NAVIGA IL SITO

FTSEMib al settimo rialzo consecutivo

Giornata poco mossa per Piazza Affari e per le altre borse del Vecchio Continente, ma il FTSEMib ha registrato un'altra chiusura positiva. Bene Saipem, in calo Brembo

di Mauro Introzzi 4 mar 2019 ore 17:38

mercato-saleGiornata poco mossa per Piazza Affari e per le altre borse del Vecchio Continente. Gli indici principali hanno registrato diversi cambi di direzione senza mai prendere un'impostazione troppo marcata.

Tra i ribassi più corposi quello di Brembo, in positivo fino all'attimo in cui ha diffuso i conti dell'intero 2018 ma che poi ha cambiato bruscamente direzione. Bene Saipem su una promozione. Poco mosse Telecom Italia e FCA.

Poco da segnalare dal punto di vista macroeconomico: non c'erano in agenda dati importanti. Giovedì si riunisce il conference board della BCE: Draghi potrebbe annunciare una nuova tornata di TLTRO.

 

Il FTSEMib ha terminato la giornata con un progresso dello 0,11% a 20.718 punti (minimo di giornata a quota 20.633 punti e massimo di 20.857 punti), per il principale indice di Borsa Italiana si è trattato del settimo rialzo consecutivo. Il FTSE Italia All Share ha guadagnato lo 0,21%. Segno più anche per il FTSE Italia Mid Cap (+0,68%) e il FTSE Italia Star (+0,74%).

L’euro si è confermato sotto gli 1,135 dollari.

Lo spread tra Btp e Bund con scadenza a dieci anni è salito a 257 punti.

 

CONSULTA le quotazioni dei titoli del SOLMib40

 

In calo del 4,05% Brembo. Il gruppo fondato da Alberto Bombassei ha diffuso i conti dell'intero 2018, chiuso con ricavi pari a 2,64 miliardi di euro, in aumento del 7,2% (o del 9,6% a cambi costanti) rispetto ai conti del 2017. L'utile netto, di 238,3 milioni, è risultato in calo del 9,5% rispetto all’anno precedente, quando si attestò a 263,4 milioni. In calo, a 136,9 milioni, l’indebitamento netto. Proposto un dividendo 2019 (sui conti 2018) di 0,22 euro. Sulla stime future il gruppo ha dichiarato che "in uno scenario di mercato di riferimento complesso, Brembo ritiene di potere confermare volumi e profittabilità in linea con l’esercizio appena approvato".

 

Bene Saipem (+2,5%). Il gruppo ha beneficiato dell'incremento del target price da parte di Berenberg. Gli analisti di quest'ultima hanno portato da 5,5 a 6 euro la valutazione, confermando il loro "buy" (acquistare).

 

Miglior titolo del FTSEMib Amplifon (+4,4%). Il gruppo diffonderà domani i conti dell'intero 2018.

 

In rialzo dello 0,5% CNH Industrial, arrivata a salire in mattinata anche di più di 2 punti percentuali. Alcune indiscrezioni indicavano - per gli asset di IVECO della società - un certo interesse da parte del gruppo cinese Geely. Tuttavia un portavoce del gruppo cinese ha smentito che la società abbia intenzione di investire nelle attività oggetto dei rumors.

 

In progresso dello 0,38% Telecom Italia/TIM. Secondo un filing della SEC la Cassa Depositi e Prestiti, con un serie di acquisti avvenuti tra il 15 e il 28 febbraio a un prezzo medio unitario di 0,53 euro, è salita dal 5,031% al 7,1% del capitale del gruppo telefonico. Secondo le indiscrezioni l’ente potrebbe essere interessato a salire fino al 10%. A fine mese (precisamente il 29 marzo) è in programma l'assemblea dei soci della società.

 

In rosso (dello 0,77%) FCA. Nel mese di febbraio il gruppo italoamericano ha immatricolato poco più di 44mila vetture, l’8% in meno rispetto al dato di febbraio 2018. La sua quota di mercato è scesa al 25% visto che il Ministero dei Trasporti ha comunicato che nel mese di febbraio 2019 in Italia sono state immatricolate quasi 178mila vetture, il 2,4% in meno rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. FCA ha quindi fatto peggio del mercato nel suo complesso.

 

In positivo Saras (+0,86%). Il gruppo ha diffuso in queste ore i risultati dell’intero 2018, con l’indicazione del dividendo staccato nel 2019 (a valere sui conti dell’anno passato) e le linee guida del piano industriale 2019-2022. Lo scorso anno si è chiuso con ricavi pari a 10,4 miliardi di euro, in crescita del 35% su base annua e un risultato netto comparable pari nel 2018 a 132,6 milioni di euro, rispetto ai 217,4 milioni di euro dell’esercizio precedente. Il consiglio di amministrazione ha deciso di proporre all’assemblea degli azionisti il pagamento di un dividendo 2019 relativo all’esercizio 2018 pari a 0,08 euro per azione. Nel periodo di piano, 2019-2022, il gruppo prevede di investire circa 830 milioni di euro per mantenere l’eccellenza operativa e tecnologica, e di conseguire una generazione di cassa dalla gestione operativa complessiva pari a un valore compreso tra i 2,1 e i 2,2 miliardi di euro. La società ha confermato l’impostazione che prevede il pagamento di dividendi compresi tra il 40% ed il 60% dell’utile netto comparable.

 

Tra i titoli a media capitalizzazione occhi su OVS (+12,11%). TamburiIP (-0,82%) ha comunicato di aver sottoscritto un accordo con Gruppo Coin per l’acquisto dell’intera partecipazione detenuta da quest’ultima nella catena di abbigliamento. L’acquisto, il cui perfezionamento è previsto entro il 12 marzo 2019, ha ad oggetto 40.485.898 azioni rappresentative del 17,835% circa del capitale della società quotata al MidCap. Le azioni saranno acquistate al prezzo unitario di 1,85 euro per un controvalore complessivo di circa 75 milioni di euro. Per effetto di questo acquisto TamburiIP raggiungerà complessivamente la quota del 22,747% circa del capitale di OVS.

 

Tra i più piccoli balzo di Bomi Italia (+26,03%). ArchiMed, fondo paneuropeo di private equity specializzato nel settore sanitario, ha promosso un’offerta pubblica di acquisto sulla società a un prezzo di 4 euro per azione.

Tutte le ultime su: piazza affari
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
da

ABCRisparmio

Lotteria degli scontrini: come si partecipa (e si vince)

Lotteria degli scontrini: come si partecipa (e si vince)

La lotteria degli scontrini è una delle manovre che secondo l’attuale esecutivo dovrebbe favorire il riemergere di una certa parte di sommerso. Vediamo cos’è e come funziona Continua »