NAVIGA IL SITO

FTSEMib e Borse europee chiudono in rialzo

I maggiori indici di Borsa Italiana e le principali piazze finanziarie europee, con progressi nell'ordine del punto percentuale. Spicca il balzo di CNH Industrial

di Edoardo Fagnani 30 mar 2021 ore 17:43

mercato-andamentoChiusura positiva per i maggiori indici di Borsa Italiana e le principali piazze finanziarie europee, con progressi nell'ordine del punto percentuale. Pierre Veyret – analista tecnico di ActivTrades - segnala una persistente propensione al rischio sui mercati azionari. "In effetti, l'accelerazione dei programmi di vaccinazione e la prospettiva di ulteriori stimoli stanno contribuendo fortemente a sostenere i mercati, spingendo i prezzi al rialzo", ha sottolineato l'esperto.

Il FTSEMib ha messo a segno un rialzo dello 0,88% a 24.636 punti, dopo aver oscillato tra un minimo di 24.469 punti e un massimo di 24.708 punti. Il FTSE Italia All Share ha guadagnato lo 0,78%. Progressi minimi per il FTSE Italia Mid Cap (+0,19%) e per il FTSE Italia Star (+0,12%). Nella seduta del 30 marzo 2021 il controvalore degli scambi è salito a 2,37 miliardi di euro, rispetto agli 1,91 miliardi di lunedì; sono passate di mano 657.139.261 azioni (588.143.908 nella seduta di lunedì). Su 445 titoli trattati, 266 hanno registrato una performance positiva, mentre i ribassi sono stati 147; invariate le restanti 32 azioni.

Alle 17.40 il bitcoin era sceso sotto i 59.000 dollari (circa 50.000 euro).

Lo spread Btp-Bund si è portato oltre i 95 punti.

L’euro è rimasto sotto gli 1,175 dollari.

 

Si è fermata la corsa di Telecom Italia TIM (+0,26% a 0,4605 euro), dopo aver toccato un massimo intraday di 0,47 euro.

 

Spicca il forte rialzo di CNH Industrial (+4,34% a 13,465 euro). Secondo quanto riportato dall’agenzia Bloomberg il gruppo cinese FAW si starebbe muovendo per presentare un’offerta per rilevare le attività Tir e Bus della controllata Iveco.

 

Chiusura positiva per il Creval (+0,66% a 12,2 euro), nel giorno in cui ha preso il via l’offerta pubblica di acquisito volontaria totalitaria promossa dal Credit Agricole Italia.

Performance migliore per la Popolare di Sondrio (+4,03%), dopo la diffusione dei risultati finanziari del 2020. Il management dell'istituto ha proposto la distribuzione di un dividendo di 0,06 euro per azione.

 

Atlantia in territorio negativo (-0,34%). L’assemblea degli azionisti della holding delle infrastrutture non ha approvato la proroga dal 31 marzo al 31 luglio 2021 del termine per l’avveramento della condizione sospensiva del progetto di scissione parziale proporzionale di Atlantia in favore di Autostrade Concessioni e Costruzioni. Pertanto, in assenza di offerte - entro il 31 marzo - per l’acquisto della complessiva partecipazione che Atlantia verrebbe a detenere in Autostrade Concessioni e Costruzioni la scissione sarà interrotta e l’operazione di cui la stessa è parte non si perfezionerà.

 

Discreta performance per Prysmian (+0,63%). La società ha annunciato la finalizzazione del contratto con RWE Renewables, uno dei più grandi sviluppatori di parchi eolici offshore al mondo, per la realizzazione di un sistema in cavo ad alta tensione sottomarino e terrestre “chiavi in mano” del valore di oltre 200 milioni di euro per il parco eolico offshore Sofia.

 

Esordio positivo per ABP Nocivelli all’AIM Italia. Il titolo ha guadagnato l'1,09% a 3,235 euro, rispetto ai 3,2 euro del prezzo di collocamento.

Tutte le ultime su: piazza affari
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.