NAVIGA IL SITO

Telecom e banche mandano in rosso il FTSEMib

I maggiori indici di Borsa Italiana e le principali piazze finanziarie europee hanno terminato la giornata con variazioni frazionali. Wall Street chiusa in occasione del Thanksgiving Day

di Edoardo Fagnani 25 nov 2021 ore 17:43

mercato-neutroI maggiori indici di Borsa Italiana e le principali piazze finanziarie europee hanno terminato la giornata con variazioni frazionali. Le borse del Vecchio Continente non hanno avuto indicazioni da Wall Street, che oggi è rimasta chiusa in occasione della festività del Thanksgiving Day.

Il FTSEMib ha chiuso in calo dello 0,04% a 27.099 punti, dopo aver oscillato tra un minimo di 27.042 punti e un massimo di 27.302 punti. I FTSE Italia All Share è rimasto invariato. Performance positive per il FTSE Italia Mid Cap (+0,36%) e per il FTSE Italia Star (+0,29%). Nella seduta del 25 novembre 2021 il controvalore degli scambi è sceso a 2,15 miliardi di euro, rispetto ai 3,24 miliardi di mercoledì; sono passate di mano 1.557.218.802 azioni (2.564.018.566 nella seduta di mercoledì).

Alle 17.30 il bitcoin aveva superato i 59.000 dollari (oltre 52.500 euro).

Lo spread Btp-Bund si è allargato a 130 punti.

L’euro è rimasto oltre gli 1,12 dollari.

 

Prese di beneficio su Telecom Italia TIM, dopo il rally registrato nella seduta precedente. Le azioni ordinarie sono scese del 2,65% a 0,484 euro, mentre i titoli di risparmio hanno perso l'1,29% a 0,458 euro.

 

Ancora in forte rialzo Enel (+1,48% a 7,149 euro), dopo la presentazione del piano industriale per il triennio 2022/2024.

 

Vendite sui bancari.

Spiccano i ribassi del BancoBPM (-1,56% a 2,58 euro) e UniCredit (-1,55% a 11,272 euro).

 

Generali ha ceduto lo 0,43% a 18,32 euro. Il colosso assicurativo ha comunicato di avere avviato trattative esclusive per l’acquisizione di La Médicale, società assicurativa di Crédit Agricole Assurances rivolta agli operatori sanitari.

 

All’Euronext Growth Milan TAKE OFF ha registrato un balzo dell'8,75% a 4,35 euro, nel giorno del debutto nel listino dedicato alle PMI dinamiche e competitive. Le azioni erano state collocate a 4 euro, per una capitalizzazione iniziale di 62,5 milioni di euro.

Tutte le ultime su: piazza affari
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.