NAVIGA IL SITO

Borsa italiana: seduta positiva per il FTSEMib (+1,5%)

Sono rimasti sotto i riflettori, ancora, i titoli del settore petrolifero. Ottima giornata per Atlantia. Bene Telecom Italia e male Inwit. Ok le banche

di Edoardo Fagnani 23 apr 2020 ore 17:53

mercato-andamento

Dopo essere passate in territorio positivo a metà giornata, in attesa dell'esito riunione del Consiglio europeo straordinario, le principali piazze finanziarie europee e i maggiori indici di Borsa Italiana hanno chiuso in territorio positivo, ampliando i rialzi nelle contrattazioni del pomeriggio.

Intanto, il consiglio direttivo della BCE ha deciso che fino a settembre del 2021 accetterà come garanzia anche titoli di stato e bond societari “non investmment grade” (i cosiddetti junk bond) dalle banche che richiederanno liquidità.

In chiusura il FTSEMib era in rialzo dell'1,47% a 17.011 punti, dopo aver oscillato tra un minimo di 16.778 punti e un massimo di 17.145 punti. Il FTSE Italia All Share ha guadagnato l'1,3%. In rialzo sotto al punto percentale il FTSE Italia Mid Cap (+0,61%) mentre il FTSE Italia Star è salito dello 0,66%. Nella seduta del 23 aprile il controvalore degli scambi è salito a 1,7 miliardi di euro, rispetto agli 1,52 miliardi di merdoledì; sono passate di mano 557.897.572 azioni (491.116.282 nella seduta precedente). Su 418 titoli trattati, 262 hanno registrato una performance positiva, mentre i segni meno sono stati 132; invariate le restanti 24 azioni.

L’euro si attesta sotto gli 1,08 dollari.

Lo spread Btp-Bund si è ristretto a 245 punti.

 

I titoli del settore petrolifero restano i protagonisti di questo periodo a Piazza Affari.

Saipem è salita dell'1,53% dopo la diffusione dei risultati del primo trimestre del 2020, chiuso con ricavi per 2,17 miliardi di euro, in aumento dello 0,7% rispetto ai 2,16 miliardi ottenuti nello stesso periodo dello scorso anno. Il risultato netto è stato negativo per 269 milioni di euro, rispetto all’utile di 21 milioni contabilizzato nel primo trimestre del 2019, in conseguenza a svalutazioni di immobilizzazioni materiali della divisione Drilling Offshore per 260 milioni di euro; il risultato netto adjusted è stato negativo per 9 milioni di euro. I vertici di Saipem hanno confermato la decisione di ritirare la guidance per il 2020, come comunicato il 15 aprile scorso in seguito alle condizioni di incertezza e alla volatilità dello scenario di riferimento. Inoltre, il quadro tuttora molto instabile non consente di formulare una nuova guidance. Nel corso della conference call a commento dei risultati del primo trimestre del 2020 l’amministratore delegato di Saipem, Stefano Cao, ha confermato la distribuzione del dividendo 2020 (relativo all’esercizio 2019) di 0,01 euro

In rialzo anche ENI, che ha guadagnato l'1,49%.

 

In rialzo i titoli del settore bancario.

Spicca il progresso messo a segno da BPER Banca (+3,36%). Molto bene anche UniCredit (+2,71%) e Mediobanca (+6,37%).

 

In rosso Moncler (-1,02%) dopo un avvio negativo. Il gruppo dei piumini ha fornito alcune indicazioni finanziarie relative al primo trimestre del 2020, periodo chiuso con ricavi per 311,11 milioni di euro, in contrazione del 18,1% rispetto ai 378,53 realizzati nei primi tre mesi dello scorso anno; a tassi di cambio costanti, il calo del fatturato sarebbe stato del 18,4%. Inoltre, il consiglio di amministrazione ha deciso di revocare la distribuzione del dividendo 2020 (relativo all'esercizio 2019) e di riportare a nuovo l'utile di 157,65 milioni realizzato dalla capogruppo.

 

Telecom Italia TIM è salita del 3,37%, nel giorno in cui si riunirà l’assemblea degli azionisti per l’approvazione del bilancio 2019.

Inwit ha registrato una flessione dell'8,67% a 9,8 euro. Telecom Italia TIM e Vodafone Europe (società interamente detenuta da Vodafone Group) hanno completato la cessione, su base proporzionale, di 83,4 milioni di azioni della società, pari a circa l’8,6% del capitale. Il prezzo di vendita è stato fissato a 9,6 euro per azione, rispetto ai 10,73 euro del prezzo di chiusura del 22 aprile 2020. Ad esito dell’operazione, la partecipazione di Vodafone e Telecom Italia TIM diminuirà dal 37,5% ciascuno al 33,2%. Le due società intendono mantenere il controllo congiunto e detenere una partecipazione paritaria del capitale. Telecom Italia TIM ha incassato circa 400 milioni di euro, risorse che saranno utilizzate per ridurre la leva finanziaria.

 

Ottima performance per Atlantia (+8,04%). Il Corriere della Sera ha fornito un aggiornamento sulla situazione della controllata Autostrade per l’Italia. Secondo il quotidiano il governo potrebbe appoggiare una soluzione mista per la concessionaria autostradale: la quota di maggioranza finirebbe a un gruppo di investitori privati, che sarebbero affiancati dal tandem F2ì-CdP a controllo pubblico. Il Corriere della Sera ha segnalato che le parti stanno lavorando su una valutazione di Autostrade per l’Italia compresa tra gli 8 e i 10 miliardi di euro, mentre sarebbe evitata l’ipotesi di una revoca della concessione.

 

Triboo ha registrato un balzo del 7,86%, dopo uno stop per eccesso di rialzo in avvio di seduta. La società ha comunicato di aver avviato la commercializzazione e la distribuzione di test sierologici in grado di individuare la presenza di anticorpi nei pazienti esposti al contagio da Covid-19 (coronavirus).

Tutte le ultime su: piazza affari
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
da

ABCRisparmio

Cosa è e come si usa il cassetto fiscale

Cosa è e come si usa il cassetto fiscale

Il cassetto fiscale è un archivio online tramite il quale ogni contribuente può consultare qualsiasi informazione riguardante la propria posizione fiscale Continua »