NAVIGA IL SITO

Tonfo del FTSEMib e delle borse europee

I maggiori indici di Borsa Italiana e le principali piazze finanziarie europee hanno registrato cali nell'ordine del 3%. In rosso i titoli bancari e i petroliferi

di Edoardo Fagnani 24 giu 2020 ore 17:48

borsa-rossoI maggiori indici di Borsa Italiana e le principali piazze finanziarie europee hanno registrato cali nell'ordine del 3%. Nadège Dufossé - CFA, Head of Asset Allocation di CANDRIAM - mantiene un atteggiamento cauto sui mercati in quanto l'emergenza relativa alla pandemia da coronavirus non è stata completamente superata e il percorso per uscirne sta diventando accidentato - almeno negli Stati Uniti - dove l'evolvere della situazione è meno prevedibile che in Europa. Sulla base di questo scenario l'esperto ritiene che l'Eurozona offra opportunità sia sul fronte azionario sia su quello obbligazionario. "Abbiamo una posizione lunga sulle azioni europee e sui settori value rispetto ai titoli azionari USA", ha precisato Nadège Dufossé.

Il FTSEMib ha subito una flessione del 3,42% a 19.163 punti, il minimo di giornata (massimo di 19.907 punti). Il FTSE Italia All Share ha perso il 3,26%. Segno meno anche per il FTSE Italia Mid Cap (-2,58%) e per il FTSE Italia Star (-2,3%). Nella seduta del 24 giugno 2020 il controvalore degli scambi è sceso a 2,23 miliardi di euro, rispetto ai 2,33 miliardi di martedì; sono passate di mano 762.896.396 azioni (853.322.288 nella seduta di martedì). Su 423 titoli trattati, 339 hanno registrato una performance negativa, mentre i rialzi sono stati 63; invariate le restanti 21 azioni.

L’euro è tornato sotto gli 1,13 dollari, mentre il bitcoin è sceso sotto i 9.500 dollari (meno di 8.500 euro).

Lo spread Btp-Bund si è attestato a 175 punti.

 

I titoli del settore bancario hanno subito pesanti ribassi.

UniCredit ha perso il 4,25% a 8,069 euro. L’istituto guidato da Jean-Pierre Mustier ha collocato un prestito obbligazionario Tier 2 per un ammontare di 1,5 miliardi di dollari, ottenendo richieste per circa 5,5 miliardi. Il titolo ha scadenza 15 anni (non rimborsabile nei primi 10 anni) ed è stato emesso con un spread di 475 punti base rispetto al titolo di stato statunitense di riferimento.

Performance peggiore per Mediobanca (-5,72%).

 

In difficoltà anche i titoli del settore petrolifero.

ENI e Saipem hanno lasciato sul terreno rispettivamente il 4,77% e il 4,93%.

Performance peggiore per Tenaris (-6,19%).

 

Anche Atlantia ha chiuso in territorio negativo (-2,63%). Secondo quanto scritto su La Repubblica la holding delle infrastrutture sarebbe pronta a cedere la quota di maggioranza detenuta in Autostrade per l’Italia. Il quotidiano ipotizza che gli acquirenti possano essere la Cassa Depositi e Prestiti e F2i, gestore indipendente italiano di fondi infrastrutturali, con asset under management per circa 5 miliardi di euro.

 

Telecom Italia TIM ha subito un ribasso del 4,46% a 0,362 euro. Gli analisti di UBS hanno tagliato a 0,23 euro il target price sulla compagnia telefonica; gli esperti hanno confermato l’indicazione di vendita delle azioni.

 

Esordio brillante per Cy4gate all’AIM Italia. Il titolo ha registrato un balzo del 27,6% a 4,02 euro, dopo essere rimasto sospeso per eccesso di rialzo per gran parte della giornata. Le azioni Cy4gate erano state collocate a 3,15 euro.

Tutte le ultime su: piazza affari
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.

Guide Lavoro

Chi e per cosa si può utilizzare NoiPA

NoiPA è la piattaforma digitale per la gestione del personale e degli stipendi del settore pubblico.

da

ABCRisparmio

Cosa è e come si usa il cassetto fiscale

Cosa è e come si usa il cassetto fiscale

Il cassetto fiscale è un archivio online tramite il quale ogni contribuente può consultare qualsiasi informazione riguardante la propria posizione fiscale Continua »