NAVIGA IL SITO

FTSEMib, la chiusura è negativa

Banca Carige ha registrato un prezzo finale di 0,6318 euro nel giorno in cui è stata riammessa alle quotazioni a Piazza Affari. Campari in forte rialzo dopo la semestrale

di Edoardo Fagnani 27 lug 2021 ore 17:50

mercato-rossoI maggiori indici di Borsa Italiana e le principali piazze finanziarie europee hanno chiuso la seduta del 27 luglio 2021 in territorio negativo.

Il FTSEMib ha subito una flessione dello 0,83% a 25.087 punti, dopo aver oscillato tra un minimo di 25.004 punti e un massimo di 25.261 punti. Il FTSE Italia All Share ha perso lo 0,78%. Segno meno anche per il FTSE Italia Mid Cap (-0,33%) e per il FTSE Italia Star (-0,75%). Nella seduta del 27 luglio 2021 il controvalore degli scambi è sceso a 1,82 miliardi di euro, rispetto agli 1,85 miliardi di lunedì; sono passate di mano 417.654.031 azioni (469.695.272 nella seduta di lunedì).

Alle 17.40 il bitcoin aveva superato i 38.000 dollari (oltre 32.000 euro).

Lo spread Btp-Bund si è attestato poco sopra i 105 punti.

L’euro è tornato oltre gli 1,18 dollari.

 

Riflettori ancora puntati sui titoli del settore bancario.

Banca Carige ha registrato un prezzo finale di 0,6318 euro nel giorno in cui è stata riammessa alle quotazioni a Piazza Affari. Il titolo era sospeso dalle contrattazioni dal 2 gennaio 2019. Borsa Italiana ha comunicato che nella seduta del 27 luglio 2021 sulle azioni ordinarie Banca Carige non verrà diffuso il prezzo di riferimento iniziale. Inoltre, dalla stessa data e fino a successiva comunicazione su tali strumenti non sarà consentita l'immissione di proposte senza limite di prezzo (ordini al meglio).

Da segnalare la performance negativa di UniCredit (-2,02% a 9,62 euro).

 

In rosso anche Banca Generali (-2,09% a 34,63 euro). La compagnia ha comunicato i risultati finanziari del primo semestre 2021, periodo chiuso con un utile netto di 190,1 milioni di euro, in aumento del 44,1% rispetto ai 131,9 milioni contabilizzati nei primi sei mesi dell’esercizio precedente. Tuttavia, nel solo secondo trimestre l’utile netto di Banca Generali è salito del 3% a 54,7 milioni di euro, in seguito a un accantonamento per 80 milioni di euro, al fine di tutelare i propri clienti da una potenziale perdita relativa ad investimenti in titoli di cartolarizzazioni di crediti sanitari riservati a clienti professionali

 

Campari in forte rialzo (+3,16% a 11,74 euro), dopo la diffusione dei dati finanziari del primo semestre del 2021, periodo chiuso con ricavi e redditività in forte miglioramento.

 

In frazionale progresso Italgas (+0,68% a 5,654 euro), dopo la diffusione dei risultati finanziari del primo semestre 2021.

Tutte le ultime su: piazza affari
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.