NAVIGA IL SITO

Piazza Affari, FTSEMib poco oltre la parità

Seduta negativa per UniCredit: il consiglio di amministrazione ha definito la lista dei consiglieri da proporre per il rinnovo del CdA. In deciso calo STM. Rimbalza Enel

di Redazione Soldionline 4 mar 2021 ore 17:57

borsa_milanoIl FTSEMib chiude sopra la parità dopo una mattinata negativa e un pomeriggio incerto. In territorio misto gli altri maggiori indici europei dopo la forte volatilità registrata nella seduta precedente. Secondo Pierre Veyret – analista tecnico di ActivTrades - persistono i timori che l'aumento dei rendimenti obbligazionari possa compromettere il lungo rally delle borse. "Mentre alcuni operatori di mercato stanno già anticipando una sana correzione ribassista, alcuni potrebbero vederla come una buona opportunità per comprare", ha ipotizzato l'esperto, secondo cui alcuni operatori hanno spostato la loro esposizione da un settore ipercomprato (tecnologici) a settori più difensivi.

Alla campana di fine contrattazioni il FTSEMib ha registrato un rialzo dello 0,2% a 23.093 punti dopo aver oscillato tra un minimo a quota 22.795 punti e un massimo di 23.188 punti nel corso della giornata. Il FTSE Italia All Share ha guadagnato lo 0,14%. Segno negativo invece per il FTSE Italia Mid Cap (-0,8%) mentre il FTSE Italia Star ha lasciato sul terreno l'1,18%.

Nella seduta del 4 marzo 2021 il controvalore degli scambi è sceso a 2,74 miliardi, dai 3,02 miliardi di euro di mercoledì; sono passate di mano 639.001.447 azioni (793.910.168 nella seduta precedente). Su 429 titoli trattati, 136 hanno registrato una performance positiva, mentre i ribassi sono stati 266; invariate le restanti 27 azioni.

Il bitcoin è tornato a 49.000 dollari (quasi 41.000 euro).

Lo spread Btp-Bund si conferma oltre i 100 punti.

L’euro è sceso sotto gli 1,205 dollari.

 

Sotto i riflettori i titoli del settore bancario.

Seduta in calo per UniCredit (-1,49%). Il consiglio di amministrazione dell’istituto ha definito la lista dei consiglieri da proporre per il rinnovo del CdA e ha determinato in 13 il numero dei componenti del consiglio di amministrazione che resterà in carica nei prossimi tre anni. UniCredit ha proposto Pietro Carlo Padoan alla carica di presidente e Andrea Orcel come amministratore delegato. Intanto, dalle comunicazioni diffuse dalla Consob il 3 marzo 2021 si apprende che il 23 febbraio il colosso tedesco Allianz ha incrementato dall’1,132% all’1,255% la quota detenuta nel capitale di UniCredit.

Mediobanca in frazionale rialzo (+0,69%). Dalle comunicazioni diffuse dalla Consob il 3 marzo 2021 si apprende che dal 23 febbraio Francesco Gaetano Caltagirone figura tra gli azionisti principali dell’istituto di Piazzetta Cuccia, con una quota dell’1,014% del capitale.

 

In ripresa le utilities. Spicca l'ottima performance messa a segno da Enel (+2,85%) dopo il calo di ieri.

 

In rosso Stellantis (-0,19%), nonostante alcune banche d'affari abbiano incrementato il prezzo obiettivo dopo la diffusione dei risultati finanziari del 2020.

 

Spicca il ribasso di STM (-3,59%) in scia al trend negativo del comparto tecnologico.

Tutte le ultime su: piazza affari
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.