NAVIGA IL SITO

Il FTSEMib chiude sui massimi di giornata. Rally delle banche

Spiccano le performance di UniCredit e BancoBPM. Riflettori sempre accesi sui titoli petroliferi. In ribasso Safilo, dopo l'annuncio delle caratteristiche dell'aumento di capitale

di Edoardo Fagnani 5 ott 2021 ore 17:46

piazza-affari-verdeI maggiori indici di Borsa Italiana e le principali piazze finanziarie europee hanno chiuso la seduta con rialzi nell'ordine dell'1-2%. Piazza Affari ha registrato la migliore performance di giornata nel Vecchio Continente. Secondo Pierre Veyret – analista tecnico di ActivTrades - è probabile che i mercati rimarranno volatili questa settimana e senza una direzione chiara fino a quando non ci saranno chiarezza e progressi significativi sulle preoccupazioni esistenti.

Il FTSEMib ha messo a segno un rialzo dell'1,95% a 25.956 punti, il massimo di giornata (minimo di 25.520 punti). Il FTSE Italia All Share ha guadagnato l'1,81%. Segno più anche per il FTSE Italia Mid Cap (+0,87%) e per il FTSE Italia Star (+0,99%). Nella seduta del 5 ottobre 2021 il controvalore degli scambi è salito a 3,19 miliardi di euro, rispetto ai 2,31 miliardi di lunedì; sono passate di mano 883.937.802 azioni (581.320.082 nella seduta di lunedì).

Alle 17.40 il bitcoin si era stabilizzato intorno ai 50.000 dollari (circa 43.000 euro).

Lo spread Btp-Bund è rimasto sotto i 105 punti.

L’euro è tornato oltre gli 1,16 dollari.

 

Ottime performance per i titoli del settore bancario.

Spicca il rialzo di UniCredit (+4,34% a 11,836 euro). Secondo quanto riferito da alcune agenzie stampa con i risultati ufficiali delle elezioni suppletive a Siena (con l’elezione del candidato PD, Enrico Letta) le trattative tra l’istituto e il Ministero dell’economia e delle finanze per il controllo del Monte dei Paschi di Siena (+2,62% a 1,1165 euro) potrebbero subire un’accelerazione.

Performance migliore per BancoBPM (+5,62% a 2,82 euro). Il numero uno, Giuseppe Castagna, ha dichiarato che l'istituto punta a consolidarsi per diventare il terzo gruppo nazionale accanto a IntesaSanpaolo (+3,37% a 2,503 euro) e UniCredit.

Molto bene anche BPER Banca (+3,52% a 2,032 euro).

 

Riflettori sempre accesi sui titoli del settore petrolifero, dopo che il prezzo del greggio a New York (contratto con scadenza a novembre 2021) ha superato i 79 dollari al barile.

ENI ha guadagnato l'1,77% a 11,848 euro.

 

Al segmento STAR spicca il forte rialzo di Gefran (+13,5% a 11,15 euro).

 

Safilo ha registrato una flessione dello 0,84% a 1,422 euro. Il consiglio di amministrazione della società ha approvato i termini e le condizioni finali dell’aumento di capitale a pagamento, per un importo massimo complessivo di 135 milioni di euro. In particolare, Safilo emetterà massime 137.851.923 azioni ordinarie, da offrire in opzione agli azionisti, nel rapporto di una nuova azione ogni 2 azioni ordinarie possedute, ad un prezzo di emissione pari a 0,979 euro. Il prezzo è stato determinato applicando uno sconto del 23,7% sul prezzo teorico ex diritto delle azioni Safilo calcolato secondo le metodologie correnti sulla base del prezzo di riferimento di Borsa del 4 ottobre 2021, quest’ultimo pari a 1,434 euro. L’operazione partirà lunedì 11 ottobre e terminerà il 28 ottobre.

Tutte le ultime su: piazza affari
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.