NAVIGA IL SITO

Il FTSEMib ha chiuso in positivo (ma ha prevalso la volatilità)

Chiusura positiva per i titoli del settore bancario, dopo le indicazioni dalla Commissione Europea. In forte ribasso, invece, NEXI, in seguito al collocamento di azioni

di Edoardo Fagnani 27 mag 2020 ore 17:44

borsa-positiva_1I maggiori indici di Borsa Italiana hanno chiuso la seduta con progressi frazionali, mentre le principali piazze finanziarie europee hanno registrato rialzi superiori al punto percentuale. Secondo le prime indicazioni, la Commissione Europea avrebbe proposto un consistente piano di stimoli per uscire dalla crisi causata dal coronavirus. Il pacchetto prevede l’erogazione di aiuti a fondo perduto agli stati membri per un ammontare di 500 miliardi di euro, a cui si aggiungono prestiti per 250 miliardi di euro. Antonio Cesarano - Chief Global Strategist di Intermonte SIM - ha segnalato che il piano presentato da Ursula Von Der Leyen presenta una struttura sbilanciata sui grants (500 miliardi di euro), con anticipo di parte dei fondi quest'anno (11,5 miliardi) e distribuzione collegata all'impatto del virus che per l'Italia si traduce in circa 80 miliardi di euro di trasferimenti e circa 90 miliardi di finanziamenti, che avranno scadenza lunga fino al 2058. "Complessivamente il piano è in linea con la proposta franco tedesca ed è tale da poter offrire un supporto notevole a un vasto range di settori anche in chiave di ristrutturazione e rilancio (ad esempio comparto auto) sfruttando un ammontare corposo di risorse a fondo perduto", ha puntualizzato l'esperto. Cesarano ha ricordato che il piano è finalizzato non solo a far fronte ai temi sanitari collegati al virus ma anche ad una serie di investimenti secondo due filoni principali: green e digital transition.

È proseguita la tre giorni di aste di titoli di stato italiani: in mattinata il Tesoro ha collocato due BOT.

Il FTSEMib ha messo a segno un progresso dello 0,28% a 17.910 punti, dopo aver oscillato tra un minimo di 17.737 punti e un massimo di 18.228 punti. Il FTSE Italia All Share è salito dello 0,29%. Poco sopra la parità il FTSE Italia Mid Cap (+0,19%), mentre il FTSE Italia Star ha perso oltre un punto percentuale (-1,33%). Nella seduta del 27 maggio 2020 il controvalore degli scambi è balzato a 3,49 miliardi di euro, rispetto ai 2,36 miliardi di martedì; sono passate di mano 1.087.635.455 azioni (796.684.288 nella seduta di martedì). Su 432 titoli trattati, 223 hanno registrato una performance positiva, mentre i segni meno sono stati 174; invariate le restanti 35 azioni.

L’euro ha oscillato intorno agli 1,1 dollari, mentre il bitcoin si è riportato oltre i 9.000 dollari (poco meno di 8.500 euro).

Lo spread Btp-Bund si è attestato a 195 punti.

 

Chiusura positiva per i titoli del settore bancario, dopo le indicazioni dalla Commissione Europea.

BPER Banca (+3,63%) tra i migliori del comparto.

Seduta brillante per UniCredit (+4,68%).

Sotto i riflettori IntesaSanpaolo (+2,48%) e UBI Banca (+0,76%). Il consiglio di amministrazione di UBI Banca ha deliberato l’avvio di un’azione volta ad accertare che, a causa dell’avveramento della condizione MAC (material adverse change) di efficacia dell’offerta pubblica di scambio promossa da IntesaSanpaolo, siano cessati gli effetti della comunicazione effettuata dall'istituto guidato da Carlo Messina, incluso il venir meno della “passivity rule” in capo a UBI Banca.

 

NEXI ha registrato uno scivolone del 7,84% a 14,105 euro, dopo uno stop per eccesso di ribasso in avvio di giornata. L’azionista di controllo, Mercury UK Holdco, ha comunicato l’intenzione di cedere un ammontare di circa 55 milioni di azioni della società dei pagamenti quotata al FTSEMib, pari all’8,8% del capitale. I titoli sarebbero stati ceduti a un prezzo unitario di 14,2 euro, con uno sconto del 7,2% rispetto al prezzo di chiusura del 26 maggio (15,305 euro). In seguito a questa operazione gli analisti di Banca Akros hanno peggiorato il giudizio su NEXI, portandolo da “Accumulate” a “Neutrale”, in quanto il titolo negli ultimi due mesi avrebbe “corso troppo”; gli esperti hanno confermato il target price di 13 euro.

 

Ancora una seduta positiva per Fiat Chrysler Automobiles (+2,81%). Il Sole24Ore ha scritto che IntesaSanpaolo ha dato il via libera all'erogazione del prestito da 6,3 miliardi di euro alla controllata Fca Italy per affrontare l'impatto dell'emergenza di Covid19. I passi successivi, secondo il quotidiano, dovrebbe essere due: l'approvazione della garanzia pubblica fino all'80% da parte di Sace e l'accettazione da parte di Fca Italy delle condizioni fissate dal governo.

 

Prysmian in forte calo (-2,99%). La società si è aggiudicata un contratto da ARIADNE INTERCONNECTION (società interamente posseduta da IPTO, l’operatore del sistema di trasmissione della rete elettrica in Grecia) per le interconnessioni sottomarine tra l’isola di Creta e l’entroterra greco (regione Attica). Il controvalore complessivo della commessa, suddivisa in due lotti, ammonta a circa 270 milioni di euro.

 

Ancora vendite su DiaSorin. Il titolo della società di diagnostica ha registrato uno scivolone del 12,2%, dopo alcune sospensioni per eccesso di ribasso.

Tutte le ultime su: piazza affari
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.

Guide Lavoro

Chi e per cosa si può utilizzare NoiPA

NoiPA è la piattaforma digitale per la gestione del personale e degli stipendi del settore pubblico.

da

ABCRisparmio

Cosa è e come si usa il cassetto fiscale

Cosa è e come si usa il cassetto fiscale

Il cassetto fiscale è un archivio online tramite il quale ogni contribuente può consultare qualsiasi informazione riguardante la propria posizione fiscale Continua »