NAVIGA IL SITO

Il FTSEMib chiude sui massimi di giornata: +4%

Seduta brillante per IntesaSanpaolo e UniCredit, dopo la pesante correzione subita la scorsa settimana. Andamento decisamente positivo anche per FCA. Balzo di NEXI

di Edoardo Fagnani 6 apr 2020 ore 17:45

mercato-positivo_2Avvio di settimana con forti rialzi per i maggiori indici di Borsa Italiana e per le principali piazze finanziarie europee, in scia ai primi segnali positivi sull’evoluzione dell’epidemia da coronavirus nelle principali economie mondiali. Secondo Pierre Veyret – analista tecnico di ActivTrades - il fatto che nazioni come l'Italia, la Spagna e gli Stati Uniti, che finora sono state le più colpite dal virus, abbiano riferito di un rallentamento del bilancio delle vittime e di nuovi casi, sta rafforzando la propensione al rischio questa settimana. "Tuttavia, è ancora troppo presto per dire che il peggio è alle nostre spalle, poiché i numeri rassicuranti di questo fine settimana dovranno essere confermati nei prossimi giorni", ha precisato l'esperto.

Il FTSEMib ha messo a segno un progresso del 4% a 17.039 punti, dopo aver oscillato tra un minimo di 16.765 punti e un massimo di 17.054 punti. Il FTSE Italia All Share ha guadagnato il 3,7%. Segno più anche per il FTSE Italia Mid Cap (+2,23%) e per il FTSE Italia Star (+2,48%). Nella seduta del 6 aprile 2020 il controvalore degli scambi è salito a 2,1 miliardi di euro, rispetto ai 2,04 miliardi di venerdì; sono passate di mano 780.294.374 azioni (738.070.512 nella seduta di venerdì). Su 430 titoli trattati, 351 hanno registrato una performance positiva, mentre i ribassi sono stati 67; invariate le restanti 12 azioni.

L’euro ha oscillato intorno agli 1,08 dollari, mentre il bitcoin si è riportato oltre i 7.000 dollari (circa 6.500 euro).

Lo spread Btp-Bund si è attestato a 195 punti.

 

I titoli del settore bancario restano sotto i riflettori.

Seduta brillante per IntesaSanpaolo (+9,71% a 1,4582 euro) e UniCredit (+8,67% a 7,107 euro), dopo la pesante correzione subita la scorsa settimana. Gli analisti di Bank of America hanno tagliato il target price sui due istituti, portandolo rispettivamente a 2,1 euro e a 9,6 euro, in seguito al peggioramento delle stime sul comparto, in seguito all’epidemia da coronavirus; tuttavia, gli esperti hanno confermato l’indicazione di acquisto su entrambi i titoli, in quanto i nuovi target price restano abbondantemente sopra l’attuale quotazione.

Bene anche il BancoBPM (+2,44% a 1,2155 euro). L’assemblea degli azionisti ha approvato il bilancio dell’esercizio 2019, chiuso con un utile netto civilistico di 942,48 milioni di euro che sarà destinato a riserve, recependo le indicazioni fornite dalla Banca Centrale Europea in data 27 marzo 2020. Inoltre, l’assemblea del BancoBPM ha eletto i componenti del consiglio di amministrazione, che rimarranno in carica per gli esercizi 2020-2021-2022; alla presidenza dell’istituto è stato nominato Massimo Tononi, mentre Giuseppe Castagna è stato proposto per la carica di amministratore delegato.

 

Pirelli ha registrato un rialzo dell'1,23% a 3,204 euro. Alla luce dell'emergenza Covid-19 il gruppo degli pneumatici ha rivisto i target finanziari per il 2020 e ora prevede ricavi compresi tra i 4,3 e i 4,4 miliardi di euro (circa 5,4 miliardi di euro la precedente indicazione), con volumi complessivi in flessione tra il -18% e il -20% (tra 0% e +1% la precedente indicazione). L'EBIT margin adjusted è stimato tra il 14% e il 15% (circa 17% il margine implicito nei target presentati lo scorso 19 febbraio). Inoltre, il Cda di Pirelli ha deliberato di cancellare il pagamento del dividendo dell’esercizio 2019. Non si sono fatte attendere le indicazioni delle banche d’affari su Pirelli, dopo la revisione delle stime finanziarie per il 2020. Banca IMI ed Equita sim hanno ridotto il target price su Pirelli, portandolo rispettivamente a 2,8 euro e a 3,8 euro; gli esperti hanno confermato l’indicazione di mantenere le azioni in portafoglio. Sulla stessa lunghezza d’onda Deutsche Bank, che ha sforbiciato da 6 euro a 4 euro il prezzo obiettivo sulla società, ribadendo il giudizio “Hold” (mantenere). Indicazione simile da Mediobanca, che ha ridotto da 5,1 euro a 3,7 euro il target price sull’azienda, in seguito alla riduzione delle stime sui ricavi e sulla redditività per il biennio 2020/2021; gli esperti hanno confermato il giudizio “Neutrale”. Bocciatura completa da Morgan Stanley: gli esperti hanno tagliato da 4,5 euro a 3 euro il prezzo obiettivo su Pirelli, in seguito al taglio delle stime sulle vendite del comparto degli pneumatici nei prossimi trimestri; gli analisti hanno anche peggiorato da “Overweight” (sovrappesare) ad “Underweight” (sottopesare) il giudizio.

 

Girnata decisamente positiva per Fiat Chrysler Automobiles (+6,71% a 6,616 euro). Il gruppo automobilistico ha comunicato che l’assemblea annuale dei soci convocata per il 16 aprile 2020 sarà rinviata all’ultima parte di giugno 2020, non diversamente dalle corrispondenti misure adottate da diversi costruttori, alla luce del protrarsi dell’epidemia da COVID-19. La decisione ha anche come conseguenza il rinvio della delibera sul dividendo 2020.

 

Ancora una chiusura positiva per Atlantia. Il titolo della holding delle infrastrutture ha guadagnato lo 0,3% a 13,24 euro. La società ha smentito le indiscrezioni riportate dal quotidiano La Stampa relative a un interesse di Allianz per il 51% della controllata Autostrade per l’Italia.

 

Ottima performance di NEXI (+6,87% a 13,15 euro). Gli analisti di Jefferies hanno iniziato la copertura sulla società con un prezzo obiettivo di 18 euro, stimando una forte crescita della redditività nel biennio 2021/2022. Gli esperti consigliano l’acquisto delle azioni, in quanto il target price implica un rialzo di circa il 40% rispetto all’attuale quotazione del titolo NEXI.

 

Seduta estremamente volatile per Giglio Group, reduce dal +75% messo a segno la scorsa settimana. Il titolo della società quotata al segmento STAR e attiva nel settore dell’e-commerce ha registrato un ribasso dello 0,52% a 3,8 euro, dopo aver oscillato tra un minimo di 3,6 euro e un massimo di 4,55 euro in avvio di seduta.

Tutte le ultime su: piazza affari
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
da

ABCRisparmio

Cosa è e come si usa il cassetto fiscale

Cosa è e come si usa il cassetto fiscale

Il cassetto fiscale è un archivio online tramite il quale ogni contribuente può consultare qualsiasi informazione riguardante la propria posizione fiscale Continua »