NAVIGA IL SITO

A Borsa Italiana non riesce il rialzo. Giornata super per FCA

A causa del peggioramento delle banche hanno girato in rosso, nel pomeriggio, i principali indici di Borsa Italiana. In grande rialzo FCA dopo la proposta di fusione a Renault

di Mauro Introzzi 27 mag 2019 ore 17:42

mercato-scende_1A causa del peggioramento delle banche hanno girato in rosso, nel pomeriggio, i principali indici di Borsa Italiana. Secondo alcune agenzie di stampa il peggioramento sarebbe arrivato sull'indiscrezione relativa all'avvio da parte della Commissione Europea, dal prossimo 5 giugno, di una procedura contro l'Italia a causa dell'alto debito pubblico (debito pubblico italiano 2019). In grande rialzo FCA dopo l'ufficializzazione della proposta di fusione alla transalpina Renault.

In positivo le altre principali piazze del Vecchio Continente su cui influisce l'esito - complessivamente senza indicazioni troppo sorprendenti - delle elezioni europee di questo fine settimana.

Oggi è rimasta chiusa la borsa di Wall Street, che osserva un turno di riposo per la festività del Memorial Day. Poco da segnalare dall’agenda del giorno: il calendario macroeconomico era vuoto.

 

In chiusura il FTSEMib ha registrato un calo dello 0,06% a 20.363 punti, dopo aver oscillato tra un minimo di 20.298 punti e un massimo di 20.683 punti, mentre l'All Share è arretrato dello 0,16% a 22.260 punti. In negativo anche il Mid Cap (-0,15%) e lo Star (-0,23%).

L’euro è rimasto poco lontano dagli 1,12 dollari. Balzo del bitcoin, quasi a 8mila euro.

 

CONSULTA le quotazioni dei titoli del SOLMib40

 

A Piazza Affari tutti gli occhi degli addetti ai lavori erano puntati su FCA, in rialzo del 7,98%. Il gruppo italoamericano ha inviato a Renault, che oggi riuniva il suo consiglio di amministrazione, una proposta non vincolante di fusione paritaria. Da un’integrazione tra i due gruppi nascerebbe un vero e proprio colosso dell’auto che, comprendendo anche i dati relativi all’alleanza tra il produttore transalpino e i marchi asiatici Nissan e Mitsubishi creerebbe il maggiore polo al mondo nel comparto automobilistico, vendendo più di 15 milioni di veicoli annui (FCA: offerta ufficiale a Renault per una fusione). Bene anche la controllante EXOR (+6,12%). Equita Sim ha alzato a "buy" (acquistare) il rating di entrambe.

 

I bancari sono peggiorati nel corso della seduta, causando il dietrofront del mercati italiano. IntesaSanpaolo ha perso lo 0,55% mentre Unicredit è arretrato del 2,28%. Male anche UBI Banca (-2,36%), BPER Banca (-2,66%) e BancoBPM (-2,39%). La Garanzia sulla Cartolarizzazione delle Sofferenze, chiamata più semplicemente con il suo acronimo GACS, è stata estesa dalla Commissione Europea fino al 27 maggio 2021

In calo dello 0,54% MPS. In una recente intervista (MPS: il focus? Su piano e utp) riportata dal settimanale Milano Finanza l’amministratore delegato dell'istituto senese, Marco Morelli, ha dichiarato che la banca rimane focalizzata sul piano al 2021 (i cui target andrebbero però rivisti) e sulla riduzione degli utp (unlikely to pay, ossia le inadempienze probabili) per 2 miliardi.

 

Tra i titoli a maggior capitalizzazione da segnalare i cali di Juventus (-1,46%) e il mini rimbalzo di STM (+0,29%).

 

In rosso i petroliferi Tenaris (-1,75%) e Saipem (-0,58%). L’agenzia di rating S&P Global Ratings ha aggiornato in queste ore il suo giudizio su Saipem. Viene confermato il livello “BB+” per il “long term corporate credit rating”, modificando l’outlook da negativo a stabile, e per le “senior unsecured facilities” comprendenti una Revolving Credit Facility di 1 miliardo di euro e quattro emissioni obbligazionarie da 500 milioni di euro ciascuna effettuate a valere sul programma Euro EMTN di Saipem.

Ha resistito in positivo Saras (+0,38%). In un articolo del Sole24Ore in edicola sabato si riportano le parole di Dario Scaffardi, amministratore delegato della compagnia. Il manager ha specificato alla testata quali sono le sfide che il gruppo della raffinazione deve affrontare nei prossimi mesi (Saras riapre il dossier alleanze: pronti per partner industriali).

 

Tra gli altri titoli fuori dal FTSEMib è arretrata di un minimo 0,1% Autogrill. Una delle società del gruppo, HMSHost Corporation (tramite alcune sue controllate) ha completato la cessione di tutte le sue attività nei Travel Centres sulle autostrade del Canada. La porzione di corrispettivo di pertinenza di HMSHost è pari 255 milioni di dollari canadesi, 190 milioni di dollari USA (Autogrill cede le attività autostradali canadesi).

Tutte le ultime su: piazza affari
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
da

ABCRisparmio

Cosa è e come si usa il cassetto fiscale

Cosa è e come si usa il cassetto fiscale

Il cassetto fiscale è un archivio online tramite il quale ogni contribuente può consultare qualsiasi informazione riguardante la propria posizione fiscale Continua »