NAVIGA IL SITO

Non si è fermata la corsa di Piazza Affari: FTSEMib +1,65%

Ottime performance per i bancari. In evidenza BPER Banca: l’istituto ha diffuso i risultati finanziari preliminari relativi al 2020. Chiusura positiva anche per Mediobanca.

di Edoardo Fagnani 4 feb 2021 ore 17:45

piazza-affari-verdeI maggiori indici di Borsa Italiana hanno registrato il quarto rialzo consecutivo, con Piazza Affari che ha messo a segno la migliore performance di giornata in Europa. Gli operatori scommettono su un ampio appoggio a un governo guidato da Mario Draghi.

Il FTSEMib ha registrato un progresso dell'1,65% a 22.901 punti, dopo aver oscillato tra un minimo di 22.481 punti e un massimo di 22.982 punti. Il rialzo si aggiunge al 4,4% accumulato nelle precedenti tre sedute. Il FTSE Italia All Share ha guadagnato l'1,51%. Segno più anche per il FTSE Italia Mid Cap (+0,8%) e il FTSE Italia Star (+1,02%). Nella seduta del 4 febbraio 2021 il controvalore degli scambi è sceso a 2,94 miliardi di euro, rispetto ai 3,76 miliardi di mercoledì; sono passate di mano 779.339.945 azioni (1.093.521.286 nella seduta di mercoledì). Su 444 titoli trattati, 291 hanno registrato una performance positiva, mentre i ribassi sono stati 115; invariate le restanti 38 azioni.

L’euro è sceso sotto gli 1,2 dollari. Alle 17.30 il bitcoin si attestava sotto i 37.000 dollari (circa 30.500 euro).

Lo spread Btp-Bund si è ristretto a 100 punti.

 

Ottime performance per i titoli del settore bancario.

In evidenza BPER Banca (+4,17% a 1,698 euro). L’istituto ha diffuso i risultati finanziari preliminari relativi al 2020, esercizio chiuso con un calo dell’utile netto e un forte miglioramento del risultato della gestione operativa. L'istituto ha proposto la distribuzione del dividendo 2021 (relativo all’esercizio 2020), nel pieno rispetto delle prudenziali linee guida BCE.

Segno più anche per IntesaSanpaolo (+2,94% a 2,0085 euro). In occasione della diffusione dei risultati finanziari del 2020 UBI Banca ha segnalato che l’integrazione con l'istituto guidato da Carlo Messina è confermata per il mese di aprile 2021.

Chiusura positiva per Mediobanca (+2,95%). Delfin, la holding che fa capo a Leonardo Del Vecchio ha comunicato che tra il 4 gennaio e il 2 febbraio 2021 ha acquistato circa 11,1 milioni di azioni dell’istituto di Piazzetta Cuccia. Gli acquisti rappresentano circa l’1,25% del capitale di Mediobanca.

 

In rialzo i titoli delle società attive nel risparmio gestito.

Spicca la performance di FinecoBank (+6,21% a 14,46 euro). Nel mese di gennaio la compagnia ha registrato una raccolta netta totale pari a 890,8 milioni di euro, in aumento del 175% rispetto ai 323,2 milioni dello stesso periodo dello scorso anno.

 

Poco sopra la parità Enel (+0,05% a 8,556 euro), prima della diffusione dei risultati finanziari dell’esercizio 2020.

 

CNH Industrial si è allineata al trend del FTSEMib: il titolo ha guadagnato il 2,51% a 11,86 euro. Diverse banche d'affari hanno rivisto il target price sulla società, dopo la diffusione dei risultati finanziari del 2020.

 

Spicca l’ottima performance di Pirelli (+5,72% a 4,66 euro). Gli analisti di Bank of America hanno alzato a 5,6 euro il target price sul gruppo degli pneumatici; gli esperti hanno confermato l'indicazione di acquisto delle azioni.

Tutte le ultime su: piazza affari
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.