NAVIGA IL SITO

Piazza Affari la migliore in Europa: FTSEMib +2,1%

Borsa Italiana ha reagito in maniera euforica agli sviluppi della crisi di governo in Italia. Rally dei titoli del settore bancario. Molto bene anche Enel e CNH Industrial

di Edoardo Fagnani 3 feb 2021 ore 17:45

piazza-affari-verdeTerzo rialzo consecutivo per i maggiori indici di Borsa Italiana: Piazza Affari ha reagito in maniera euforica agli sviluppi della crisi di governo in Italia: il presidente Sergio Mattarella ha conferito un nuovo incarico a Mario Draghi, ex numero uno di Bankitalia e della BCE. Luigi De Bellis - co-responsabile Ufficio Studi EQUITA - ritiene che la credibilità di Mario Draghi a livello internazionale possa spostare flussi di capitale sull`Italia. "Quindi ci aspettiamo un impatto positivo sul mercato azionario italiano, e in una prima fase suggeriamo di puntare su titoli liquidi (quindi ci siamo concentrati sull`indice FTSEMib) che traggono vantaggio dalla riduzione dello spread, dall`implementazione degli investimenti legati al Recovery Fund e/o dalla riduzione dello sconto Italia", ha puntualizzato l'esperto.

Il FTSEMib ha chiuso la seduta con un progresso del 2,09% a 22.528 punti, dopo aver oscillato tra un minimo di 22.378 punti e un massimo di 22.738 punti. Pierre Veyret – analista tecnico di ActivTrades - ha segnalato che l'indice dovrà superare il forte livello di 22.735 punti per sbloccare l'obiettivo al rialzo verso 22.900 punti e 23.185 punti per estensione. Il FTSE Italia All Share ha guadagnato il 2,08%. Segno più anche per il FTSE Italia Mid Cap (+1,3%) e per il FTSE Italia Star (+1,26%). Nella seduta del 3 febbraio 2021 il controvalore degli scambi è balzato a 3,76 miliardi di euro, rispetto ai 2,24 miliardi di martedì; sono passate di mano 1.093.521.286 azioni (957.504.727 nella seduta di martedì). Su 443 titoli trattati, 279 hanno registrato una performance positiva, mentre i segni meno sono stati 130; invariate le restanti 34 azioni.

L’euro si è attestato poco sopra gli 1,2 dollari. Alle 17.30 il bitcoin era tornato oltre i 36.500 dollari (circa 30.500 euro).

Lo spread Btp-Bund si è stabilizzato a 105 punti.

 

Rally dei bancari, in scia all’ipotesi di Mario Draghi alla guida di un governo definito di “alto profilo”.

BPER Banca ha registrato un balzo del 5,57% a 1,63 euro. In giornata si sono riuniti i vertici dell’istituto per l’esame del risultati preliminari dell’esercizio 2020.

Molto bene anche IntesaSanpaolo (+4,29% a 1,9512 euro) e UniCredit (+4,18% a 8,068 euro), dopo uno stop per eccesso di rialzo in avvio di giornata.

 

Ottime performance per le utilities, che hanno beneficiato del forte ribasso dei rendimenti dei titoli di stato italiani.

Spicca il rialzo registrato da Enel (+4,29% a 8,552 euro).

 

CNH Industrial si è allineata al trend positivo di Piazza Affari (+2,62%). La società ha diffuso i risultati finanziari del 2020, penalizzati dell’impatto negativo del COVID-19 sui mercati finali nel primo semestre dell’anno. CNH Industrial comunicato che intende distribuire un dividendo di 0,11 euro.

Ancora una seduta decisamente negativa per Ferrari (-3,65% a 164,9 euro). Diverse banche d’affari hanno rivisto la valutazione sul titolo del Cavallino Rampante, dopo la diffusione dei risultati finanziari del 2020.

 

Ottima seduta per Atlantia (+6,08% a 15,45 euro). Il Sole24Ore ha riportato le dichiarazioni dei vertici del fondo TCI, azionista della holding delle infrastrutture. Il socio ritiene che l’offerta presentata dal consorzio guidato da CDP Equity per Autostrade per l’Italia non sia adeguata. TCI, infatti, ritiene che l’88% della concessionaria autostradale controllato da Atlantia possa valere tra gli 11 e i 12 miliardi di euro.

Tutte le ultime su: piazza affari
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.