NAVIGA IL SITO

Ancora una giornata negativa per Piazza Affari

La commissione europea ha ufficializzato la bocciatura alla Legge di Bilancio, chiedendone la modifica dei contenuti entro 3 settimane. Male le Midcap e le società dello STAR

di Edoardo Fagnani 23 ott 2018 ore 17:53

Giornata negativa per Piazza Affari e per le principali borse europee. Anche oggi in primo piano la politica italiana: la commissione europea ha ufficializzato la bocciatura alla Legge di Bilancio, chiedendone la modifica dei contenuti entro 3 settimane. Gli analisti di IntesaSanpaolo hanno segnalato che nel caso in cui l’esecutivo si rifiuti di inviare una nuova versione del Documento Programmatico di Bilancio italiano, e il percorso parlamentare non introduca opportuni correttivi, non è da escludere l’apertura di una procedura d’infrazione (verosimilmente, nei primi mesi del 2019). Hanno prevalso le vendite sui bancari, alle prese con la forte volatilità dello spread tra Btp e Bund con scadenza a 10 anni. Chiusura positiva per Luxottica, dopo la diffusione della trimestrale.

Il FTSEMib ha subito una flessione dello 0,86% a 18.802 punti, dopo aver oscillato tra un minimo di 18.705 punti e un massimo di 18.955 punti. Il FTSE Italia All Share ha registrato un calo dell’1,04%. Performance peggiori per il FTSE Italia Mid Cap (-2,18%) e il FTSE Italia Star (-3,26%). Nella seduta odierna il controvalore degli scambi è salito a 2,28 miliardi di euro, rispetto ai 2,17 miliardi di ieri; oggi sono passate di mano 927.539.073 azioni (1.047.902.940 nella seduta di ieri). Su 383 titoli trattati, 304 hanno chiuso la giornata con un ribasso, mentre le performance positive sono state solo 56; invariate le restanti 23 azioni.

L’euro ha oscillato tra gli 1,145 e gli 1,15 dollari; alle 17.30 il bitcoin si confermava sotto quota 6.500 dollari (poco più di 5.500 euro).

 

CONSULTA le quotazioni dei titoli del SOLMib40

 

borsa-negativaHanno prevalso le vendite sui bancari, alle prese con la forte volatilità dello spread tra Btp e Bund con scadenza a 10 anni: il differenziale tra i due titoli è tornato sopra i 315 punti.

Giornata decisamente negativa per il Monte dei Paschi di Siena (-3,65% a 1,451 euro), dopo la pesante correzione subita nelle ultime quattro settimane: il 26 settembre la quotazione del titolo era superiore ai 2,4 euro. Il Sole24Ore ha scritto che è arrivato alle sue fasi finali il processo di cessione di 2,4 miliardi di euro di crediti deteriorati, i non performing loan, dell'istituto senese. Per il progetto, denominato Merlino e formato da 4 pacchetti di crediti, sarebbero arrivate numerose offerte e - secondo indiscrezioni - ne sarebbero state selezionate quattro per ogni pacchetto. Secondo quanto scritto da Il Sole24Ore il lizza ci sarebbero compratori come Banca Ifis, Hoist, Cerberus, Mb Credit Solutions e Kruk. MF ha scritto che il Monte dei Paschi di Siena avrebbe in corso contatti, sulla piazza di Londra, con alcuni investitori per l’emissione di un bond subordinato Tier 2 da circa 200 milioni di euro.

Banca Carige è scesa del 2% a 0,0049 euro. Oggi è in programma un consiglio di amministrazione dell’istituto ligure; il CdA dovrebbe esaminare il progetto di emissione di un bond.

Male anche BancoBPM (-1,89% a 1,6376 euro). Dalle comunicazioni giornaliere diffuse dalla Consob si apprende che il 22 ottobre Marshall Wace ha incrementato dal 4,15% al 4,22% la posizione corta sull’istituto. Al contrario WorldQuant ha ridotto lo "short" sulla banca, portandolo dallo 0,59% allo 0,49%.

UBI Banca ha limitato i danni (-0,22% a 2,73 euro). Dalle comunicazioni giornaliere diffuse dalla Consob si apprende che il 22 ottobre Marshall Wace ha incrementato dall'1,62% all'1,73% la posizione corta sull’istituto.

Variazioni minime per IntesaSanpaolo (+0,03% a 1,9682 euro) e per Unicredit (-0,28% a 11,276 euro).

 

Luxottica ha guadagnato il 3% a 54,96 euro. La società ha comunicato i risultati del periodo gennaio-settembre 2018. La società ha chiuso i primi nove mesi dell’anno con ricavi per 6,77 miliardi di euro, in flessione del 4,5% rispetto ai 7,09 miliardi ottenuti nello stesso periodo dello scorso anno; a parità di tassi di cambio il fatturato sarebbe cresciuto dell’1,3%. Nel solo terzo trimestre del 2018 il fatturato di Luxottica è cresciuto del 2,9% a 2,22 miliardi di euro, grazie alla crescita registrata in Nord America (+5,2%); a parità di tassi di cambio i ricavi sarebbero aumentati del 3,5%. Sulla base di queste indicazioni i vertici di Luxottica hanno confermato i target finanziari per il 2018, con vendite attese in crescita nell’intorno del 2% (a parità di tassi di cambio) e una solida redditività. Dopo la diffusione dei risultati trimestrali gli analisti di Kepler Cheuvreux hanno alzato da 60 euro a 64,6 euro il target price su Luxottica, in seguito alla revisione della valutazione del nuovo gruppo che nascerà dall’integrazione con Essilor; gli esperti hanno confermato l’indicazione di acquisto delle azioni.

 

Spicca il forte ribasso di STM (-3,39% a 13,53 euro). Domani, prima dell’apertura di Piazza Affari, il gruppo italofrancese comunicherà i risultati del terzo trimestre del 2018.

 

Male Sogefi (-7,53% a 1,485 euro). Dopo la diffusione dei risultati trimestrali gli analisti di Equita sim hanno tagliato da 3,8 euro a 3 euro il prezzo obiettivo sulla società, in seguito al peggioramento delle stime sul fatturato e sulla redditività per il biennio 2018/2019; tuttavia, gli esperti hanno ribadito l’indicazione di acquisto delle azioni. La trimestrale non ha entusiasmato Banca Akros, che ha deciso di sforbiciare da 3,75 euro a 3,1 euro il target price su Sogefi; al contrario, gli analisti hanno confermato l’indicazione di accumulare le azioni in portafoglio.

 

Danieli ha ceduto l’8,53% a 18,98 euro. La società ha fornito alcune stime per il 2018/2019 (la società chiude il bilancio al 30 giugno). L’azienda prevede di chiudere l’esercizio in corso con ricavi compresi tra i 2,75 e i 2,85 miliardi di euro, mentre il margine operativo lordo dovrebbe attestarsi tra i 220 e i 230 milioni di euro. Il portafoglio ordini è stimato tra i 2,9 e i 3,1 miliardi di euro.

Tutte le ultime su: piazza affari
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
da

ABCRisparmio

Cosa è e come si usa il cassetto fiscale

Cosa è e come si usa il cassetto fiscale

Il cassetto fiscale è un archivio online tramite il quale ogni contribuente può consultare qualsiasi informazione riguardante la propria posizione fiscale Continua »