti hanno tagliato da 18 euro 15,8 euro il target price e hanno peggiorato da “Buy” (acquistare) ad “Accumulate” il rating.

 

Giornata positiva per NEXI (+2,73% a 9,2 euro). Dal 17 giugno la matricola farà parte del FTSEMib. La società aveva debuttato su Borsa Italiana il 16 aprile 2019.

 

Salvatore Ferragamo ha guadagnato l’1,52% a 19,64 euro. Gli analisti di HSBC hanno incrementato il prezzo obiettivo sulla società del lusso, portandolo da 16 euro a 19 euro; gli esperti hanno anche migliorato il giudizio, portandolo da “Reduce” (ridurre) a “Hold” (mantenere).

 

Pesante ribasso per Falck Renewables (-11,3% a 3,47 euro). Gli analisti di Kepler Cheuvreux hanno migliorato il target price sulla società quotata al segmento STAR, portandolo da 2,9 euro a 3,1 euro. Tuttavia, gli esperti hanno peggiorato il giudizio e ora consigliano di ridurre l’esposizione del titolo in portafoglio, dopo il rialzo messo a segno dal titolo negli ultimi sei mesi.

 

Stefanel è rimasta sospesa dalle contrattazioni. La società di abbigliamento ha comunicato che il consiglio di amministrazione ha rinunciato alla procedura di concordato preventivo con riserva, avviata il 14 dicembre 2018, e dunque al deposito del piano e della proposta concordataria nel termine ultimo del 14 giugno. Di conseguenza, Stefanel ha avviato l’iter per la procedura di ammissione all’amministrazione straordinaria tramite il deposito dell’istanza per la dichiarazione dello stato di insolvenza presso il tribunale competente.

Tutte le ultime su: piazza affari Quotazioni: AZIMUT STEFANEL NEXI FIAT CHRYSLER AUTOMOBILES
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
da

SoldieLavoro

Reddito di residenza attiva: 700 euro al mese per trasferirsi in Molise

Reddito di residenza attiva: 700 euro al mese per trasferirsi in Molise

Ma bisogna anche viverci davvero e soprattutto avviare una attività economica. In questa guida ecco come funzionerà il cosiddetto "Reddito di residenza attiva" Continua »

da

ABCRisparmio

Cuneo fiscale: cos’è e perché tagliarlo

Cuneo fiscale: cos’è e perché tagliarlo

Ne sentiremo parlare nei prossimi mesi. Perché la riforma del cuneo fiscale fa parte del programma del nuovo governo. Vediamo cos'è il cuneo fiscale e perché tagliarlo Continua »