NAVIGA IL SITO

FTSEMib in calo con le banche: male UniCredit e UBI Banca

I due istituti hanno registrato ribassi superiori al punto e mezzo pecentuale. IntesaSanpaolo ha limitato i danni. Ancora vendite su Biesse, dopo il tonfo di lunedì

di Edoardo Fagnani 25 giu 2019 ore 17:47

Piazza Affari e le principali borse europee hanno terminato la seduta del 25 giugno 2019 con ribassi frazionali. Secondo State Street Global Advisors la crescita dei mercati azionari dovrebbe continuare, accompagnata da picchi di volatilità. "Manteniamo il sovrappeso sulle azioni dato l’importante sostegno proveniente dalle politiche macroeconomiche, ma crediamo che gli investitori dovrebbero mantenere un orientamento difensivo, dato che i fondamentali sono scollegati dai rendimenti e i rischi commerciali aumentano”, ha dichiarato Bill Street, responsabile degli investimenti per l’area EMEA di State Street Global Advisors. Intanto oggi ha preso il via la tre giorni di aste di titoli di stato italiani; in particolare, in mattinata il Tesoro ha collocato il CTZ: il rendimento del titolo è sceso allo 0,431%.

mercato-rossoIl FTSEMib ha subito una flessione dello 0,73% a 21.128 punti, dopo aver oscillato tra un minimo di 21.112 punti e un massimo di 21.283 punti. Anche il FTSE Italia All Share ha perso lo 0,73%. Chiusura negativa per il FTSE Italia Mid Cap (-0,75%) e per il FTSE Italia Star (-0,57%). Nella seduta odierna il controvalore degli scambi è sceso a 1,53 miliardi di euro, rispetto agli 1,75 miliardi di lunedì; sono passate di mano 502.785.255 azioni (538.542.071 nella seduta di lunedì). Su 388 titoli trattati, 234 hanno registrato un ribasso, mentre i rialzi sono stati 130; invariate le restanti 24 azioni.

L’euro si è confermato a 1,14 dollari, mentre il bitcoin ha superato gli 11mila dollari (10.000 euro).

Lo spread tra Btp e bund è salito a 249 punti.

 

CONSULTA le quotazioni dei titoli del SOLMib40

 

Giornata negativa per i bancari.

UniCredit ha perso oltre un punto e mezzo percentuale (-1,74% a 10,268 euro). Secondo quanto riportato da alcune agenzie stampa l’istituto guidato da Jean-Pierre Mustier avrebbe congelato il progetto di integrazione con Commerzbank. L’istituto tedesco, infatti, non sarebbe intenzionato a valutare altri progetti dopo il fallimento delle trattative con Deutsche Bank.

Performance simile per UBI Banca (-1,83% a 2,25 euro). L’istituto ha ribadito che è assolutamente destituita di fondamento qualsiasi ipotesi aggregativa con Banca Carige, smentendo quanto riportato dal quotidiano La Repubblica.

IntesaSanpaolo ha limitato i danni (-0,34% a 1,8684 euro). Dalle comunicazioni periodiche diffuse dalla Consob si apprende che il 18 giugno Jp Morgan & Chase ha ridotto la partecipazione detenuta nel capitale dell’istituto, portandola dal 3,088% al 2,674%.

Monte dei Paschi di Siena è scesa dell’1,14% a 1,04 euro. L’amministratore delegato dell’istituto senese, Marco Morelli, ha dichiarato di voler superare i target fissati per il 2019 sulla riduzione dei crediti UTP (unlikely-to-pay). Inoltre, il manager ha smentito la volontà di vendere la controllata Widiba, considerata un asset strategico per l’istituto.

 

Al MidCap spicca il rialzo messo a segno da Salini Impregilo (+1,48% a 1,778 euro). I vertici della società hanno anticipato che a inizio luglio sarà definito l’accordo per la creazione di un polo di costruzioni con Astaldi.

 

Ancora vendite su Biesse, dopo aver terminato la seduta di lunedì 24 giugno con uno scivolone del 21,7%. Il titolo della società quotata al segmento STAR ha perso il 3,08% e ha terminato la giornata a quota 11,66 euro.

 

Ottima giornata per Risanamento (+8,22% a 0,0316 euro). Gli operatori hanno collegato il rally del titolo all’assegnazione delle Olimpiadi2026 al tandem Milano-Cortina. La società immobiliare, infatti, potrebbe essere coinvolta nella realizzazione di alcune infrastrutture sportive nel capoluogo lombardo.

Tutti gli articoli su: piazza affari Quotazioni: INTESA SANPAOLO RISANAMENTO BIESSE UBI BANCA UNICREDIT
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
da

SoldieLavoro

Reddito di cittadinanza (Rdc) 2019: a chi spetta, requisiti e importo

Reddito di cittadinanza (Rdc) 2019: a chi spetta, requisiti e importo

Il Reddito di cittadinanza è il nuovo sussidio contro la povertà. Lo si potrà richiedere dal 6 marzo 2019 e verrà distribuito a partire dal 27 aprile. Destinatari, requisiti e importi Continua »

da

ABCRisparmio

APE volontaria: come funziona (requisiti, calcolo e domanda)

APE volontaria: come funziona (requisiti, calcolo e domanda)

Ape volontaria è un anticipo sulla pensione di vecchiata. La si può ottenere per un massimo di 3 anni e 7 mesi fino al raggiungimento dell'età pensionabile. Continua »