NAVIGA IL SITO

Piazza Affari chiude positiva. Minimo rialzo per il FTSEMib

Enel ha ha registrato un minimo rialzo. Bene le utilities. Qualche spunto tra i bancari. In calo STM. Al MidCap spicca il ribasso di Webuild.

di Edoardo Fagnani 22 mar 2024 ore 18:06

trading-grafico_1_1I maggiori indici di Borsa Italiana e le principali piazze finanziarie europee hanno registrato variazioni frazionali nell'ultima seduta della settimana.

Il FTSEMib ha guadagnato lo 0,05% a 34.344 punti, dopo aver oscillato tra un minimo di 34.180 punti e un massimo di 34.393 punti; nell'intera settimana il principale indice di Borsa Italiana è salito dell'1,19%. Il FTSE Italia All Share ha messo a segno un progresso dello 0,07%. Segno più anche per il FTSE Italia Mid Cap (+0,22%) e per il FTSE Italia Star (+0,39%). Nella seduta del 22 marzo 2024 il controvalore degli scambi è sceso a 2,64 miliardi di euro, rispetto ai 2,89 miliardi di giovedì.

Alle 17.35 il bitcoin era sceso a 63.000 dollari (poco meno di 58.500 euro).

Lo spread Btp-Bund si è riportato oltre i 130 punti, con il rendimento del Btp decennale che è sceso sotto il 3,65%.

L’euro si è avvicinato agli 1,08 dollari.

 

Enel ha chiuso in territorio positivo, con un rialzo dello 0,18% a 6,081 euro. Il colosso elettrico ha comunicato i risultati finanziari del 2023, esercizio che ha visto una contrazione dei ricavi e un aumento della redditività. In calo l’indebitamento. Il management di Enel ha anche fornito alcuni target finanziari relativi all’esercizio 2024 e ha comunicato l’ammontare del saldo del dividendo 2024 (relativo all’esercizio 2023).

Bene le utilities: spicca il progresso di Italgas (+2,13%).

 

Qualche spunto tra i titoli bancari.

In rialzo il BancoBPM (+0,7% a 6,028 euro). A conclusione del processo di revisione annuale, l'agenzia di rating Fitch ha migliorato di un livello i rating del debito senior preferred e non-preferred dell’istituto, rispettivamente da "BBB-" a "BBB" e da "BB+" a "BBB-". L'outlook rimane "stabile".

In decisa flessione, invece, il Monte dei Paschi di Siena (-2,8%).

 

Performance negativa per STM (-1,38% a 39,97 euro). Il consiglio di sorveglianza della società ha proposto la distribuzione di un dividendo 2024 (relativo al 2023) di 0,36 dollari per azione da distribuire in rate trimestrali di 0,09 dollari ciascuna nel secondo, terzo e quarto trimestre del 2024 così come nel primo trimestre del 2025.

 

Male anche Brunello Cucinelli (-2,97%).

 

Al MidCap spicca il ribasso di Webuild (-5,96% a 2,272 euro). Secondo quanto riportato da alcune agenzie stampa UniCredit avrebbe ceduto 50,9 milioni di azioni della società attraverso una procedura di accelerated bookbuilding. Le azioni azioni sarebbero state cedute a un prezzo di 2,2 euro.

Tutte le ultime su: piazza affari
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.