NAVIGA IL SITO

Piazza Affari ancora condizionata da Wall Street

Piazza Affari è passata in rosso nelle contrattazioni del pomeriggio dopo una mattinata positiva. A pesare è stata ancora Wall Street. Il mercato Usa sarà chiuso il prossimo lunedì

di Mauro Introzzi 4 set 2020 ore 17:56

borsa-rossoPiazza Affari è passata in rosso nelle contrattazioni del pomeriggio dopo una mattinata positiva. A pesare ancora l'apertura di Wall Street, dove soffrono ancora i tech nonostante i dati positivi dal report sull'occupazione. A tenere banco a Piazza Affari sono state le banche. Si è mantenuta in territorio decisamente positivo Mediaset.

Lunedì Wall Street sarà chiusa per festività.

 

Così il FTSEMib ha lasciato sul terreno lo 0,82% a 19.391 punti, dopo aver oscillato tra un minimo di 19.255 punti e un massimo di 19.781 punti. Il FTSE Italia All Share ha perso lo 0,84%. Andamento negativo anche per il FTSE Italia Mid Cap (-0,56%) e per il FTSE Italia Star (-0,24%). Nella seduta del 4 settembre 2020 il controvalore degli scambi è salito a 2,14 miliardi di euro, rispetto ai 2,06 miliardi di giovedì; sono passate di mano 1.854.356.222 azioni (1.470.949.681 nella seduta precedente). Su 423 titoli trattati, 243 hanno registrato una performance negativa, mentre i rialzi sono stati 147. Invariate le restanti 33 azioni.

L’euro ha oscillato tra gli 1,18 e gli 1,185 dollari, mentre il bitcoin è rimasto ben sotto gli 11.000 dollari (poco meno di 9.000 euro).

Lo spread Btp-Bund è tornato sopra i 155 punti.

 

A Piazza Affari, tra i bancari, ha tenuto Monte dei Paschi di Siena (+1,06%). Secondo il Sole24Ore sarebbe pronto il decreto del Ministero del Tesoro per il via libera alla vendita delle quote detenute dallo Stato nel capitale dell’istituto.

Nel frattempo Mps ha collocato con successo un’emissione obbligazionaria di tipo Subordinato Tier 2 a tasso fisso, con scadenza decennale - ma rimborsabile anticipatamente dopo 5 anni dall’emissione - destinata ad investitori istituzionali, per un ammontare pari a 300 milioni di euro e con un rendimento annuale dell’8,50%. L’emissione ha ottenuto un ottimo riscontro da parte del mercato, con ordini finali superiori a un miliardo di euro da parte di oltre 120 investitori.

Nel settore a velocità diverse le big IntesaSanpaolo (-0,01%) e Unicredit (+1,27%).

 

Balzo di Mediaset (+5,75%). Cresce l'appeal speculativo del titolo del Biscione dopo che nelle scorse ore la Corte di Giustizia europea ha dato ragione a Vivendì contro la decisione dell'Agcom che aveva posto un tetto al 10% dei diritti di voto in Mediaset a causa delle sue partecipazioni in Telecom Italia (-1,03%). Una decisione che apre diversi scenari di convergenza tra i settori media e telecomunicazioni.

 

Male Atlantia (-3,27%). Ieri la holding ha deliberato la costituzione della società destinata a ricevere sino all’88% del capitale della controllata Autostrade per l’Italia. La nuova società sarà denominata “Autostrade Concessioni e Costruzioni S.p.A.”. Atlantia ha poi comunque aggiunto che l’ipotesi di vendita diretta dell’intera quota dell’88% detenuta da Atlantia in Autostrade per l’Italia permane quale alternativa all’operazione di scissione.

 

In calo Exor (-4,09%), la peggiore al FTSEMib. La holding ha chiuso la prima metà dell’anno con una perdita di 1,32 miliardi di euro contro l’utile di 2,43 dello stesso periodo del 2019. Un decremento che l’azienda imputa principalmente causato dell’emergenza legata alla pandemia di Covid-19. Il valore netto delle partecipazioni, il cosiddetto NAV (Net Asset Value) era pari a fine giugno a 20,96 miliardi di dollari, dai 26,16 di fine 2019.

 

Tra i titoli a minor capitalizzazione sempre sotto i riflettori Tiscali (+4%) dopo i pirotecnici movimenti delle sedute precedenti.

Tutte le ultime su: piazza affari
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
da

ABCRisparmio

Cosa è e come si usa il cassetto fiscale

Cosa è e come si usa il cassetto fiscale

Il cassetto fiscale è un archivio online tramite il quale ogni contribuente può consultare qualsiasi informazione riguardante la propria posizione fiscale Continua »