NAVIGA IL SITO

Piazza Affari rimbalza: FTSEMib +2,1%

Spiccano i forti rialzi messi a segno da Fiat Chrysler Automobiles e da IntesaSanpaolo dopo la diffusione dei risultati trimestrali. Ottima giornata per i petroliferi

di Edoardo Fagnani 5 mag 2020 ore 17:46

mercato-positivo_2I maggiori indici di Borsa Italiana e le principali piazze finanziarie europee hanno registrato rialzi superiori al 2%, dopo i pesanti ribassi subiti lunedì 4 maggio. Matteo Germano - Head of Multi-Asset e CIO Italy di Amundi - ha segnalato che sui mercati azionari è in atto una battaglia tra forze rialziste e ribassiste. Sul fronte rialzista, l'esperto ha segnalato che le azioni politiche straordinarie continuano a contribuire al miglioramento del sentiment di mercato (segnali di un picco dell'epidemia in Europa e speranze di una riapertura anticipata). Al contrario, sul fronte ribassista, Matteo Germano ha evidenziato che i principali rischi saranno il peggioramento dei fondamentali (come anticipato delle ultime trimestrali) e la sostenibilità del debito (in aumento). "Il braccio di ferro tra sentiment e fondamentali è solo il primo di una lunga lista di battaglie. La più importante sarà quella tra liquidità e solvibilità, dove il punto focale che potrebbe spostare l’ago della bilancia è l'evoluzione della pandemia", ha puntualizzato l'esperto.

Il FTSEMib ha guadagnato il 2,06% a 17.387 punti, dopo aver oscillato tra un minimo di 17.082 punti e un massimo di 17.390 punti. Il FTSE Italia All Share ha messo a segno un progresso dell'1,79%. Segno più anche per il FTSE Italia Mid Cap (+0,06%) e per il FTSE Italia Star (+1,04%). Nella seduta del 5 maggio 2020 il controvalore degli scambi è sceso a 1,69 miliardi di euro, rispetto agli 1,93 miliardi di lunedì; sono passate di mano 684.760.245 azioni (709.300.653 nella seduta di lunedì). Su 416 titoli trattati, 239 hanno registrato una performance positiva, mentre i ribassi sono stati 151; invariate le restanti 26 azioni.

L’euro si è attestato a 1,085 dollari.

Lo spread Btp-Bund si è allargato a 247 punti, dopo che la Corte costituzionale tedesca ha stabilito che entro i prossimi tre mesi la Bundesbank debba interrompere l'acquisto di titoli di Stato nell'ambito del programma stabilito dalla BCE, a meno che quest’ultima non dimostri la necessità di queste operazioni.

 

Fiat Chrysler Automobiles ha registrato un progresso dell'1,47% a 7,675 euro. Il gruppo automobilistico ha comunicato i risultati del primo trimestre del 2020, chiuso con ricavi per 20,57 miliardi di euro, in calo del 16% rispetto ai 24,48 miliardi ottenuti nei primi tre mesi dello scorso anno. Fiat Chrysler Automobiles ha terminato il trimestre con una perdita netta di 1,69 miliardi di euro, rispetto all’utile di 619 milioni contabilizzato nei primi tre mesi dello scorso anno. Il risultato finale adjusted è passato da un valore positivo di 570 milioni di euro a un rosso di 471 milioni di euro. Fiat Chrysler Automobiles ha ricordato che marzo il gruppo ha ritirato la Guidance per il 2020. La società fornirà un aggiornamento non appena ci sarà una maggiore visibilità dell’impatto complessivo della crisi. Il management ha confermato che FCA e Groupe PSA rimangono impegnate alla fusione paritetica volta alla creazione di un leader mondiale nella mobilità e ha ribadito l'impegno a chiudere l'operazione entro la fine del 2020 o all'inizio del 2021. Intanto. il Ministero dei Trasporti ha comunicato che nel mese di aprile 2020 in Italia sono state immatricolate oltre 4mila vetture, in calo del 97,6% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, in conseguenza alla chiusura delle attività per l'epidemia dovuta da coronavirus. Fiat Chrysler Automobiles ha registrato un andamento in linea con quello del mercato. Secondo quanto riportato dall'agenzia Reuters ad aprile le immatricolazioni del gruppo sono scese del 96,3% rispetto allo stesso mese del 2019. Di conseguenza, la quota di mercato di Fiat Chrysler Automobiles in Italia si è attestata al 37,9%.

