NAVIGA IL SITO

Minimo rialzo per il FTSEMib, respinto da quota 25mila

Qualche spunto tra i titoli del settore bancario: UniCredit in rialzo di quasi un punto percentuale. Performance migliori per il BancoBPM e BPER Banca.

di Edoardo Fagnani 25 mag 2021 ore 17:44

mercato-azionario-crescitaI maggiori indici di Borsa Italiana e le principali piazze finanziarie europee hanno registrato variazioni frazionali. In particolare, la borsa di Francoforte ha ripreso le contrattazioni dopo la pausa festiva del 24 maggio con il nuovo massimo storico per l'indice DAX.

Il FTSEMib ha guadagnato lo 0,01% a 24.893 punti, dopo aver oscillato tra un minimo di 24.881 punti e un massimo di 25.009 punti. Il FTSE Italia All Share è sceso dello 0,01%. Andamento opposto per il FTSE Italia Mid Cap (-0,2%) e per il FTSE Italia Star (+0,34%). Nella seduta del 25 maggio 2021 il controvalore degli scambi è salito a 2,21 miliardi di euro, rispetto agli 1,83 miliardi di lunedì; sono passate di mano 572.766.889 azioni (501.535.571 nella seduta di lunedì).

Alle 17.35 il bitcoin si era riportato a 38.500 dollari (oltre 30.500 euro).

Lo spread Btp-Bund è sceso sotto i 115 punti.

L’euro ha oscillato intorno agli 1,225 dollari.

 

Qualche spunto tra i titoli del settore bancario.

UniCredit ha terminato la seduta in rialzo di quasi un punto percentuale (+0,94% a 10,354 euro). Nell’ambito del programma di acquisto di azioni ordinarie finalizzato alla remunerazione ordinaria degli azionisti per l’esercizio 2020, l'istituto guidato da Andrea Orcel ha comunicato che tra il 17 e il 21 maggio 2021 ha acquistato 3.133.580 azioni a un prezzo medio ponderato di 10,2344 euro.

Chiusura positiva anche per il BancoBPM (+1,33% a 2,817 euro) e BPER Banca (+2,21% a 2,126 euro).

 

Da segnalare l’ottima performance di Saras (+1,57% a 0,6874 euro). Gli operatori collegano il rialzo del titolo della società di raffinazione alla decisone del colosso Royal DUtch Shell di cedere il controllo della raffineria Deer Park in Texas. Il corrispettivo dell’operazione è stato definito in 596 milioni di dollari.

 

Autogrill ha subito una flessione del 3,47% a 6,796 euro. La società di ristorazione ha fornito alcune indicazioni finanziarie relative ai primi quattro mesi del 2021, periodo chiuso con ricavi per 530,7 milioni di euro, in contrazione del 44,9% rispetto ai 962,6 milioni ottenuti nello stesso periodo dello scorso anno. Il management di Autogrill ha confermato la guidance al 2021 e gli obiettivi al 2024, rivisti lo scorso 31 marzo 2021.

 

Al segmento STAR spicca il rialzo di Giglio Group (+6,02% a 2,2 euro). L'azienda ha siglato un accordo con la società IMAGRO per la distribuzione, in esclusiva per l’Italia, dei tamponi rapidi di autodiagnosi “Boson Rapid SARS-Cov-2 Antigen Test”.

Tutte le ultime su: piazza affari
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.