NAVIGA IL SITO

Chiusura negativa per il FTSEMib (ma il ribasso è minimo)

In evidenza Tod’s, che ha registrato un balzo di superario all'11%. Il rialzo anche il Creval, nel giorno in cui è terminata l’OPA del Credit Agricole Italia. In rosso Moncler

di Edoardo Fagnani 23 apr 2021 ore 17:47

mercato-rossoI maggiori indici di Borsa Italiana e le principali piazze finanziarie europee hanno chiuso in territorio negativo l'ultima seduta della settimana, anche se hanno recuperato dai minimi di giornata. Hans-Jörg Naumer - Director Global Capital Markets & Thematic Research di Allianz Global Investors - ha segnalato che da un punto di vista tecnico, i mesi migliori dell’anno per i mercati azionari (di norma fra ottobre e aprile) stanno per finire. "È vero che il vecchio detto "sell in May and go away" non è inciso nella pietra, ma qualche turbolenza possiamo aspettarcela", ha ricordato l'esperto, che ha evidenziato come il sentiment degli investitori privati, in base alla percentuale di ottimisti circa la direzione dei mercati calcolata dalla American Association of Individual Investors, sia alle stelle – un dato che spesso funge da contro-indicatore.

Il FTSEMib ha registrato un minimo ribasso dello 0,05% a 24.386 punti (minimo di 24.227 punti, massimo di 24.396 punti) e ha terminato la settimana con un calo dell'1,45%. Il FTSE Italia All Share ha ceduto lo 0,04%. Andamento opposto per il FTSE Italia Mid Cap (+0,1%) e per il FTSE Italia Star (-0,36%). Nella seduta del 23 aprile 2021 il controvalore degli scambi è sceso a 1,73 miliardi di euro, rispetto agli 1,96 miliardi di giovedì; sono passate di mano 420.131.370 azioni (472.460.244 nella seduta di giovedì). Su 438 titoli trattati, 230 hanno registrato una performance negativa, mentre i rialzi sono stati 169; invariate le restanti 39 azioni.

Alle 17.40 il bitcoin si attestava poco sopra i 49.500 dollari (circa 41.500 euro).

Lo spread Btp-Bund è rimasto oltre i 100 punti. E' terminato il collocamento della terza emissione del Btp Futura: il titolo, con scadenza 2037, ha ottenuto richieste complessive per 5,48 miliardi di euro.

L’euro ha oscillato intorno agli 1,205 dollari.

 

Creval ha messo a segno un progresso dell'1,31% a 12,4 euro, nel giorno in cui è terminata l’OPA lanciata da Credit Agricole Italia.

 

Tod’s ha registrato un balzo dell'11,4% a 39,32 euro. Il colosso del lusso LVMH ha acquistato da Diego Della Valle & C 2.250.000 azioni della società quotata al MidCap, pari al 6,8% del capitale. Il prezzo per azione è stato fissato a 33,1 euro, pari al prezzo medio ponderato per il volume di azioni Tod’s dei quindici giorni di negoziazione precedenti la data di sottoscrizione. A seguito di questa operazione Diego Della Valle deterrà, direttamente e indirettamente, una partecipazione pari al 63,64% del capitale di Tod’s e LVMH deterrà una partecipazione pari al 10%.

 

Pessima seduta, invece, per Moncler (-4,04% a 51,34 euro). Il gruppo dei piumini ha fornito alcune indicazioni finanziarie relative al primo trimestre del 2021, periodo chiuso con ricavi per 365,46 milioni di euro, in aumento del 18% rispetto ai 310,11 milioni realizzati nei primi tre mesi dello scorso anno, grazie alla forte crescita sul mercato asiatico (+49%).

 

Al segmanto STAR spicca lo scivolone di Fiera Milano (-10,1% a 3,615 euro). Gli operatori hanno collegato il calo del titolo alla possibilità che anche nel 2021 venga cancellato il Salone del Mobile a causa della pandemia da Covid-19.

Tutte le ultime su: piazza affari
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.