NAVIGA IL SITO

Il FTSEMib riesce a chiudere in rialzo

Chiusura positiva per i titoli del settore bancario: spiccano i rialzi di UniCredit e BPER Banca. Giornata negativa, invece, per Telecom Italia TIM e NEXI

di Edoardo Fagnani 23 ott 2023 ore 17:40

borsa-positiva_1I maggiori indici di Borsa Italiana e le principali piazze finanziarie europee hanno registrato variazioni frazionali nella prima seduta della settimana. Nessuna sorpresa dall’agenzia S&P Global che ha confermato il rating “BBB” sul debito sovrano della Repubblica Italiana; l’outlook resta stabile. Pierre Veyret – analista tecnico di ActivTrades - ipotizza che la volatilità del mercato rimarrà probabilmente elevata fino alla fine di ottobre, in quanto gli investitori dovranno fare i conti con molti dei principali fattori di mercato contemporaneamente, il che potrebbe portare a brusche reazioni dei prezzi di molte asset class.

Il FTSEMib ha messo a segno un progresso dello 0,74% a 27.559 punti, dopo aver oscillato tra un minimo di 27.199 punti e un massimo di 27.598 punti. Il FTSE Italia All Share ha guadagnato lo 0,67%. Segno più anche per il FTSE Italia Mid Cap (+0,12%) e il FTSE Italia Star (+0,09%). Nella seduta del 23 ottobre 2023 il controvalore degli scambi è stato pari a 2,29 miliardi di euro, lo stesso ammontare di venerdì.

Il bitcoin è tornato oltre i 30.500 dollari (circa 29.000 euro).

Lo spread Btp-Bund si è ristretto sotto i 200 punti, con il rendimento del Btp decennale che è sceso sotto il 4,85%.

L’euro ha toccato gli 1,065 dollari.

 

Chiusura positiva per i titoli del settore bancario, dopo la correzione subita nelle precedenti due sedute.

UniCredit ha registrato un rialzo del 2,55% a 22,69 euro. In giornata si riunirà il consiglio di amministrazione dell’istituto guidato da Andrea Orcel per l’esame dei risultati finanziari del 3° trimestre 2023; i dati saranno diffusi nella mattinata del 24 ottobre. Intanto, UniCredit e Alpha Services and Holdings hanno annunciato un'operazione di fusione in Romania e una partnership strategica in Grecia.

Seduta brillante anche per BPER Banca (+4,23%).

Il Monte dei Paschi di Siena ha recuperato l'1,35% a 2,405 euro. In relazione alle procedure di cessione di quote dell'istituto senese, il Ministero dell'economia e delle finanze ha comunicato di aver individuato UBS e Jefferies come consulenti finanziari e Clifford Chance come legali.

 

In ribasso Telecom Italia TIM (-2,64% a 0,2505 euro). Il consiglio di amministrazione della compagnia telefonica si riunirà il 3 novembre 2023 per esaminare l’offerta vincolante su NetCo e quella, di natura non vincolante, relativa a Sparkle, ricevute da Kohlberg Kravis Roberts (KKR). Il successivo 5 novembre il CdA si riunirà formalmente per deliberare sulle offerte.

 

In forte calo anche NEXI (-2,93% a 6,43 euro). Gli analisti di Deutsche Bank hanno tagliato da 11,5 euro a 7,5 euro il target price sulla società dei pagamenti; gli esperti hanno anche peggiorato il giudizio, portandolo da "Buy" (acquistare) a "Hold" (mantenere).

 

Pirelli (-3,08%) tra i peggiori di giornata al FTSEMib.

 

Al MidCap focus su MFE-MEDIAFOREUROPE. Borsa Italiana ha fornito i nuovi prezzi delle azioni di “categoria A” (+4,64% a 1,916 euro) e di “categoria B” (-0,25% a 2,808 euro), sulle quali è stato applicato un fattore di rettifica di 5, in seguito al raggruppamento azionario in vigore da lunedì 23 ottobre. Il prezzo di chiusura di venerdì 20 ottobre delle azioni “categoria A”, pari a 0,3662 euro, è stato rettificato a 1,831 euro, mentre il prezzo dei titoli di “categoria B” è stato rettificato a 2,815 euro, rispetto agli 0,563 euro della chiusura di venerdì 23 ottobre.

Tutte le ultime su: piazza affari
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.