NAVIGA IL SITO

Borse positive: FTSEMib +1,2%

Seduta caratterizzata da forte volatilità per i maggiori indici di Borsa Italiana e per le principali piazze finanziarie europee. Spicca l'ottima performance di STM

di Edoardo Fagnani 28 gen 2021 ore 17:47

borsa-positiva_1Seduta caratterizzata da forte volatilità per i maggiori indici di Borsa Italiana e per le principali piazze finanziarie europee. I mercati azionari hanno chiuso in territorio positivo, dopo essere arrivati a perdere oltre un punto percentuale in mattinata.

Il FTSEMib ha messo a segno un progresso dell'1,17% a 21.917 punti, dopo aver oscillato tra un minimo di 21.312 punti e un massimo di 21.941 punti. Il FTSE Italia All Share ha guadagnato l'1,09%. Progressi frazionali per il FTSE Italia Mid Cap (+0,18%) e per il FTSE Italia Star (+0,32%). Nella seduta del 28 gennaio 2021 il controvalore degli scambi è sceso a 2,51 miliardi di euro, rispetto ai 2,55 miliardi di mercoledì; sono passate di mano 576.085.568 azioni (615.650.377 nella seduta di mercoledì). Su 435 titoli trattati, 209 hanno registrato una performance positiva, mentre i ribassi sono stati 184; invariate le restanti 42 azioni.

L’euro si è attestato oltre gli 1,21 dollari. Alle 17.40 il bitcoin si era riportato a 32.000 dollari (circa 26.500 euro).

Lo spread Btp-Bund è tornato sotto i 120 punti.

 

Giornata nervosa per i bancari.

UniCredit ha guadagnato lo 0,48% a 7,727 euro. Il consiglio di amministrazione della banca ha identificato all'unanimità Andrea Orcel come prossimo amministratore delegato (CEO), da inserire nella lista dei candidati per il rinnovo del CdA, in sostituzione dell'amministratore delegato uscente, Jean Pierre Mustier. La lista sarà presentata per l'approvazione alla prossima assemblea degli azionisti del 15 aprile 2021.

Performance migliore per il BancoBPM (+3,28%).

Minimo ribasso per il Monte dei Paschi di Siena (-0,09%). In giornata si è riunito il consiglio di amministrazione dell’istituto senese per l’esame del capital plan. 

 

STM ha guadagnato il 4,2% a 33,01 euro. La società ha comunicato i risultati finanziari del 2020. Il gruppo italofrancese ha terminato l’esercizio con un incremento dei ricavi e della redditività, grazie alla crescita registrata negli ultimi tre mesi dell’esercizio. Per il trimestre in corso il management prevede un ulteriore miglioramento dei ricavi rispetto al corrispondente periodo del 2020. Nel corso della conference call a commento dei risultati, il numero uno di STM, Jean-Marc Chery, ha segnalato una forte raccolta di ordini nell'ultimo trimestre del 2020. Di conseguenza, il manager ha puntualizzato che l'azienda è in linea per raggiungere i target di fatturato nel medio termine (12 miliardi di dollari entro il 2023).

 

In forte rialzo Stellantis (+2,33% a 12,718 euro). L’agenzia DBRS ha migliorato di un livello il rating sul debito a lungo termine della società automobilistica, portandolo da “BBB low” a “BBB”. Le prospettive sul rating per i prossimi trimestri sono stabili.

 

Prese di beneficio su DiaSorin (-5,63% a 177,7 euro), dopo il rally del giorno precedente.

 

Fincantieri ha subito una flessione dell'1,89% a 0,5195 euro. Secondo quanto scritto su La Repubblica sarebbe tramontato il progetto di integrazione con il gruppo francese STX.

Tutte le ultime su: piazza affari
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.