Vendite su Ferrari (-0,62% a 144,6 euro). Non si sono fatte attendere le indicazioni delle banche d’affari dopo la diffusione dei risultati del primo trimestre del 2020 e la revisione delle stime per l'intero esercizio. Gli analisti di Banca Akros hanno ridotto da 190 euro a 170 euro il target price sul Cavallino Rampante, in seguito ai nuovi target finanziari forniti dal management; tuttavia, gli esperti hanno confermato l’indicazione di accumulare le azioni in portafoglio. Indicazione simile da Banca IMI, che ha ridotto da 166,2 euro a 160,6 euro il prezzo obiettivo su Ferrari, ribadendo l’indicazione di aggiungere le azioni in portafoglio. Gli analisti di Equita sim e Mediobanca hanno tagliato il prezzo obiettivo sul titolo del Cavallino Rampante, portandolo rispettivamente a 139 euro e a 134 euro, in seguito alla riduzione delle stime finanziarie per il 2020; entrambe le banche d’affari hanno confermato l’indicazione “neutrale”. Stesso giudizio da Jp Morgan, che ha limato a 133 dollari il prezzo obiettivo su Ferrari.

 

Ottima giornata per i titoli del settore petrolifero, dopo il forte rialzo registrato dal prezzo del greggio.

ENI è rimbalzata del 5,8% a 8,687 euro.

 

In altalena i titoli del settore bancario.

In forte rialzo IntesaSanpaolo (+5,45% a 1,451 euro). L’istituto guidato da Carlo Messina ha comunicato i risultati del primo trimestre del 2020, giudicati migliori delle attese dagli analisti. La banca ha terminato il periodo in esame con un utile netto di 1,15 miliardi di euro, in aumento del 9,6% rispetto agli 1,05 miliardi contabilizzati nei primi tre mesi dello scorso esercizio. A fine marzo 2020 il Common Equity Tier 1 di IntesaSanpaolo era salito al 14,2%, rispetto al 13,9% di inizio anno. Alla stessa data i crediti deteriorati erano scesi a 14 miliardi di euro, in diminuzione dell’1,6% rispetto ai 14,22 miliardi di inizio anno. I vertici del di IntesaSanpaolo hanno confermato la validità delle azioni strategiche previste nel Piano di Impresa 2018-2021. Il management stima che stimare l’utile netto possa risultare non inferiore a circa 3 miliardi di euro nel 2020 e non inferiore a circa 3,5 miliardi nel 2021. IntesaSanpaolo ha confermato la politica dei dividendi indicata nel Piano di Impresa 2018-2021, che prevede la distribuzione di un ammontare di dividendi cash corrispondente a un payout ratio pari al 75% del risultato netto per l’esercizio 2020 e al 70% per l’esercizio 2021.

UniCredit ha oscillato intorno alla parità (+0,32% a 6,655 euro). Oggi si riunirà il consiglio di amministrazione dell’istituto per l’esame dei risultati del primo trimestre del 2020: i numeri saranno comunicati domani, prima dell’apertura di Piazza Affari.

 

Prysmian (+8,36% a 18,34 euro) ha registrato la migliore performance di giornata al FTSEMib. La società si è aggiudicata una commessa per la realizzazione del progetto SuedOstLink in Germania, uno dei collegamenti in cavo interrato HVDC (High Voltage Direct Current) più lunghi al mondo, assegnata da TenneT TSO GmbH, l’operatore di rete tedesco-olandese. Il valore della commessa è pari a circa 500 milioni di euro.

 

Al MidCap spicca l'ottima performance di Maire Tecnimont (+4,29% a 1,776 euro). La società ha comunicato che la controllata Tecnimont, in qualità di leader del consorzio con MT Russia, Sinopec Engineering e Sinopec Engineering Group, si è aggiudicata un contratto EPSS (Engineering, Procurement and Site Services) da parte di Amur. Il valore complessivo del contratto è pari a circa 1,2 miliardi di euro, di cui la rilevante maggioranza è di competenza di Maire Tecnimont.

Tutte le ultime su: piazza affari
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
da

ABCRisparmio

Cosa è e come si usa il cassetto fiscale

Cosa è e come si usa il cassetto fiscale

Il cassetto fiscale è un archivio online tramite il quale ogni contribuente può consultare qualsiasi informazione riguardante la propria posizione fiscale Continua »