NAVIGA IL SITO

Ancora una chiusura positiva per Piazza Affari

Tonica IntesaSanpaolo, dopo la diffusione della trimestrale. Spiccano i rialzi di NEXI, DiaSorin e Anima Holding. È proseguito il trend positivo di Ferrari

di Edoardo Fagnani 3 nov 2023 ore 17:38

mercato-azionario-positivoI maggiori indici di Borsa Italiana e le principali piazze finanziarie europee hanno registrato variazioni frazionali nell'ultima seduta della settimana. "Dal punto di vista tecnico, l'indice STOXX-50 ha superato la sua linea di tendenza ribassista di medio termine, aprendo la porta a una ripresa del trend rialzista o a un consolidamento laterale di medio termine", ha segnalato Pierre Veyret, analista tecnico di ActivTrades.

Il FTSEMib ha guadagnato lo 0,69% a 28.675 punti, dopo aver oscillato tra un minimo di 28.509 punti e un massimo di 28.746 punti; nell'intera settimana il principale indice di Borsa Italiana è salito del 5,08%. Il FTSE Italia All Share ha messo a segno un progresso dello 0,78%. Performance migliori per il FTSE Italia Mid Cap (+1,62%) e per il FTSE Italia Star (+1,95%). Nella seduta del 3 novembre 2023 il controvalore degli scambi è sceso a 2,57 miliardi di euro, rispetto ai 2,95 miliardi di giovedì.

Il bitcoin si è avvicinato ai 35.000 dollari (poco meno di 32.500 euro).

Lo spread Btp-Bund si è ristretto a 180 punti, con il rendimento del Btp decennale che si è portato al 4,45%.

L’euro ha sfiorato gli 1,075 dollari, dopo il dato sull'occupazione negli Stati Uniti a ottobre 2023.

 

Focus sui titoli del settore bancario.

Sotto i riflettori IntesaSanpaolo (+1,57% a 2,5635 euro). L'istituto guidato da Carlo Messina ha comunicato i risultati finanziari dei primi nove mesi del 2023, che, a detta del management, hanno confermato la capacità dell’istituto di generare una redditività sostenibile anche in contesti complessi, con un utile netto trainato dagli interessi netti che ha raggiunto i 6,1 miliardi di euro. IntesaSanpaolo ha fornito anche un aggiornamento sulle stime finanziarie per il 2023 e ha deliberato un acconto sul dividendo 2024 (relativo all’esercizio 2023) di 0,144 euro per azione.

In ribasso, invece, UniCredit (-0,3%).

 

Performance positive per le compagnie attive nel risparmio gestito, dove spicca il rialzo di FinecoBank (+3,52%).

Seduta brillante anche per Anima Holding (+5,33% a 4,07 euro), dopo la diffusione dei risultati finanziari del 3° trimestre 2023.

 

Stellantis ha guadagnato l'1,96% a 18,696 euro. Il Ministero dei Trasporti ha comunicato che nel mese di ottobre 2023 in Italia sono state immatricolate 139.052 vetture, in aumento del 20% rispetto alle 115.852 dello stesso periodo dello scorso anno. In forte aumento anche le vendite di Stellantis. A ottobre 2023 le immatricolazioni del gruppo sono state pari a oltre 44mila unità, in crescita del 15,7% rispetto alle 38mila vetture vendute a ottobre 2022. Di conseguenza, la quota di mercato di Stellantis si è attestata al 31,7%.

È proseguito il trend positivo di Ferrari (+1,78% a 308,7 euro). Alcune banca d'affari hanno rivisto al rialzo il prezzo obiettivo sul Cavallino Rampante, dopo la diffusione dei risultati finanziari del 3° trimestre 2023.

 

DiaSorin (+2,06% a 90,24 euro) tra i migliori di giornata. La società di diagnostica ha diffuso i dati finanziari dei primi nove mesi del 2023. Inoltre, il management ha confermato la guidance per il 2023 elaborata a tassi di cambio costanti e ha anticipato che il piano industriale per il periodo 2024/2027 sarà presentato alla comunità finanziaria il 15 dicembre 2023.

 

Telecom Italia TIM ha recuperato lo 0,39% a 0,2597 euro. Oggi si è riunito il consiglio di amministrazione della compagnia telefonica per l’esame delle offerte presentate da KKR su NetCo e Sparkle.

 

NEXI ha chiuso in rialzo del 6,1% a 6,122 euro, in scia alle indiscrezioni sull’interesse di alcuni fondi di private equity.

 

In forte ribasso, invece, ENI (-2,15% a 15,366 euro).

Tutte le ultime su: piazza affari
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.